Registrati

Articoli

29 maggio 2012

La Via delle Spezie, grande viaggio in Oriente

Indonesia, incanto di Borobudur lungo la Via delle Spezie © Fotografia di Antonella Gualdi

Intrisa di fascino e mistero, l'antica Via delle Spezie attraversava Indonesia, Malaysia, Sri Lanka, India, Ghana, Iraq, Egitto e Italia. Lungo il tragitto si trasportavano pregiate spezie dall'oriente al mondo arabo, romano, egiziano e greco. Rivivi un po' di quell'epico viaggio, che in parte può essere compiuto tuttora, in questo articolo tratto da Grandi Viaggi. Gli itinerari più belli del mondo.

Nell'antichità il commercio delle spezie era un'attività estremamente redditizia, che comportava anche il trasporto e la vendita di incenso e droghe come l'oppio. Tra le spezie figuravano cannella, cassia, cardamomo, zenzero e curcuma; le prime due venivano trasportate in Medio Oriente già nel 2000 a.C. I mercanti arabi inventarono improbabili leggende sulle origini delle spezie - sostenendo, per esempio, che fossero sorvegliate da animali fantastici - al fine di accentuarne l'aura di fascino e mistero e quindi di aumentarne il prezzo.

I mercanti olandesi salparono per le Isole delle Spezie nel 1595 e nel 1598, tornando entrambe le volte con preziosi carichi di spezie, che nel 1602 portarono alla formazione della Compagnia Olandese delle Indie Orientali. Nel 1664 nacque la Compagnia Francese delle Indie Orientali, e il Portogallo iniziò a essere estromesso dalla regione dopo un secolo di predominio. Nel XVIII secolo gli inglesi conquistarono l'India e Ceylon, mentre gli Olandesi controllavano ancora le Indie Orientali.

Per vivere oggi il meglio di questo lungo viaggio, puntate sull'arcipelago indonesiano della Maluku, un tesoro nascosto. Queste isole offrono numerose opportunità: distendersi sulla sabbia bianca a Ohoidertawun o Pasir Panjang, ammirare il tramonto da Pulau Ternate contemplando i raggi dorati del sole che risplendono sul vulcano ammantato di fitta giungla della vicina Pulau Tidore, scoprire idilliache spiagge deserte e tracce della seconda guerra mondiale sulle isole disabitate intorno a Morotai.

Se tuttavia preferite seguire il percorso dell'originaria Via delle Spezie, recatevi nelle dieci Isole Banda, un minuscolo ma incantevole arcipelago. Nel Medioevo la preziosa noce moscata veniva prodotta quasi esclusivamente sulle Banda. Gli abitanti del posto la cedevano ai mercanti arabi, cinesi, giavanesi e bughinesi in cambio di cibo e abiti, ma la situazione cambiò rapidamente quando arrivarono gli europei (i portoghesi nel 1512 e gli olandesi a partire dal 1599), che pretesero il monopolio.

ESPERIENZE CRUCIALI

Visitare il magnifico arcipelago delle Maluku (Molucche) in Indonesia.

Recarsi a Melaka (Malacca), in Malaysia, una delle più importanti tappe della Via delle Spezie in Asia, oggi apprezzata dai turisti per i tesori storici e la suggestiva atmosfera.

Esplorare un giardino di spezie in Sri Lanka, un'altra importante tappa lungo la Via delle Spezie, per scoprire gli usi alternativi delle spezie più comuni.

Visitare le straordinarie fortezze del Ghana, costruite in origine sul mare come stazioni commerciali in cui custodire i beni trasportati fino alla costa, tra cui oro, avorio e spezie.

Immaginare di essere un mercante di spezie negli antichi e pittoreschi vicoli di Al-Quseir, sulla sponda del Mar Rosso in Egitto.