Armenia:

    Introduzione

    foto di Bill Wassman


    Avvertenza...
    La Farnesina informa che sono da evitare le zone di confine con l’Azerbaigian, in particolare le regioni di Tavush e di Gegharkunic, per la presenza di campi minati ed il Nagorno-Karabakh. Nella regione meridionale di Syunik sono dislocate delle mine anti-uomo. Per informazioni aggiornate prima della partenza collegatevi al sito www.viaggiaresicuri.it.

    DOCUMENTI PER I VIAGGI ALL'ESTERO DEI MINORI

    A partire dal 26 giugno 2012, tutti i minori potranno viaggiare in Europa e all'estero solo se muniti di un proprio documento di riconoscimento (carta d'identità, passaporto individuale, lasciapassare per l'espatrio di minori di 15 anni). Non sono pertanto più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori (al contempo tali documenti rimangono comunque validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza). Maggiori informazioni sono presenti sul sito della Polizia di Stato.


    La storia si è dimostrata più volte sfavorevole nei confronti dell'Armenia, la quale fu sopraffatta dalla maggior parte delle grandi potenze del passato e quasi distrutta all'inizio del XX secolo. L'Unione Sovietica l'occupò e vi si stabilì per 70 anni, lasciando in eredità brutti e imponenti edifici e il sapore delle grandiose parate militari. La tensione con il vicino Azerbaigian si accese all'inizio degli anni '90 e il continuo blocco economico ha posto l'economia armena a dura prova, tanto che il carburante e altri generi sono venuti a scarseggiare. Tutto ciò non ha comunque impedito agli armeni di fare le cose che a loro meglio si addicono: celebrare la propria cultura e vivere in maniera rilassata.

    Le strutture per i viaggiatori sono poche e distanti fra loro, ma la stessa cosa si può dire anche per i luoghi affollati. I caffè lungo le strade di Yerevan non sono esattamente come quelli di Parigi, ma offrono una buona opportunità per vestirsi bene e passare un pomeriggio a osservare la gente. Uscendo dalle grandi città, la campagna armena è stupefacente: ricoperta di fiori di campo, incorniciata da montagne innevate, punteggiata da profonde caverne e ricca di oltre quarantamila chiese e monumenti antichi. L'Armenia, una delle culle della civiltà, offre ai visitatori che siano disposti a fare a meno delle comodità del loro paese esperienze piacevoli e originali.

    Articoli correlati


    Armenia, le migliori scoperte intorno a Yerevan
    Se visiterai l'Armenia, porta con te una buona dose di rispetto. Non solo per le sofferenze millenarie patite da questa terra - gli armeni furono costretti a lasciare le loro case e a iniziare la diaspora già nel 625 d.C., quando si rifiutarono di convertirsi all'islam che li aveva invasi - ma anche per il fascino e l'interesse delle sue attrattive in prevalenza concentrate intorno alla capitale Yerevan.
    Leggi l'articolo completo >

    Novembre 2011: le mete del mese
    L'incontro con cuccioli di leone in Zambia, l'esplorazione di antichi monasteri fortificati in Armenia e dolce vita cilena. Sono solo alcuni dei momenti al top di questo mese tutto da gustare.
    Leggi l'articolo completo >

    Lettere - Armenia - Suggerimenti, mete, curiosità

    ABOLIZIONE TASSE PER USCITA DALL'ARMENIA
    di Nadia Pasqual
    Settembre 2009
    Entrare in Armenia
    di Simone Papa
    Maggio 2008
    Impressioni di viaggio
    di Fabrizio Schneider
    Gennaio 2008
    Visitare Yerevan con i mezzi pubblici
    di Luisella Francios
    Settembre 2007

    Foto dei viaggiatori - Armenia


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati