Lesotho:

    Introduzione

    foto di Di Jones

    DOCUMENTI PER I VIAGGI ALL'ESTERO DEI MINORI

    A partire dal 26 giugno 2012, tutti i minori potranno viaggiare in Europa e all'estero solo se muniti di un proprio documento di riconoscimento (carta d'identità, passaporto individuale, lasciapassare per l'espatrio di minori di 15 anni). Non sono pertanto più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori (al contempo tali documenti rimangono comunque validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza). Maggiori informazioni sono presenti sul sito della Polizia di Stato.


    In virtù del suo isolamento, il Lesotho è riuscito a stare alla larga dalle guerre, dal razzismo e dall'instabilità politica che hanno afflitto gran parte del continente africano nel XX secolo. Chiuso su tutti i lati dal Sudafrica, da cui è separato da imponenti catene montuose, questo paese presenta una sorprendente mescolanza di modernità e cultura antica. Le persone che lo visitano in genere lo aggiungono come appendice a un viaggio in Sudafrica scoprendo un vero paradiso dove rilassarsi dopo aver saggiato le tensioni del post-apartheid.

    Benché sia un paese del terzo mondo che lotta per la sopravvivenza, come sempre in Africa, il Lesotho si è guadagnato una buona reputazione nel settore turistico. I trasporti pubblici, i trekking e i viaggi organizzati sono affidabili e gli abitanti locali sempre disponibili a dare una mano agli stranieri. Dopo essere passato più volte dal controllo degli inglesi a quello dei boeri e viceversa per quasi duecento anni, il suo cammino verso l'autodeterminazione è stato relativamente semplice. Benché la stabilità sia ancora minata da manovre politiche interne, sembra improbabile che questa situazione possa avere conseguenze negative o violente.

    Foto dei viaggiatori - Lesotho


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati