Giro del mondo: come pianificarlo

Pubblicità

Ecco il viaggio della vita: fare il giro del pianeta e fermarsi dove la bellezza chiama. Prenotare un giro del mondo, un round-the-world (RTW), può essere piuttosto complesso. Ecco i nostri consigli per metterti in moto.

Realizzare il viaggio

Il modo più economico per fare il giro del mondo è acquistare un biglietto aereo round-the-world basato sull'alleanza tra compagnie aeree. In teoria ci sono numerose soluzioni, ma sapere come funziona il sistema RTW rende il viaggio meno costoso. Per esempio Star Alliance, un accordo tra 27 compagnie di volo, prevede l'acquisto di un biglietto con un massimo di 15 scali con la possibilità di atterrare in 1185 aeroporti in 185 paesi.

Ci sono alcune regole: devi seguire una direzione precisa (per esempio da est a ovest, non puoi tornare indietro); devi partire e arrivare nello stesso paese; e devi prenotare tutti i voli prima della partenza, anche se potrai fare modifiche in corso (pagando però un extra).

E allora seleziona alcuni posti che non vuoi assolutamente perdere e organizza l'itinerario in base alle tue mete. Per esempio, se sei un fan del trekking, punta sul Perù (e sull'Inca Trail), sulla Nuova Zelanda (e sul Milford Track), sul Nepal (Campo Base dell'Everest), sull'Australia e sulla'India del Nord.

Se il budget è un problema, scegli i paesi più economici. Le tue spese giornaliere saranno di gran lunga superiori in Nord America e in Europa che nel Sudest asiatico. Indonesia, Bolivia e India sono tra i luoghi meno dispendiosi del mondo.

Quanto tempo occorre?

Se voli senza fermarti, un weekend è tutto ciò che ti serve per fare il giro del mondo. In ogni caso, la durata minima di molti biglietti RTW è 10 giorni - ancora troppo poco per godere l'esperienza. La verità è che servono almeno due mesi, sei se è possibile, un anno nella soluzione ottimale. Puoi far fruttare un congedo dal lavoro o concederti il classico periodo sabbatico. Un anno, guarda caso, è la durata massima di un biglietto RTW.

Quando partire

Beh, il tempo non potrà essere splendido ovunque. Quindi scegli il periodo migliore in base alle mete che più ti interessano. Se hai in mente un trekking in Himalaya, non scegliere il Nepal al culmine del monsone. Se vuoi nuotare con le balene nel Western Australia, trovati lì tra aprile e luglio. Metti in preventivo di arrivare anche nel posto sbagliato nel periodo sbagliato. In fondo la cosa ha i suoi vantaggi. Nella stagione delle piogge, per esempio, lo Zambia si colora di verde e i suoi prezzi si abbassano. n generale, le città possono essere esplorate tutto l'anno (dal caldo e dal freddo estremi si può trovare rifugio nei musei e nei caffè). Per le avventure outdoor, invece, c'è bisogno della collaborazione del clima.

Dove andare

Il più classico (ed economico) dei RTW si snoda tra alcune grandi città, come Londra, Bangkok, Singapore, Sydney e Los Angeles. Se hai in mente rotte meno battute (come quella tra Baku, Kinshasa, Paramaribo e dove vuoi tu) i prezzi si ridurranno. In generale, il costo del biglietto è dato dalla distanza percorsa e dal numero di paesi coperti. Ricorda che non sei obbligato a spostarti sempre in aereo. In Australia puoi atterrare a Perth, spostarti via terra e poi decollare da Cairns. Oppure puoi volare fino a Mosca, salire sulla Transiberiana e rivedere un aereo a Pechino.

Seleziona alcuni posti che non vuoi assolutamente perdere e organizza l'itinerario in base a queste mete. Per esempio, se sei un fan del trekking, punta sul Perù (e sull'Inca Trail), sulla Nuova Zelanda (e sul Milford Track), sul Nepal (Campo Base dell'Everest), sull'Australia e sull'India del Nord.

Se il budget è un problema, scegli i paesi più economici. Le tue spese giornaliere saranno di gran lunga superiori in Nord America e in Europa che nel Sudest asiatico. Indonesia, Bolivia e India sono tra i luoghi meno dispendiosi del mondo.

Consigli e trucchi

Cosa può aiutarti in questa grande impresa di viaggio? Innanzitutto chiedere consiglio a chi ha l'ha già fatta: l'itinerario che hai in mente potrebbe essere buono, ma chi ha esperienza ti saprà indicare le rotte migliori al prezzo più contenuto. Scambiare poche parole può portare enormi vantaggi.

E poi essere flessibili: spostare di qualche giorno le date di partenza può significare risparmiare un bel po' di soldi. I voli a metà settimana sono in genere più economici, così come lo sono quelli nel giorno di Natale.

Considera i voli interni: prenotarli può essere più economico che ricorrere direttamente al RTW, in virtù della diffusione di compagnie low cost. Attenzione: se rinunci a uno dei voli prenotati, perché preferisci spostarti via terra, la compagnia aerea potrebbe cancellare tutti i tuoi voli successivi.