Giugno 2012: le mete del mese

Chania, Creta: il porto veneziano © Fotografia di Laura Motta

Pubblicità

L'elaborato fascino di un gioiello provenzale, la voglia e il piacere di andare quasi senza meta tra le brughiere scozzesi e poi la luce intensa del Mediterraneo tra i venti di Creta. Giugno è un mese da vivere alla grande.

Giugno 2012: le mete del mese

Provenza, tra i vigneti di Avignone

Con il suo straordinario Palais des Papes, Avignone è a buon diritto il cuore della Provenza. Se volete mescolarvi agli appassionati del Festival d'Avignon scegliete luglio, ma per atmosfere più intime e rilassate giugno è il mese migliore. Il consiglio per un'esperienza di pura ebbrezza è non perdere un tour tra i vigneti della zona accompagnati da Avignon Wine Tour: andrete in giro con una guida competente che si metterà al volante al posto vostro lasciandovi liberi di degustare.

Creta in barca a vela

Giugno è perfetto per seguire il tratto cretese del Sentiero Transeuropeo E4, ma se non avete alcuna intenzione di scarpinare c'è un altro modo per apprezzare l'incanto naturalistico dell'isola. Sfidate i venti del Mare di Creta in barca a vela, affidandovi a un'agenzia di esperti come Nautilos Yacht Rentals, con sede a Ierápetra. Propone uscite intorno alle isole di Hrysí e di Koufonísi, al largo della costa meridionale, e può farvi costeggiare il litorale fino a Sitía.

Scozia in camper

Le brughiere scozzesi - con o senza lupi mannari - si sono appena riprese dai rigori e dalle brume d'inverno e a giugno sono un terreno ideale per le vostre perlustrazioni in camper. Approfittate della libertà di movimento per una puntata a nord-ovest. Vi aspettano le vette frastagliate e le guglie inaccessibili delle Cuillin Hills e i panorami mozzafiato della Costa delle Highlands.

Rotta su Machu Picchu

C'è chi dice che questo è il viaggio dei viaggi, un po' come il Camino de Santiago o la Route 66. Giugno è già alta stagione per l'Inca Trail, ma è anche uno dei mesi con le condizioni climatiche migliori. Il consiglio è pernottare ad Aguas Calientes per evitare la calca smisurata di turisti che arrivano in treno da Cuzco tutte le mattine. Solo chi pernotta qui riesce a vedere il sorgere del sole a Machu Picchu.

Costa Rica

Biodiversità, natura incontaminata, spiagge del Pacifico sono un richiamo irresistibile, ma a giugno cercate di non cedere perché la Costa Rica attraversa la stagione delle piogge. Rimandate il sogno di questo viaggio a ottobre.