Groenlandia:

    Introduzione

    foto di Steve Hutton

    DOCUMENTI PER I VIAGGI ALL'ESTERO DEI MINORI

    A partire dal 26 giugno 2012, tutti i minori potranno viaggiare in Europa e all'estero solo se muniti di un proprio documento di riconoscimento (carta d'identità, passaporto individuale, lasciapassare per l'espatrio di minori di 15 anni). Non sono pertanto più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori (al contempo tali documenti rimangono comunque validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza). Maggiori informazioni sono presenti sul sito della Polizia di Stato.


    Sin da quando nel XV secolo gli esploratori ritornarono dal lontano nord con racconti strambi e confusi su un'isolata regione popolata da pelosi pigmei, unicorni, visioni assillanti e cittadelle di ghiaccio, Ultima Thule è sempre stata la fantasia di tutte le fantasie. I poeti, da Virgilio a Henry Wadsworth Longfellow l'hanno celebrata in versi; la Repubblica di Weimar l'ha utilizzata come modello per una delle sue mitiche società nordico-germaniche; i gruppi rock di capelloni degli anni Settanta l'hanno usata per lanciare alla gioventù un appello alla ribellione.

    Neppure la macchina della tecnologia globale è riuscita a sminuire il mito. La Groenlandia, e in particolare la regione settentrionale di Ultima Thule, rimane una terra di proporzioni fantastiche e semimitiche. L'aurora boreale, la vasta tundra, le luccicanti colonne di ghiaccio e i mostruosi ghiacciai da cui si staccano gli iceberg sono una cosa; il freddo, gli igloo, le slitte trainate da cani e gli inuit proverbialmente silenziosi un'altra. Ma una terra con un'atmosfera che provoca miraggi, in grado di far apparire un'intera città dal nulla non può che meritare una visita.

    Foto dei viaggiatori - Groenlandia


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati