Etiopia:

    Introduzione

    foto di Frances Linzee Gordon


    Avvertenza...
    I viaggi verso il confine eritreo, soggetto al controllo militare, nella regione del Tigray e di Afar, dovrebbero essere evitati, perché sono sempre possibili azioni di rappresaglia. Il confine stesso, del resto, è chiuso al transito.

    Tensioni etniche affliggono la regione occidentale del paese. I posti di confine con Kenya, Somalia e Sudan sono potenzialmente pericolosi.



    Prima di partire, raccogliete informazioni approfondite presso la vostra agenzia di viaggi di fiducia e registrate i dati relativi al vostro viaggio sul sito www.dovesiamonelmondo.it.

    DOCUMENTI PER I VIAGGI ALL'ESTERO DEI MINORI

    A partire dal 26 giugno 2012, tutti i minori potranno viaggiare in Europa e all'estero solo se muniti di un proprio documento di riconoscimento (carta d'identità, passaporto individuale, lasciapassare per l'espatrio di minori di 15 anni). Non sono pertanto più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori (al contempo tali documenti rimangono comunque validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza). Maggiori informazioni sono presenti sul sito della Polizia di Stato.


    All'udire la parola Etiopia, purtroppo la maggior parte delle persone pensa ai lunghi periodi di carestia che colpirono il paese africano nell'ultimo quarto del Novecento, causando la morte di centinaia di migliaia di persone. La fame e i problemi causati dall'arretratezza economica restano ben vivi, ma l'Etiopia merita di essere ricordata (e visitata!) anche per altri motivi. Non solo perché le scoperte archeologiche degli ultimi 40 anni hanno dimostrato come questa regione sia stata la 'culla dell'umanità', ma anche perché l'Etiopia è l'unico paese dell'Africa a non aver perso la propria indipendenza nel periodo coloniale (1870-1914), quando le potenze europee si spartirono gran parte del territorio africano. Ancora oggi, il popolo etiope è orgoglioso della propria tradizione di indipendenza. Oltre che per gli aspetti politici, questo paese africano ricco di storia e di cultura si distingue anche per la religione cristiana ortodossa, che gli etiopi sono riusciti a mantenere nonostante nel VII secolo tutti i paesi limitrofi abbiano abbracciato l'islamismo.

    Viaggiare in Etiopia non è facilissimo: le infrastrutture turistiche sono piuttosto scarse e potete anche dimenticare la vostra posta elettronica. Ciononostante, il paesaggio è favoloso, la gente è ospitale, esiste un tangibile senso della storia e non dovrete preoccuparvi delle orde di turisti infervorati. Senza dimenticare che i costi del viaggio, per gli occidentali, sono ancora molto bassi.

    Articoli correlati


    Gennaio 2014: festival in viaggio. Dal Benin al Giappone
    Di che cosa hai bisogno per iniziare l'anno? In questo articolo troverai l'intensitÓ del voodoo in Benin, buona musica in Scozia, i riti ancestrali dell'Etiopia e molto altro. Tutto lungo le strade tracciate dai festival da vivere in viaggio nel mese di gennaio.
    Leggi l'articolo completo >

    Le destinazioni pi¨ convenienti nel 2014 secondo Best in Travel
    Ogni cosa ha un prezzo, ma se si fanno le scelte giuste il denaro investito si trasforma in valore. La teoria Ŕ collaudata e queste 10 destinazioni sono un invito a metterla alla prova. Farai incetta di bei ricordi che ti terranno compagnia per anni.
    Leggi l'articolo completo >

    Forum - Etiopia - Idee e consigli dai viaggiatori

    Dancalia
    Giugno 2014

    Lettere - Etiopia - Suggerimenti, mete, curiositÓ

    Guida turistica in Etiopia
    di Maria Grazia Pricca
    Febbraio 2012
    Agenzia viaggi ad Addis Abeba
    di Giovanni Agerato
    Gennaio 2011
    In Etiopia, con la sedia a rotelle
    di Anna Grazia Giulianelli
    Novembre 2010
    Nel deserto della Dancalia
    di Eleonora De Pisa
    Luglio 2010
    FACCHINI ALL'AEROPORTO DI ADDIS ABEBA
    di Paolo Caneva
    Novembre 2009

    Foto dei viaggiatori - Etiopia


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati