Top 10 Regioni

1. Belfast e la Causeway Coast

Irlanda del Nord

La trasformazione di Belfast negli ultimi vent’anni è stata davvero notevole. Quella che un tempo era una città pattugliata da truppe armate e afflitta dalla violenza delle fazioni in conflitto è oggi ricca di quartieri trendy che traboccano di bar, ristoranti e locali per tutti i gusti. La vecchia zona portuale è diventata il vivace Titanic Quarter, che ospita appartamenti eleganti e un sensazionale museo. A nord si estende la Causeway Coast, la cui bellezza senza tempo e le eccellenti attrattive – il golf, il whiskey e rocce tra le più famose del mondo – godono di una sempre maggiore popolarità.

La Giant’s Causeway, a nord di Belfast nella conta di Antrim, è forse l’icona più rinomata d’Irlanda © Stuart Stevenson Photography / Moment RF / Getty Images La Giant’s Causeway, a nord di Belfast nella conta di Antrim, è forse l’icona più rinomata d’Irlanda © Stuart Stevenson Photography / Moment RF / Getty Images

2. Alaska

Stati Uniti

Lo spettacolare scenario naturale unito a uno spirito indomito fa dell’Alaska la meta ideale per gli amanti dell’avventura. Esiste forse un altro posto dove si possano trascorrere giornate estive di 20 ore affrontando montagne innevate, cercando di avvistare i grizzly o seguendo le rotte della corsa all’oro del Klondike? Grazie al maggior numero di voli da molte città nordamericane ed europee,  l’Alaska non è mai stata così facile da raggiungere. Di recente le principali compagnie di crociere hanno annunciato che offriranno navi più grandi e una scelta più ricca. Gli operatori minori, come Alaskan Dream Cruises, stanno ampliando gli itinerari per dare maggiori opportunità di avvistare aquile di mare, megattere e fiordi costellati di ghiacciai.

SUP tra i ghiacci sul Bear Lake, nel Kenai Fjords National Park © James and Courtney Forte / Aurora Open / Getty Images SUP tra i ghiacci sul Bear Lake, nel Kenai Fjords National Park © James and Courtney Forte / Aurora Open / Getty Images

3. Alpi Giulie

Slovenia

Con il fascino naturale di Chamonix o Zermatt – ma meno affollate – le Alpi Giulie sono un paradiso montano in un angolo d’Europa a volte trascurato. Oltre due terzi della regione sono protetti dal Parco Nazionale del Triglav, secondo direttive che non solo mettono un freno allo sviluppo edilizio sulle montagne, ma assicurano anche che le migliorie alle infrastrutture locali siano effettuate secondo progetti graduali studiati accuratamente. Un tempo adatte solo ai viaggiatori intrepidi, oggi le Alpi Giulie stanno lentamente aprendosi a visitatori di ogni tipo. Sono sempre più numerosi gli operatori locali che abbinano trekking emozionanti a soggiorni in eleganti case dei pastori.

Costruita su un’isolotto nel centro del Lago di Bled, la barocca Chiesa dell’Assunzione si può raggiungere con la pletna, una tradizionale imbarcazione slovena © ZM Photo / Shutterstock Costruita su un’isolotto nel centro del Lago di Bled, la barocca Chiesa dell’Assunzione si può raggiungere con la pletna, una tradizionale imbarcazione slovena © ZM Photo / Shutterstock

4. Languedoc-Roussillon

Francia

Le attrattive del sud della Francia sono numerose ed eclettiche: spiagge bianche, mari azzurri, mercati rurali, colline ricoperte di boscaglia. Ma per troppo tempo la Provenza e la Costa Azzurra hanno monopolizzato la scena, e il 2018 potrebbe essere l’anno della ribalta per la regione meno conosciuta del Languedoc-Roussillon. Attualmente sono in costruzione due nuovi e modernissimi musei che faranno diventare famoso questo infuocato angolo di Francia – anche se chiunque abbia assaggiato la favolosa cucina e gli eccellenti vini della regione non avrà certo bisogno di un ulteriore motivo per visitarla.

La cattedrale fortificata di Saint-Nazaire a Béziers, risalente al XIII secolo, domina il fiume Orb © 7Horses / Shutterstock La cattedrale fortificata di Saint-Nazaire a Béziers, risalente al XIII secolo, domina il fiume Orb © 7Horses / Shutterstock

Best in Travel 2018

Il meglio del meglio

L’esperienza, la passione, i chilometri percorsi dallo staff, dagli autori e dalla comunità dei viaggiatori Lonely Planet vi offrono spunti per viaggiare un anno intero fuori dall’ordinario e vivere momenti indimenticabili.

Scontato del 15% (fino al 10 Dicembre 2017)

5. Penisola di Kii

Giappone

Il Giappone è la meta del momento. Il numero di visitatori è raddoppiato negli ultimi tre anni e si prevede che aumenterà ancora. Ora che il mondo ha scoperto questo splendido paese, bisogna iniziare a esplorare le sue regioni meno note. La Penisola di Kii, che si protende nell’Oceano Pacifico a sud delle grandi mete turistiche di Kiōto e Ōsaka, offre molte delle attrattive più rinomate del Giappone: santuari scintoisti e templi buddhisti, sublimi scenari naturali e sorgenti termali fumanti, cultura tradizionale e comodità moderne - ma senza le folle di turisti. Almeno per il momento, dato che la penisola di Kii sta iniziando a farsi notare, anche perché viaggiare in questa regione è molto facile.

Le cascate di Nachi, alte 133 m, accanto alla pagoda del tempio buddhista Seiganto-ji Le cascate di Nachi, alte 133 m, accanto alla pagoda del tempio buddhista Seiganto-ji

6. Isole Eolie

Italia

Situate nel Mar Tirreno, non lontane dalla punta dello stivale, le fotogeniche Eolie sono il paradiso dello slow travel. Queste sette incantevoli isole regalano sublimi paesaggi marini, coni vulcanici, spiagge di sabbia nera e alcuni dei sentieri costieri e dei fondali più belli d’Europa. Rimaste per lungo tempo al di fuori degli itinerari turistici internazionali, le Eolie hanno iniziato a richiamare viaggiatori stranieri in cerca di una vacanza mediterranea conveniente. Perfino Alicudi, l’avamposto più remoto dell’arcipelago, registra un afflusso di turisti a piedi, quindi il 2018 potrebbe essere la vostra ultima occasione per evitare la folla.

La vista di Vulcano dalla costa occidentale di Lipari, nell’idilliaco arcipelago delle Eolie © Matt Munro / Lonely Planet La vista di Vulcano dalla costa occidentale di Lipari, nell’idilliaco arcipelago delle Eolie © Matt Munro / Lonely Planet

7. Stati Uniti del Sud

Nel 2018 ricorrono 50 anni dall’assassinio di Martin Luther King a Memphis, un anniversario che ha ispirato l’inaugurazione di numerose attrazioni dedicate ai diritti civili. Tra queste spicca il Memorial to Peace and Justice a Montgomery, Alabama, straordinaria struttura di colonne sospese che commemora le 4000 vittime documentate di linciaggi della nazione. La casa in cui King nacque ad Atlanta è in corso di ristrutturazione e sarà aperta al pubblico, e il motel dove fu ucciso – oggi trasformato nel National Civil Rights Museum – ospiterà poetry slam, concerti e molto altro. Nel frattempo New Orleans compie 300 anni e festeggerà con eventi speciali che si protrarranno per tutto il 2018.

Il National Civil Rights Museum di Atlanta è costruito attorno al vecchio Lorraine Motel, luogo dove fu assassinato Martin Luther King © f11photo / Shutterstock Il National Civil Rights Museum di Atlanta è costruito attorno al vecchio Lorraine Motel, luogo dove fu assassinato Martin Luther King © f11photo / Shutterstock

8. Lahaul e Spiti

India

Se vi piacciono le montagne imponenti, le strade accidentate e i paesaggi con un che di sovrannaturale, allora queste valli sferzate dal vento poste a est e a ovest di Keylong saranno per voi un piccolo angolo di paradiso. Riparati dalle piogge dalle alte vette dell’Himalaya, gli aridi calanchi color ocra dello Spiti nascondono alcuni dei tesori più spettacolari di arte buddhista, mentre il più rigoglioso Lahaul offre templi poco visitati e un itinerario secondario verso il Kashmir considerato una delle strade più pericolose al mondo. Spesso ignorata dai viaggiatori diretti verso il Ladakh, questa regione selvaggia e magnifica sta finalmente iniziando a ricevere l’attenzione che merita. Visitatela subito, prima che diventi solo un’altra tappa verso l’Himalaya.

Splendido nel suo isolamento su una pianura alluvionale a nord di Kaza, il Ki Gompa è il monastero buddhista più grande dello Spiti © Arun Bhat / 500px Splendido nel suo isolamento su una pianura alluvionale a nord di Kaza, il Ki Gompa è il monastero buddhista più grande dello Spiti © Arun Bhat / 500px

9. Bahia

Brasile

Bahia ha sempre avuto un grande fascino. Situata sulla costa nord-orientale del Brasile, è un paradiso tropicale di spiagge di sabbia bianca e limpide acque azzurre, isole circondate da barriere coralline, piantagioni di cacao e il Parque Nacional da Chapada Diamantina, famoso per le sue cascate. Ma lo scenario naturale di Bahia è improvvisamente più accessibile ai turisti grazie ai lavori di ammodernamento eseguiti a Salvador – città coloniale portoghese che è anche la capitale dello stato – dopo che la città fu scelta come una delle sedi dei mondiali di calcio del 2014. Questo è davvero il momento migliore per esplorare la culla della cultura afrobrasiliana.

Salvador de Bahia, nata da un bell’insediamento coloniale portoghese sul mare, è la terza città più popolosa del Brasile, con quasi 3 milioni di abitanti © jeilson / iStockphoto / Getty Images Salvador de Bahia, nata da un bell’insediamento coloniale portoghese sul mare, è la terza città più popolosa del Brasile, con quasi 3 milioni di abitanti © jeilson / iStockphoto / Getty Images

10. Los Haitises

Repubblica Dominicana

Sul lato meridionale della Bahía de Samaná, il Parque Nacional Los Haitises (1375 kmq) è un mosaico di isolette scoscese, canali azzurri e foreste rigogliose. Addentratevi in questo ecosistema che sembra uscito dalla preistoria e vi ritroverete nel cuore della storia culturale della Repubblica Dominicana. Los Haitises non è una meta sconosciuta, ma il numero dei visitatori è in aumento e nei dintorni sono in corso progetti per la costruzione di alcuni grandi hotel, quindi cercate di andarci prima che diventi troppo affollata. Un programma di sviluppo sostenibile potenzierà le infrastrutture e la tutela del parco, migliorando sentieri e servizi.

Los Haitises, gioiello lussureggiante nel nord della Repubblica Dominicana, è diventato un parco nazionale nel 1976 © Gueholl / E+ / Getty Images Los Haitises, gioiello lussureggiante nel nord della Repubblica Dominicana, è diventato un parco nazionale nel 1976 © Gueholl / E+ / Getty Images

Scopri le altre classifiche

Top 10 Paesi

I paesi da visitare nel prossimo anno

Top 10 Città

Le 10 città da non perdere nel 2018

Le destinazioni più convenienti

Dove andare senza spendere una fortuna