Gli hotel più straordinari per il 2014. La top 10

Mihir Gahr, Rajasthan, India © James Kay / Lonely Planet

Pubblicità

Ricorda dove hai alloggiato nel tuo ultimo viaggio. È stato soltanto un cuscino su cui appoggiare la testa o un'immersione nel colore locale, a tu per tu con la fauna selvatica e in grado di accendere l'immaginazione? Abbiamo chiesto agli autori e agli editor di Lonely Planet di citare gli hotel e gli ostelli più straordinari in giro per il mondo.

I nostri esperti ne hanno ricavato 10 opzioni mozzafiato - scegli quella che ti porterà in viaggio nel 2014...

1. Mihir Gahr, Rajasthan, India'

Il Mihir Garh si trova in splendido isolamento nel deserto di Thar vicino a Jodhpur. Sembra un enorme castello di sabbia, un miraggio, ma non c'è nulla di immateriale in questo 'forte nel sole'. Ci sono voluti due anni a muratori, artigiani e operai per costruire quello che i proprietari definiscono 'sogno realizzato'. Ha l'aspetto di un luogo in cui le considerazioni commerciali passano in secondo piano di fronte al piacere della creazione. E poi c'è la scelta di mettere a disposizione solo 9 super stravaganti suite. Ma il lusso non è nulla se paragonato alla sensazione che qualcuno ti stia dando l'accesso al mondo della fantasia.

Dai caminetti modellati con sterco di vacca e argilla alle tende di ispirazione equestre, tutto è studiato nel dettaglio. E tutto rispecchia con arte il paesaggio: le estremità arrotondate ricordano le capanne dei bishnoi, una tribù locale. L'uccello nazionale dell'India apre a ventaglio la coda ingioiellata in una parete affrescata, mentre i pavoni si aggirano tra gli alberi di acacia all'esterno. Sul lato della strada un murale ritrae una bellezza del Rajasthan che osserva eleganti donne in sari... Dire che tutto questo è fatto 'su misura' non basta a descriverlo.

"Pochi hotel sono creati senza scendere a compromessi. Il Mihir Garh è uno di questi. Non è soltanto un luogo unico in cui alloggiare. È uno scrigno delle tradizioni artistiche e architettoniche del Rajasthan e di Jodhpur in particolare." - James Kay

2. Planet Baobab, Gweta, Botswana

Planet Baobab, Gweta, Botswana © Image courtesy of Uncharted Africa Safari Co.

Il Makgadigadi Pan racchiude le più vaste distese di sale del mondo - un paesaggio assetato, che induce al miraggio, sotto cieli blu. A metà strada lungo la strada che attraversa questo territorio lunare, troneggia la statua di un formichiere. Visione surreale e segnaposto appropriato per il Planet Baobab, che deve il nome agli alberi che dominano le sue capanne africane.

I sentieri si snodano tra gli alberi, i tronchi e i rami sono illuminati dalla notte africana e una piscina con ristorante ti aspetta nella boscaglia. Gli elefanti si abbeverano alla pozza d'acqua insieme a più consueti cavalli, vacche e asini del villaggio vicino - tutto assume un che di esotico nel suggestivo tramonto del Kalahari. Planet Baobab organizza ottime escursioni tra le distese di sale, compresa una notte sotto le stelle che si conclude all'alba incontrando i suricati.

"Ho visitato il Planet Baobab in un'escursione di tre giorni dal Delta dell'Okavango. Vedere i leoni in quello scenario è stato certamente memorabile e ho amato gli arredi afro-punk del lodge." - James Bainbridge

3. Prendiparte Bed and Breakfast, Bologna

Prendiparte B&B, Bologna, Italy © Prendiparte B&B

Un 'grattacielo' medievale trasformato in romantico rifugio, Torre Prendiparte non assomiglia a nessun altro luogo in cui sei stato. Perché qui non avrai una stanza, ma un'intera torre vecchia 900 anni. Alta 60 metri, è la seconda più alta di Bologna, ed una delle 20 circa arrivate fino a noi dal Medioevo. È stata costruita come baluardo difensivo per la potente famiglia Prendiparte, poi divenne un seminario e nel Settecendo servì da prigione. L'area abitabile si trova i primi due piani e comprende un soggiorno arredato con mobili classici, una stanza da letto e una cucina. Sopra c'è una vecchia cella in cui si vedono ancora i graffiti lasciati dai prigionieri sulle pareti spesse due metri. Salendo ancora, c'è un terrazzino con meravigliosa vista sullo skyline di Bologna.

"Come molte persone, sono rimasto sbalordito dalla Torre. Mi ricordo ciò che ho provato salendo le sue ripide scale, pensando a quanto sarebbe stato bello avere questo posto tutto per me, anche solo per una notte." - Duncan Garwood.

4. Qasr Al Sarab, 4. Qasr Al Sarab, Emirati Arabi Uniti

Qasr Al Sarab, UAE © Anantara Hotels and Resorts.
 

Sorgendo dalle instabili sabbie, il Qasr Al Sarab sembra un miraggio al confine del deserto del Quarto Vuoto. Visto da fuori, le sue alte mura merlate ricordano un'antica fortezza. All'interno, le stanze ti conducono in un sogno arabo, con arredi sontuosi, fregi islamici, porte in legno e lanterne di metallo lavorato. Nella sala da lettura si torna indietro al tempo in cui da queste parti c'erano solo mercanti di datteri e beduini.

Le attività organizzate dal resort ti portano a stretto contatto con la cultura locale. Fatti dipingere le mani di henné e impara tutto sull'allevamento dei levrieri saluki, quindi avventurati su per le dune alte 300 metri a dorso di cammello o in fuoristrada.

A fine giornata, la cena sarà lussuosa a bordo della piscina o sui comodi divani del terrazzo. Puoi anche optare per una festa beduina sulla sabbia. A soli 200 km da Abu Dhabi, questo resort del deserto gestito da Anantara è un mondo a parte.

"Nella nostra visita al Qasr al Sarab, ci siamo fermati su una duna lontana a parlare con un falconiere la cui famiglia fa quel mestiere da quattro generazioni, mentre il giovane rampollo giocava nei paraggi. Custodire e testimoniare il potere di questi splendidi animali era per loro un valore supremo." - Lisa Dunford.

5. Cradle Mountain Lodge, Tasmania, Australia

Un soggiorno al Peppers Cradle Mountain Lodge ti porta a contatto col cuore selvaggio della Tasmania, in un lusso che sembra naturale come ciò che ti circonda. Le stanze sono isolate e nascoste nel bush, con wallaby che sfilano alle finestre e wombat tra gli alberi. Nel menu del ristorante, uno dei migliori dell'isola, dominano vino, formaggio e miele. Dalla spa si gode della vista di una fitta boscaglia dell'endemico pino King Billy. La tua immersione nella Tasmania selvaggia sarà totale, se non verrai spennato dal servizio a cinque stelle.

Si può scegliere tra stanze per coppie o per famiglie, fino a suite con vasche da bagno private e all'aperto e caminetti. Ma non si viene a Cradle Mountain solo per il relax: ci sono sentieri che iniziano subito all'esterno del lodge, al confine con il Cradle Mountain-Lake St. Clair National Park. Il tranquillo Dove Lake è a pochi minuti di macchina, circondato dal profilo della Cradle Mountain. Per uno sguardo ravvicinato agli animali autoctoni più famosi della Tasmania, c'è il Devils@Cradle sanctuary, non lontano dal lodge.

"Gli animali selvatici si osservano meglio da una vasca da bagno all'aperto. Non fraintendetemi, ero felice di essermi sfiancata in lunghe escursioni nel parco nazionale e ho anche apprezzato il clima struggente di Cradle Mountain. Ma l'emozione di avvistare echidna e piccoli marsupiali come i pademelon (canguri in miniatura) dalle acque setose di un bagno tutto per sé non si dimentica." - Anita Isalska

6. Free Spirit Spheres, British Columbia, Canada

Free Spirit Spheres, British Columbia, Canada © Tom Chudleigh/ Free Spirit Spheres

Sospesa tra gli alberi tra le rupi, le Free Spirit Spheres di Vancouver Island sembrano enormi globi sospesi nelle foreste della British Columbia. L'interno, a cui si accede da scale a chiocciola e da ponticelli in acciaio, è confortevole come la cabina di una nave, con letti e servizi.

Anche se sono dotate di tutte le comodità, comprese le casse per iPod, queste case sugli alberi simili a bolle ti invitano soprattutto a comunicare con gli uccelli e gli scoiattoli di questo mondo naturale.

Non si tratta solo di vivere come passeri nel nido, tuttavia. Al piano terra si trovano docce, sauna, cucina - che comprende il barbecue, ma anche sentieri che ti porteranno verso lo stagno e nella foresta circostante.

"Una sbalorditiva fuga dalla città: i miei risvegli alle Free Spirit Spheres erano una sinfonia di canti d'uccelli - compresa la ghiandaia di Steller che mi osservava dalla finestra" - John Lee

7. Taşkonak Hotel, Göreme, Turchia

Taskonak Hotel, Goreme, Cappadocia, Turkey © Jeanna Nash, courtesy of Taşkonak

Per chi vuole scoprire un modo moderno di vivere la Cappadocia dei trogloditi, gli hotel nelle grotte di Göreme sono un'ottima scelta. Il Taşkonak Hotel è ricavato nel fianco di una collina: quella che era un tempo un'abitazione è stata trasformata in un tranquillo rifugio a prezzi ragionevoli.

Il piccolo hotel abbonda di fascino rustico. Le 10 stanze (5 sono ricavate nelle grotte) traboccano di stile rurale della Cappadocia. Scegline una e vivi una perfetta esperienza trogloditica. La colazione è a base di specialità caserecce e la consumerai in una terrazza dalla splendida vista: quella del paesaggio che ha procurato a questa regione l'inserimento nella lista dei Patrimoni dell'Umanità dell'UNESCO. Ciò che rende unico il luogo è però l'atmosfera familiare e la gentilezza dei gestori, sempre pronti a darti una mano.

"Göreme ha decine di hotel in grotta, ma al Taşkonak riescono a farti apprezzare la stupenda Cappadocia senza stravolgere il tuo budget" - Jess Lee

8. Thonga Beach Lodge, iSimangaliso Wetland Park, Sudafrica

Thonga Beach Lodge, iSimangaliso Wetland Park, South Africa © Thonga Beach Lodge

Non manca nulla in questo hotel di lusso sulla spiaggia. Nemmeno il rispetto per l'ambiente. Ed è uno dei pochi lodge di questo tipo che si incontrano nello iSimangaliso Wetland Park (328.000 ettari), un sito tutelato dall'UNESCO. Le sue ampie capanne sono disseminate nella foresta e alcune hanno panorami splendidi sull'Oceano Indiano. All'interno c'è un mix di stile newyorkese e africano con tutte le comodità. Le balene incrociano spesso al largo e le testuggini nidificano sulle vicine spiagge.

Se ami lo sport puoi andare in canoa sul Lake Sibaya o fare immersioni; se preferisci il relax ci sono spa e ampie spiagge bianche. Per i foodie, la cucina del lodge serve pescato e insalate in abbondanza.

"Per me, non va persa l'escursione a piedi con la guida locale, Eugene, la cosa più vicina a un David Attenborough africano. Sa ricavare di tutto dal legno di mogano e dallo sterco di coleotteri. Dopo essere stata messa in guardia sul veleno del serpente verde della vite, mi sono compiaciuta di avvistarne uno poco dopo." - Kate Armstrong

9. Saugerties Lighthouse, New York State, Stati Uniti

Saugerties Lighthouse, New York state, USA © Saugerties Lighthouse.

Il Saugerties Lighthouse è uno storico luogo del 1869 perfetto per esplorare la Hudson Valley. Si trova 100 miglia a nord di NYC. Questo faro in mattoni rossi ha giocato un ruolo fondamentale per la salvezza dei battelli a vapore e per tutti gli altri navigli che per decenni si sono avventurati lungo l'Hudson River. Più recentemente (a metà degli anni '90), il faro è stato trasformato in un Bed and Breakfast di due stanze. È diventato un baluardo di qualcos'altro: della quiete. Le sue stanze hanno un tocco americano: mobili antichi, trapunte copriletto - e una luce naturale che non manca mai, con finestre che danno sul fiume (la West Room ha una veduta delle Catskill Mountains).

Non c'è aria condizionata, ma la brezza del fiume porta via il caldo. Per raggiungere il faro, si cammina per mezzo miglio attraverso un verde acquitrino circondati dal canto degli uccelli all'alba e al crepuscolo.

"Tutti possono visitare il faro, ma per apprezzare l'atmosfera consiglio di soggiornare almeno una notte. Guardare il gioco di luci sul fiume al tramonto e ascoltare il canto degli uccelli all'alba è qualcosa che non si dimentica per secoli." - Regis St. Loui

10. The Gibbon Experience Treehouse, Bokeo Reserve,

The Gibbon Experience Treehouse, Bokeo Reserve, Laos CREDIT Richard Waters / Lonely Planet

Immagina di camminare ascoltando il verso del gibbone dal ciuffo, un animale a rischio di estinzione, di stirarti nel letto sospeso sulla sommità degli alberi e di assaporare un caffè dal 'balcone' mentre ammiri la jungla ammantata di nebbia sottile. Le case sugli alberi create dal gruppo di conservazione Animo sono una meraviglia architettonica adagiata sui giganteschi tronchi del Ficus Aurea.

Ma la cosa ancora più straordinaria è che per raggiungere questa vertigine dovrai fare trekking nel reame della tigre e affrontare un po' di divertenti zip line tra le sommità degli alberi. Anche la cena sarà in stile, portata da un bivacco vicino da un ex bracconiere convertito in guida. La musica è offerta dalle cicale e la luce dalle lucciole. Divertimenti? Gli amici viaggiatori, una candela e una storia da raccontare.

"Senza dubbio le due notti più magiche che io abbia trascorso in questo paese davvero speciale" Richard Water