Inghilterra:

    Introduzione

    foto di Neil Setchfield


    Avvertenza...
    Non tutti i paesi nei quali si può entrare con la sola carta d'identità valida per l'espatrio ammettono viaggiatori in possesso di un documento con scadenza prorogata. Inoltre, in base a una recente disposizione, alcune compagnie aeree low cost negano l'imbarco ai passeggeri che hanno una carta d'identità rinnovata con timbro di proroga, anche se le autorità del paese di destinazione ne riconoscono la validità. Tenuto conto che questo genere di normative cambia di frequente, vi invitiamo a verificarle presso le autorità diplomatico-consolari e presso le compagnie aeree, al fine di evitare spiacevoli contrattempi.

    DOCUMENTI PER I VIAGGI ALL'ESTERO DEI MINORI

    A partire dal 26 giugno 2012, tutti i minori potranno viaggiare in Europa e all'estero solo se muniti di un proprio documento di riconoscimento (carta d'identità, passaporto individuale, lasciapassare per l'espatrio di minori di 15 anni). Non sono pertanto più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori (al contempo tali documenti rimangono comunque validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza). Maggiori informazioni sono presenti sul sito della Polizia di Stato.


    Il XX secolo non è stato troppo clemente con l'Inghilterra: gli ultimi 100 anni hanno visto la caduta dell'impero, la perdita delle basi commerciali e l'ostinato rifiuto di un ruolo secondario nel mondo moderno: da impero coloniale a litigioso membro della Comunità Economica Europea (dal 1973), in pochi decenni. Mentre la famiglia reale ha subito un ridimensionamento, le altre istituzioni tipiche della vita inglese sono riuscite, per la maggior parte, ad andare avanti, con impassibilità e un forte senso del protocollo.

    La piacevole immagine dell'Inghilterra cristallizzatasi negli anni '30 del XX secolo, quando la vita delle comunità ruotava intorno all'ufficio postale, al pub e alla canonica locale, è stata cancellata dalla potenza del mondo moderno e dalla grande espansione delle aree suburbane. La 'nuova' Gran Bretagna annunciata dal leader laburista Blair si lascia alle spalle il periodo thatcheriano e affronta il futuro con il solito attaccamento alle tradizioni ma consapevole di dover affrontare problemi economici e sociali sempre nuovi. Rimane forte la volontà del paese di procedere per una strada di relativa indipendenza nei confronti dell'unione europea, così come forte rimane l'identità culturale dei sudditi di Sua Maestà. L'Inghilterra è un paese da visitare e da scoprire, ben al di là dei luoghi comuni.

    Articoli correlati


    Luglio: le mete del mese. Dalla Norvegia al mito di Londra
    Sei pronto a rifarti gli occhi? Dai fiordi del grande Nord alle savane della Tanzania, luglio č un mese di generosi incontri con la bellezza. E per le vie di Londra si fanno sempre incontri capaci di stregare grandi e bambini.
    Leggi l'articolo completo >

    I migliori festival estivi per il 2014
    Nei prossimi mesi l'Europa ha tutta la musica che serve per farti muovere le braccia, scuotere la testa e ballare fino all'alba. In questi festival non mancheranno le esperienze sensoriali - sole, suoni e posti da restare a bocca aperta.
    Leggi l'articolo completo >

    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati