Registrati

Articoli

20 ottobre 2010

Dal Capo al Cairo: il classico dell'Africa on the road

Quasi in Kenya - fotografia di Francesca Guazzo

Questa avventura è la madre di tutti gli itinerari africani: più di 12.000 km dalla Table Mountain di Cape Town fino alle Piramidi di Giza al Cairo. Per percorrerli ci vuole circa un anno. Una delle difficoltà maggiori è partire, lasciando la costa, i locali e la vita notturna del Capo. Prima di premere sull'acceleratore, dovrai anche prendere la difficile decisione di quale itinerario seguire per andare a nord verso il Malawi.

Attraversando la Namibia ti aspettano il Fish River Canyon, le immense dune di sabbia del Namib a Sossusvlei, la possibilità di lanciarti da un aereo a Swakopmund e avvistare i rinoceronti al buio nell'Etosha National Park.

Ti attendono poi il delta dell'Okavango e il Chobe National Park del Botswana, dopodiché potrai fare rafting sullo Zambesi alle Victoria Falls, in Zambia. Prima di proseguire per il Malawi, visita i parchi nazionali di South Luangwa, Kafue e Lower Zambezi.

L'altro percorso per il Malawi da Cape Town passa da est, lungo la splendida Garden Coast, sudafricana per arrivare a Transkei e alla Wild Coast. La Drakensberg Range e il Lesotho sono mete ideali per una deviazione dall'itinerario. Entra in Swaziland per vedere i rinoceronti e magari anche un matrimonio regale, poi dirigiti verso la capitale del Mozambico, Maputo. A questo punto, potrai anche rientrare brevemente in Sudafrica per visitare il celebre Kruger National Park.

Assapora il meglio dell'Oceano Indiano all'Arcipelago di Bazaruto, in Mozambico, e prosegui per Malawi passando dal Gorongosa National Park. In Malawi, non perdere il Monte Mulanje, il Liwonde National Park e le sponde settentrionali del Lago Malawi; in Tanzania, le principali attrattive sono l'isola di Zanzibar, il Kilimanjaro e il Serengeti.

Dopo esserti trasferito in Kenya, a nord (ed essere sopravvissuto a 'Nairobbery' senza che nessuno vi abbia portato via il portafoglio), visita gli splendidi parchi della Rift Valley e fai un trekking fra i ghiacciai equatoriali del Monte Kenya. Andando in Etiopia, dà un'occhiata alla Samburu National Reserve; se sei un tipo avventuroso, puoi passare dal Mare di Giada (il Lago Turkana).

Una lunga salita ti porterà dalle pianure africane ai freschi altipiani etiopi. Esplora le chiese rupestri di Lalibela, una delle grandi meraviglie del continente, e visita i castelli seicenteschi di Gondar, la Camelot africana.

Dopo un trekking sui sublimi Monti Simien, dirigiti a ovest verso il Sudan. Qui potrai assistere all'incontro dei due Nili a Khartoum e recarti a nord per vedere le mistiche piramidi meroitiche di Meroe. Quando arriverai a Wadi Halfa, al confine con l'Egitto, ti sarai convinto che i sudanesi sono il popolo più ospitale dell'Africa.

In Egitto, naviga lungo uno dei tratti più belli del Nilo ad Assuan, poi dirigiti a Luxor, a nord, e immergiti nella storia nella Valle dei Re e nei templi di Karnak. Segui poi la Valle del Nilo verso nord fino al Cairo, tua meta finale.

Di fronte alla Sfinge e all'aura trascendente delle piramidi, sarai sgomento sia per ciò che avrai davanti sia per quanto ti sarai lasciato alle spalle: è il modo ideale per terminare il tuo epico viaggio in Africa.

>> In ogni scheda i festival dell'anno e le indicazioni sul turismo responsabile