Registrati

Articoli

07 giugno 2012

Cinque città perfette per un'estate in viaggio

Mosca, atmosfere estive © Fotografia di Cinzia Bianchi

Una serata trascorsa con meravigliosa indolenza a spasso tra i canali di Amsterdam o un punto di vista più rilassato e a misura d'uomo della città degli zar? Sono solo alcune delle ipotesi per un'estate perfetta che potresti decidere di concludere con estrema eleganza concedendoti qualche cenetta e un soggiorno su una delle isole più idilliache della Laguna Veneta.

Amsterdam, un'estate grandiosa

Se gli eventi in programma fossero l'unico motivo per visitare una città, Amsterdam occuperebbe in modo stabile le prime posizioni di una classifica dei "not to miss" estivi. Ad agosto, per esempio, la città dichiara il proprio amore per i canali con il Grachtenfestival (Festival sui canali), che dal 10 al 19 del mese vede sulla scena (e sull'acqua) concerti di classica come il Prinsengracht Concert, che ha luogo sulle chiatte di fronte all'Hotel Pulitzer.

Il bello della capitale olandese, però, è che non serve un'occasione particolare per apprezzarla, anche nei mesi più caldi. Sarà sufficiente andare a spasso in una sera estiva per la cosiddetta "cintura occidentale dei canali" per portare a casa suggestioni indelebili. Qui si trovano non solo numerose e sontuose residenze, ma anche raffinati musei, deliziosi caffè e alcuni dei negozi migliori della città. Forse non sentirai il colpo di fulmine dell'amore a prima vista, ma dopo qualche ora in giro per questi luoghi dal fascino sospeso nel tempo la tua passione si sarà fatta eterna.

Budapest: un rinfrescante bagno... termale

Con le sue temperature decisamente continentali, non tutti scommetterebbero su Budapest come città perfetta per il refrigerio e il relax estivi. Male, perché l'esperienza dei Bagni Lukács, che potrai fare esplorando il vasto complesso termale del XIX secolo, è la scelta migliore per rilassarsi in vista di una serata in giro per la città. Accetta il consiglio, rigenerati e poi assimila il meglio della vita notturna magiara con i DJ del bar underground Vittula (decisamente "sotterraneo" è anche il layout del sito web di questo locale). Si trova vicino alla Grande Strada Circolare e serve il meglio del nightclubbing di Budapest abbinato ad alcune birre slovacche buone e decisamente economiche.

Cerchi una dimensione più intimista e un inatteso rapporto con la natura del cuore della Mitteleuropa? Beh, allora lascia perdere i locali notturni e punta deciso (ma fallo di giorno) sul Parco del Millenario: uno stupendo complesso sulla sponda occidentale del Danubio che comprende fontane, laghetti, un teatro e il magnifico Palazzo delle Meraviglie, che fa impazzire i bambini di... tutte le età.

Mosca: sfatiamo un mito d'agosto

Eccoci qui a sfatare un mito: quello che vuole Mosca invivibile e deserta in agosto. Tanto per cominciare il mese davvero torrido, qui nella città degli zar, è luglio. E poi, la capitale è talmente grande e popolosa che anche in questo mese si fanno sempre incontri interessanti, soprattutto nei locali della movida. Riguardo all'aspetto del mito che vorrebbe i moscoviti tutti in fuga e in ritiro nelle loro fresche dacie, beh non serve conoscerli come li conosceva Tolstoj per capire che non sono in molti a potere permettersene una.

Londra: un carnevale tra le due Olimpiadi

D'accordo, la capitale britannica ha fatto le cose in grande, è stata una magnifica festa per lo sport e anche tu hai seguito le gare olimpiche con trasporto. Ora, però, guidato dal vecchio detto per cui troppo sport in fondo fa male, senti bisogno di altro... prima di seguire altre gare sportive piene di fascino. Bene, a Londra basta chiedere, perché anche in questa estate 2012 la città è piena di risorse. A pochi giorni dalla chiusura degli Olympics Games (il 12 agosto) e un po' prima dei Paralympics Games (29 agosto - 9 settembre), qui impazza l'euforia del Carnevale. Infatti si va in strada, più che in scena, con il Notting Hill Carnival. Diciamo strada non a caso, perché questo è il più seguito street festival d'Europa, una celebrazione delle tradizioni caraibiche con musica, balli e costumi durante il weekend del Bank Holiday (26-27 agosto).

Venezia: un settembre di bellezza

Sfatiamo il luogo comune (che risale almeno alla Morte a Venezia di Thomas Mann) per cui Venezia non è proprio il posto più indicato in estate: troppi turisti, troppo scirocco, caldo e afa tra atmosfere decadenti che ricordano, appunto, il grande romanzo di Mann. Scegli le zuccherose e ancora tiepide giornate di inzio settembre e troverai la Serenissima al meglio di sé. E se ti spaventano le folle, divertiti a scoprire alcuni tesori non così noti e da poco restituiti all'originario splendore. Come Palazzo Grimani a Santa Maria Formosa, riaperto al pubblico dopo un restauro di 24 anni e dotato di straordinari affreschi rinascimentali. Oppure cedi al richiamo della buona tavola con una cenetta sull'isola di Mazzorbo. Qui si trova il ristorante Venissa, che con il suo tranquillo patio immerso in un vigneto è un rifugio idilliaco. Se ti diciamo che Venissa è anche uno splendido ostello siamo certi che prenderai nota.