Best in Travel 2015: Top paesi

Pubblicità

Dalla splendida Singapore al lusso del nuovo Nicaragua: 10 mete da visitare subito raccolte in un solo libro.

Ogni anno gli esperti del viaggio di Lonely Planet si confrontano su centinaia di raccomandazioni sui posti migliori da visitare subito. I nostri autori e la comunità online hanno compiuto un grande sforzo comune per arrivare alla lista dei primi 10 paesi da visitare nel 2015. Alcuni dei paesi che abbiamo scelto stanno vivendo il loro momento migliore, altri celebrano anniversari speciali o semplicemente chiedono di essere scoperti.

1.Singapore. Compie 50 anni.

Lanterne cinesi per il capodanno sul Marina Bay. Foto di Wsboon images/Getty Images

Singapore ha un motivo in più per festeggiare nel 2015: il suo cinquantesimo compleanno. Da quando è stata dichiarata l'indipendenza, cioè dal 1965, Singapore cavalca l'onda del successo. E se i suoi grandiosi edifici storici, le caotiche bancarelle gastronomiche, i lussureggianti spazi verdi e gli scintillanti centri commerciali hanno focalizzato per decenni l'attenzione dei viaggiatori, alcuni nuovi progetti finiranno per rendere il viaggio a Singapore ancora più significativo. Innanzitutto c'è Marina Bay. Dal Marina Bay Sands - un complesso a forma di nave diventato già un'icona - all'ecoparco Gardens by the Bay, questo nuovo quartiere dei divertimenti è una specie di luna park per famiglie. E poi ci sono nuovi alberghi di lusso, un buon numero di nuove attrazioni (inclusa la National art gallery e il Singapore sports Hub, che ospiterà la 28° edizione dei giochi asiatici) oltre una dozzina di linee della metro in costruzione. Tutti questi elementi costituiranno lo sfondo spettacolare per i festeggiamenti del suo 50° anniversario.

2.Namibia. Compie 25 anni e va alla grande.

Giraffe in Namibia. Foto di Valentin Wolf/Getty Images

Le sabbie dorate della Namibia diventeranno d'argento nel 2015, anno in cui il paese celebra il 25° anniversario dell'indipendenza. Il ricordo dell'evento è ancora fresco nella mente di molti, perciò preparati a festeggiamenti estesi e prolungati. Non credere però di assistere solo a un anniversario importante: oltre ad affascinare con i suoi paesaggi, la fauna e la sua gente, la Namibia oggi è più stimolante che mai grazie ai progressi compiuti nello sviluppo sostenibile attraverso la tutela dell'ambiente e il turismo. È infatti il primo paese africano (e uno dei pochi al mondo) ad aver inserito nella propria costituzione la tutela ambientale; inoltre le comunità locali danno il loro contributo all'impegno ambientale in cambio di un'equa distribuzione dei proventi del turismo. Poiché a fare maggiormente notizia sono il bracconaggio e le minacce alla natura nel resto dell'Africa, i successi della Namibia non sono ancora molto noti. Ma non sarà così per sempre, quindi approfitta di quest'anno per venire fin qui, o dovrai condividere la tua esperienza con molti altri viaggiatori.

3.Lituania. L'Euro arriva sul Baltico.

L'atmosfera magica della città vecchia, Vilnius. Foto di Arpad Benedek/Getty Images

Il 1° gennaio 2015 la Lituania entrerà a far parte della famiglia dell'euro. Il membro più giovane dell'Eurozona compirà quindi l'ultimo passo nel suo viaggio da est a ovest, da riluttante repubblica sovietica a nazione europea a tutti gli effetti. Viaggiare in Lituania sarà molto più semplice, soprattutto per quanto riguarda i pagamenti elettronici e la disponibilità di sportelli bancomat (anche se il 55% dei lituani pare sia preoccupato dell'effetto euro sul proprio portafogli). Ma perché andare in Lituania? Perché, nonostante il mare non sia la prima cosa che viene in mente pensando a questo paese, c'è la Penisola Curlandese: una lunga serie di magnifiche spiagge che si estende in direzione sud verso la Russia, delimitata dalle dune mobili più grandi d'Europa. E poi perché c'è l'incantevole Vilnius, il cui centro storico barocco - il più grande dell'Europa del nord - è diventato il secondo sito della Lituania Patrimonio dell'Umanità.

4.Nicaragua. Vivi il lusso latinoamericano.

Da anni il Nicaragua viene definito il nuova Costa Rica. Ma se chiedi a un nicaraguense qualunque ti dirà che il suo paese non è un'imitazione, ma un luogo con una propria storia, cultura e cucina. Nonostante il fascino delle sue pittoresche (seppur crivellate di proiettili) città coloniali, le sfrenate fiestas folkloristiche e le magnifiche isole dei Caraibi, ancora quasi incontaminate, il passato del Nicaragua, un paese dilaniato dalla guerra, ha tenuto lontano a lungo i viaggiatori. Poi è arrivato il Mukul. Il primo resort a cinque stelle del paese ha aperto i battenti nel 2013, seguito subito dopo dal lussuoso ma sobrio Yemaya Island Hideaway and Spa, a Little Corn Island. Oggi il Nicaragua ha fama di essere una delle destinazioni emergenti dell'ecoturismo di lusso, e gli amanti della buona tavola parlano in termini entusiastici dei nuovi e raffinati ristoranti che hanno fatto di Managua una vera e propria capitale gastronomica.

5.Irlanda. Tradizione e modernità.

Case color pastello in un villaggio irlandese. Foto di Glen Allison/Photodisc/Getty Images

L'Irlanda è piccola, ma nel mondo anglosassone le comunità irlandesi, fondate dai milioni di emigranti partiti per sfuggire alla carestia, sono numerosissime. I loro membri mantengono un forte legame con la terra d'origine, un amore reso ancora più intenso da una lontananza che si protrae da più generazioni. L'immagine classica che i viaggiatori si aspettano di trovare in Irlanda è quella delle pecore sulle strade e dei cottage con il tetto in paglia. Un quadro piuttosto diverso dall'Irlanda moderna delle autostrade e dei caffè che servono il macchiato. L'Irlanda offre panorami davvero sensazionali e possiede tradizioni ancora intatte (la musica, la danza, il whiskey e la birra), e gli irlandesi di oggi sono sì più cosmopoliti, ma sempre cordiali e calorosi quanto i loro antenati. In più Il 2015 è l'anno della Wild Atlantic Way, una strada panoramica di 1500 km che può competere con la Pacific Coast Highway californiana e con la Great Ocean Road australiana, snodandosi lungo tutta la costa occidentale da Donegal a Cork.

6.Republica del Congo. Impazzisci per le giungle del Congo.

L'incontro con un gorilla in Congo può essere un'esperienza straordinario. Foto di Stuart Butler/Lonely Planet

Il Congo. Pochi luoghi evocano immagini esotiche così intense: giungle afose popolate da gorilla che si battono il petto, piroscafi con ruote a pale che solcano ampi fiumi color fango, pigmei che danzano in onore degli spiriti della foresta, branchi di elefanti e gruppi di scimpanzè che si dondolano tra gli alberi. Il Congo (da non confondersi con la confinante, e molto più instabile, Repubblica Democratica del Congo) è sulla soglia di una nuova era. Possiede petrolio, legname, infrastrutture in rapida costruzione, e dopo molti anni turbolenti è finalmente un paese sicuro e stabile. Attualmente i turisti stranieri sono rari quanto un gorilla albino, ma il governo congolese negli ultimi anni ha avviato lavori per il recupero dei vecchi parchi nazionali, per la creazione di nuove aree protette e la modernizzazione delle infrastrutture turistiche. Allora se sei pronto ad accogliere il richiamo della foresta e non hai paura di una vera avventura, il Congo è lì che ti aspetta.

7.Serbia. Prima che sia troppo tardi.

Chiesa di San Marco in una innevata Belgrado, Serbia. Foto di Dragan Todorovic/Getty Images

Per la sua vita notturna, per il suo carattere passionale, per la forte personalità e, per ora, per il suo essere incredibilmente economico, questo paese è uno dei segreti meglio custoditi d'Europa. Però devi sbrigarti a visitarla: la Serbia sta cominciando a far parlare di sé per le ragioni giuste. Nato 15 anni fa, nel 2000, come manifestazione di protesta contro Slobodan Milošević, l'Exit Festival - che si svolge ogni anno in luglio in una fortezza medievale di Novi Sad - ha vinto recentemente il titolo di miglior festival europeo; Belgrado, con i suoi club galleggianti, viene associata a mete come Berlino e Ibiza; e le attività all'aperto a prezzi molto convenienti - piste da sci a Kopaonik, bagni termali a Vrnjacka Banja, rafting sulla Drina- distolgono sempre più i viaggiatori da altre mete europee più costose. Nel 2015 la Serbia compirà passi importanti verso l'adesione all'UE. Ciò significa che sono in arrivo grandi cambiamenti - e un gran numero di visitatori. Parti ora.

8.Filippine. E se fosse questo l'anno della svolta?

Barca nell'acqua cristallina della Turtle Bay in Palawan, Filippine. Foto di Michele Falzone/Photolibrary/Getty Images

Con oltre 7100 isole (quelle della Thailandia sono "solo" 1430), le Filippine vantano uno dei litorali più straordinari al mondo: orlati di banchi corallini per gli appassionati di immersioni e costellati da spiagge bianche perfette per stendersi al sole, con palme ondeggianti e semplici resort dai capanni di paglia. Proprio come nella Thailandia del passato, quando i Beach Boys erano ancora in testa alle classifiche. Il 2015 è ufficialmente l'anno giusto per visitare le Filippine, e il governo sta facendo di tutto per promuovere l'immagine dell'arcipelago. Se c'è una cosa che i filippini sanno fare bene è divertirsi: preparati quindi a sfilate nelle strade, festival gastronomici, tornei sportivi e musica live. Grazie all'amore dei filippini per la musica dal vivo, quasi ogni sera si respira un'aria da cabaret. Di recente la Philippine Airlines ha ottenuto l'autorizzazione a effettuare voli diretti per l'Europa, l'America e l'Australia: quindi cos'hai da aspettare ancora?

9.Saint Lucia. Visita questo angolo di paradiso prima che venga scoperto.

I monti Piton, patrimonio dell'Unesco a Saint Lucia. Foto di Alan Copson/Getty Images

Questa splendida isola di montagne color smeraldo e spiagge dorate mantiene il suo fascino tutto l'anno. La sua principale città, Castries, è ricca di luoghi interessanti, ristoranti e negozi. E grazie ai magnifici fondali, ai trekking nella foresta pluviale e perfino a un vulcano raggiungibile in auto, l'isola ha tutte le carte in regola per attirare gli appassionati d'avventura. Gli amanti della natura possono nuotare con i delfini, osservare le tartarughe marine depositare le uova sulla spiaggia di Grand Anse oppure ammirare un'iguana che si crogiola al sole. Gli amanti del brivido potranno invece scalare i monti Pitons, fare kitesurf a Sandy Beach o immergersi tra le magnifiche pareti di corallo. Malgrado la sua bellezza, questa remota isola paradisiaca è ancora poco visitata, fatta eccezione per i crocieristi. Distinguiti dalla massa e fissa la data del 2015 per il tuo viaggio a Saint Lucia.

10.Marocco. L'eleganza conquista la Medina.

Un arcobaleno di spezie, Marocco. Foto di Keren Su/The Image Bank/Getty Images

Il Marocco inaugurerà il 2015 in pompa magna: i primi mesi dell'anno richiameranno frotte di turisti a Marrakech e nel Sud. Il paese gode di una relativa stabilità ed è moderatamente progressista. Mentre in altri paesi del Nord Africa la primavera araba ha visto accendersi numerosi conflitti, in Marocco le manifestazioni a favore della democrazia hanno avviato un processo di riforme culminato in una nuova costituzione. Iniziative come i voli low cost poi, stanno sicuramente rendendo le spiagge, le montagne e le palme del Marocco più vicine all'Europa. L'atmosfera suggestiva del Maghreb è rimasta intatta, ma oggi i visitatori possono ammirare i paesaggi spettacolari e conoscere la cultura berbera in modo confortevole ed elegante.