Piccole città: le migliori mete per l'autunno - 2° parte

Siracusa © Fotografia di Orazio Minnella

Pubblicità

Altre cinque affascinanti cittadine che in autunno danno il meglio di sé e che sono pronte a portarti con grande soddisfazione lontano dai percorsi di viaggio più battuti. Per la prima parte di questo articolo, clicca qui.

Piccole città: le migliori mete per l'autunno - 2° parte

BOULOGNE-SUR-MER (FRANCIA)
Benvenuto nell'altra Francia, quella che di solito i viaggiatori guardano solo di sfuggita diretti in Inghilterra, che si trova poco più in là, oltre Manica. Quella, per intenderci, che ha ispirato il successo cinematografico Giù al nord. A circa 80 km da Bergues, dove il film è ambientato, si trova il piccolo gioiello della Ville Haute di Boulogne-sur-Mer. In posizione dominante sul resto dell'abitato, è circondata da mura del XIII secolo.
Da non perdere: andare a spasso per gli ombreggiati bastioni e una visita al Nausicaā, uno dei più importanti acquari d'Europa.
Come arrivare: il treno è il mezzo migliore, con 4 o 5 diretti al giorno dalla Gare du Nord di Parigi.

ÅLESUND (NORVEGIA)
Molti ritengono che la cittadina costieria di Ålesund (nei Fiordi settentrionali) sia bella quanto Bergen, ma in scala ridotta. Di sicuro, è molto meno turistica. Ricostruita in stile art nouveau dopo l'incendio del 1904 grazie all'intervento del kaiser Guglielmo II, pullula di edifici decorati con torrette, guglie e doccioni.
Da non perdere: lo Jugendstil Senteret, dedicato alla ricostruzione dopo l'incendio, e una cena da Hummer & Kanari (Kongensgata 19), con il migliore pescato della giornata.
Come arrivare: in volo da Bergen o con il mitico battello costiero Hurtigruten (8 ore e mezzo da Bergen).

SIRACUSA (SICILIA)
Più di qualunque altra città siciliana, Siracusa incarna la bellezza senza tempo della regione. Nel mondo antico poteva competere con Atene e Corinto, ma non è in questa top per la bellezza intramontabile del suo Teatro greco.

L'abbiamo inserita stregati da Ortigia, la parte della città raggiungibile percorrendo il Ponte Nuovo, romanticamente affacciata sullo Ionio.
Da non perdere: una passeggiata sul lungo mare, per compiere il periplo di Ortigia e incontrare la Fonte Aretusa, una sorgente di acqua dolce a pochi metri dal mare, e il Castello Maniace.
Come arrivare: in automobile, avendo come riferimento il Parcheggio Talete a Ortigia (gratuito dalle 5 alle 21, 1 euro all'ora dalle 21 alle 5).

PORTLAND (MAINE)
La città più grande del Maine - da non confondere con l'altra Portland, quella più grande e nota dell'Oregon - è ben lontana da avere le dimensioni di una delle metropoli nordamericane, ma ha tutte le carte in regola per essere considerata una delle città più vivaci e alla moda degli States. In autunno diventa una splendida base per un tour tra i colori e i sapori del foliage.
Da non perdere: a fine ottobre Portland ospita il festival Harvest on the Harbor, animato da cuochi, coltivatori e buongustai (20-22 ottobre).
Come arrivare: con un autobus Greyhound da Boston o in volo al Portland International Jetport.

TSINANDALI (GEORGIA)
Forse non ti è mai venuto in mente di corroborare le umide giornate autunnali con un calice di vino georgiano, è comprensibile. Si tratta però di un'esperienza da non perdere se si ama la dolce vita. Il posto migliore per provarla è Tsinandali, un villaggio nella regione vinicola dei Kakheti. Un richiamo da non sottovalutare, visto che qui nel Caucaso è stato impiantato il primo vigneto della storia, nel 6000 a.C.
Da non perdere: una visita all'azienda vinicola Tsinandali, dotata di un enorme parco e di tutto cià che occorre per la degustazione.
Come arrivare: in marshrutka (minibus) fino a Telavi da Tbilisi e poi in taxi fino a Tsinandali (5 km).