Top 10 Paesi

1. Cile

ll Cile è un lembo di terra lungo e stretto, isolato dal resto del Sud America (anzi, del mondo) dalle imponenti Ande a est, dal vasto Oceano Pacifico a ovest, dall’arido deserto di Atacama a nord e dalle lande selvagge della Patagonia all’estremo sud. Nel 2018 tutti i cileni, dalle propaggini più remote fino alla capitale, la sempre più trendy Santiago, situata nel cuore del paese, si uniranno nei festeggiamenti per celebrare i 200 anni dell’indipendenza del paese. Grazie ai nuovi voli non-stop da Londra e da Melbourne, ora è molto più facile prendere un aereo, alzare un bicchiere di pisco sour e brindare insieme a loro.

Il fiume Paine sullo sfondo delle imponenti vette del Massiccio del Paine, nel Parque Nacional Torres del Paine, grande attrattiva naturale della Patagonia cilena © Matt Munro / Lonely Planet Il fiume Paine sullo sfondo delle imponenti vette del Massiccio del Paine, nel Parque Nacional Torres del Paine, grande attrattiva naturale della Patagonia cilena © Matt Munro / Lonely Planet

2. Corea del Sud

La Corea del Sud è un concentrato di modernità asiatica. I grattacieli svettano nella futuristica capitale, Seoul, dove nel 2017 è stato inaugurato Skygarden Seoullo 7017, grandioso progetto di riqualificazione che ha convertito il viadotto di una superstrada in disuso in un parco sopraelevato pieno di caffè, bar e biblioteche. La Corea del Sud ospiterà le Olimpiadi invernali del 2018 nella contea di Pyeongchang, che sarà collegata al resto del paese da nuovi treni ad alta velocità. Indossate cappello e guanti per assistere ai Giochi e applaudire i campioni, oppure aspettate la bella stagione e godetevi le attrattive della montagna e la vivacissima vita notturna.

Tradizione e modernità convivono nella capitale della Corea del Sud, Seoul © uschools / E+ / Getty Images Tradizione e modernità convivono nella capitale della Corea del Sud, Seoul © uschools / E+ / Getty Images

3. Portogallo

Il Portogallo è uscito dall'ombra della confinante Spagna e ha conquistato le luci della ribalta come dinamico centro artistico, culturale e culinario. Negli ultimi due anni sono stati aperti numerosi musei dal design originale, i microbirrifici vanno per la maggiore e celebri chef stanno contribuendo a un fermento gastronomico che va da Lisbona alle scintillanti spiagge dell’Algarve (nel 2017 sette ristoranti del paese hanno conquistato la stella Michelin). Al fascino del Portogallo contribuiscono i prezzi ragionevoli e le bellezze naturali: nel 2016 oltre 300 spiagge si sono aggiudicate l’ambita Bandiera Blu e sono state create due nuove riserve della biosfera. Logico che tutti parlino di questa piccola nazione marinara.

Il Castello moresco di Sintra, costruito in cima a un colle tra l’VIII e il IX secolo © saiko3p / Shutterstock Il Castello moresco di Sintra, costruito in cima a un colle tra l’VIII e il IX secolo © saiko3p / Shutterstock

4. Gibuti

Situata in una posizione unica, questa piccola nazione sorge sull’intersezione di tre placche tettoniche divergenti. Il magma ribolle sotto la crosta terrestre sempre più sottile, paesaggi desertici quasi marziani esalano gas dalle fumarole e le sponde di laghi posti sonoro il livello del mare sono rivestite di grandi cristalli di sale scintillanti. In termini geologici, è un finale in volata. Ma in termini umani, è una spettacolare scena al rallentatore, un motivo per fare programmi di viaggio, non per annullarli. La cultura inebriante, le spiagge invitanti e le favolose immersioni tra gli squali balena offrono altri motivi per salire su un aereo o sul nuovissimo treno e assistere agli spettacoli più violenti di Madre Natura nel 2018.

Allevatori di cammelli trasportano fronde di palme nei pressi del Lago Assal, il punto più basso del continente africano © VUSLimited / iStockphoto / Getty Images Allevatori di cammelli trasportano fronde di palme nei pressi del Lago Assal, il punto più basso del continente africano © VUSLimited / iStockphoto / Getty Images

Best in Travel 2018

Il meglio del meglio

L’esperienza, la passione, i chilometri percorsi dallo staff, dagli autori e dalla comunità dei viaggiatori Lonely Planet vi offrono spunti per viaggiare un anno intero fuori dall’ordinario e vivere momenti indimenticabili.

Scontato del 15% (fino al 10 Dicembre 2017)

5. Nuova Zelanda

Venticinque anni fa, molto prima di diventare la Terra di Mezzo, la Nuova Zelanda iniziò ad attirare gli amanti dell’avventura. Una splendida rete di nove sentieri, le Great Walks, promosse l’esplorazione della straordinaria topografia del paese, portando gli escursionisti tra alcuni degli scenari selvaggi più belli del mondo. Per la prima volta da quando la rete fu inaugurata, è aperta una nuova Great Walk. Il Paparoa Track e il Pike 29 Memorial Track, che commemora i 29 minatori morti nel 2010, formeranno un magnifico sentiero da percorrere in più giorni attraverso la selvaggia e meravigliosa costa ovest della South Island. Gli escursionisti potranno avere un assaggio del grandioso scenario di questo percorso grazie ai quattro sentieri esistenti.

Ottava meraviglia del mondo? Secondo Rudyard Kipling era il Milford Sound, sulla costa occidentale della South Island, in Nuova Zelanda © Marconi Couto de Jesus / Shutterstock Ottava meraviglia del mondo? Secondo Rudyard Kipling era il Milford Sound, sulla costa occidentale della South Island, in Nuova Zelanda © Marconi Couto de Jesus / Shutterstock

6. Malta

La lunga storia di questo arcipelago nel Mediterraneo è evidente nei templi megalitici in cima alle colline, nelle fortificazioni costiere del XVII secolo e nel dedalo di gallerie sotterranee, dalle catacombe ai rifugi antiaerei. Malta vanta un patrimonio secolare, se non millenario, ma ora questa minuscola nazione sta vivendo un momento particolarmente intenso in vista del 2018, anno in cui Valletta sarà capitale europea della cultura. Preparatevi a godere di festival di arte barocca, musica pop e cinema internazionale, una biennale di arte contemporanea, ma anche uno stile di vita informale plasmato dalla vicinanza al mare e alle spiagge e da un clima che regala più di 300 giorni di sole all’anno.

Caratteristiche case in stile maltese nelle vie di Valletta, capitale europea della cultura nel 2018 © liseykina / iStockphoto / Getty Images Caratteristiche case in stile maltese nelle vie di Valletta, capitale europea della cultura nel 2018 © liseykina / iStockphoto / Getty Images

7. Georgia

In questo crocevia del Caucaso meridionale la storia non è una cosa del passato, ma ispira tutte le mosse che la Georgia compie sul complesso scacchiere odierno. Questo è un paese proiettato verso il futuro ma orgoglioso delle proprie tradizioni, dove antiche ricette vengono tramandate in taverne fuori mano in cui si levano i calici in onore di eroi vecchi e nuovi.  La Georgia è talmente orgogliosa dei suoi vini che spesso i funzionari dell’immigrazione accolgono i viaggiatori all’aeroporto con una bottiglia di rosso dopo aver apposto il timbro sul passaporto. Un secolo fa, sulla scia della rivoluzione russa, la Georgia godette di una breve indipendenza: un motivo in più per brindare nel 2018.

Costruita come cittadella persiana nel IV secolo, la Fortezza di Narikala domina la struttura labirintica della Città Vecchia di Tbilisi © Aaron Geddes Photography / Moment Open / Getty Images Costruita come cittadella persiana nel IV secolo, la Fortezza di Narikala domina la struttura labirintica della Città Vecchia di Tbilisi © Aaron Geddes Photography / Moment Open / Getty Images

8. Mauritius

Quest’isola paradisiaca da opuscolo turistico è giustamente famosa per le acque di un blu abbagliante e i lussuosi resort sulla spiaggia, dove i divertimenti acquatici includono immersioni sulla barriera corallina, kitesurf, kayak in mare e crociere nella laguna. In epoca coloniale Mauritius era nota come “Stella e Chiave dell’Oceano Indiano” per la sua posizione strategica. Oggi, grazie all’impegno del governo per fare dell’isola un hub dei voli verso l’Africa continentale, Mauritius è servita da nuovi collegamenti, tra cui voli da Amsterdam di Air Mauritius e KLM. Nel 2018 l’isola festeggerà i 50 anni di indipendenza puntando i riflettori sulle glorie del passato.

Una classica immagine mozzafiato di Mauritius, nazione insulare che quest’anno festeggia 50 anni di indipendenza dal Regno Unito © Claire Willans / 500px Una classica immagine mozzafiato di Mauritius, nazione insulare che quest’anno festeggia 50 anni di indipendenza dal Regno Unito © Claire Willans / 500px

9. Cina

Il paese più popoloso del mondo è vasto, magnifico e ricco di mistero e avventura. Dal 2016 la Cina ha creato la rete ferroviaria ad alta velocità più estesa del pianeta. Negli ultimi anni il palazzo imperiale di Běijīng – la Città Proibita – è stato sottoposto a restauro, e ora quattro padiglioni in precedenza inaccessibili sono aperti al pubblico. La gigantesca Shanghai Tower accoglie i visitatori sulla terrazza panoramica più alta del mondo, e alla fine del 2017 nella città cosmopolita di Shēnzhèn è stato inaugurato il polo culturale Design Society, che include un museo nato in collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra. La Cina del XXI secolo non si può ignorare, quindi salite su un treno ad alta velocità ed esplorate il Regno di Mezzo in chiave moderna.

L’antica pratica della pesca con il cormorano, ancora utilizzata in alcune parti della Cina: gli uccelli catturano quei pesci troppo grandi per poterli mangiare © Pacmanfrog Photo / Moment RF / Getty Images L’antica pratica della pesca con il cormorano, ancora utilizzata in alcune parti della Cina: gli uccelli catturano quei pesci troppo grandi per poterli mangiare © Pacmanfrog Photo / Moment RF / Getty Images

10. Sudafrica

Spiagge e montagne, fauna e vino, senza dimenticare la vivace cultura e la cosmopolita Cape Town: il Sudafrica è uno dei paesi più affascinanti del mondo. Quest’anno le sue numerose attrattive saranno affiancate da un programma di eventi – sportivi, culturali, artistici - in onore di Nelson Mandela, il leggendario leader di cui ricorre il centenario della nascita. L’obiettivo della rassegna è ispirare lo sviluppo di società basate sui valori, con mostre dedicate alla trasparenza, all’altruismo, al rispetto, alla passione e all’integrità. Grazie a un’offerta più ricca e interessante che mai e ai tassi di cambio favorevoli, il 2018 è un anno sensazionale per visitare il Sudafrica.

I bufali sono una vista consueta, ma che suscita sempre un certo timore, nei parchi nazionali sudafricani © MHGALLERY / iStockphoto / Getty Images I bufali sono una vista consueta, ma che suscita sempre un certo timore, nei parchi nazionali sudafricani © MHGALLERY / iStockphoto / Getty Images

Scopri le altre classifiche

Top 10 Regioni

Le migliori 10 regioni da visitare nel 2018

Top 10 Città

Le 10 città da non perdere nel 2018

Le destinazioni più convenienti

Dove andare senza spendere una fortuna