Isole Baleari:

    Introduzione

    foto di Jon Davison


    Avvertenza...
    Non tutti i paesi nei quali si può entrare con la sola carta d'identità valida per l'espatrio ammettono viaggiatori in possesso di un documento con scadenza prorogata. Inoltre, in base a una recente disposizione, alcune compagnie aeree low cost negano l'imbarco ai passeggeri che hanno una carta d'identità rinnovata con timbro di proroga, anche se le autorità del paese di destinazione ne riconoscono la validità. Tenuto conto che questo genere di normative cambia di frequente, vi invitiamo a verificarle presso le autorità diplomatico-consolari e presso le compagnie aeree, al fine di evitare spiacevoli contrattempi.

    DOCUMENTI PER I VIAGGI ALL'ESTERO DEI MINORI

    A partire dal 26 giugno 2012, tutti i minori potranno viaggiare in Europa e all'estero solo se muniti di un proprio documento di riconoscimento (carta d'identità, passaporto individuale, lasciapassare per l'espatrio di minori di 15 anni). Non sono pertanto più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori (al contempo tali documenti rimangono comunque validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza). Maggiori informazioni sono presenti sul sito della Polizia di Stato.


    Situate tra la Spagna e la costa nordafricana e circondate dalle acque del Mediterraneo, le Isole Baleari, in piena espansione turistica, sono invase ogni estate da una moltitudine di turisti di ogni nazionalità a caccia di divertimenti e da amanti del sole, oltre che da qualche visitatore in cerca di tranquillità. Non c'è da stupirsi, se si considera che le isole offrono spiagge di sabbia fine, sole cocente, ottimi ristoranti e un'esuberante vita notturna.

    Ciò che sorprende è che le quattro isole principali (Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera) abbiano mantenuto, malgrado il turismo, una certa integrità. Oltre ai bar, alle spiagge e ai divertimenti mondani non-stop, troverete cattedrali gotiche, megaliti del neolitico, villaggi di pescatori, bellissimi sentieri rurali e distese a perdita d'occhio di aranceti e uliveti. Vi accorgerete che il turismo non è riuscito a sciupare questi delicati angoli di paradiso, almeno per ora.

    Articoli correlati


    Mete del mese: la top 10 di agosto
    Nell'immaginario collettivo questo mese sinonimo di sovraffollamento, prezzi alle stelle e, con un po' di sfortuna, di qualche coda in autostrada. Questa top ten dedicata a sfatare (ed a evitare) tutto questo. E anche quando si parla di destinazioni molto battute, si indica sempre una via di fuga verso... decongestionanti scoperte.
    Leggi l'articolo completo >

    I migliori festival estivi per il 2014
    Nei prossimi mesi l'Europa ha tutta la musica che serve per farti muovere le braccia, scuotere la testa e ballare fino all'alba. In questi festival non mancheranno le esperienze sensoriali - sole, suoni e posti da restare a bocca aperta.
    Leggi l'articolo completo >

    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati