Registrati

Forum

Capodanno a Sofia
Risposte: 0 - Ultimo post: 02 gen 2009 alle 17.32 di luigiz10

luigiz10

02 gen 2009 alle 17.32

Mi sento in dovere di scrivere questo commento perché non voglio che nessun altro commetta il mio stesso sbaglio: passare il Capodanno a Sofia (2009). Sono partito con altri 8 amici, dai 25 ai 30 anni, e ho avuto la sventura di prenotare l’unico volo abbastanza economico verso una “capitale europea” dato che ci siamo decisi tardi e volevamo tentare qualcosa di diverso. Sono una persona che ama fare viaggi sia avventurosi (gite su elefanti nella foresta della Thailandia del nord), sia comodi e rilassanti (al sole delle spiagge Californiane) solo per fare qualche esempio, non cadrò in inutili provocazioni ed insulti perché voglio solo dare il mio umile consiglio che spero vi dissuada dal partire. Intanto sono pienamente d’accordo con chi ha scritto che Sofia è la più brutta capitale europea che ho mai visto: desolazione, tristezza, strade vuote, degrado urbano; lasciate a casa le vostre Nikon, da vedere c’è ben poco. Non avevamo prenotato il cenone e c’è stato detto dal personale dell’Hotel (Svata Sofia Hotel) che non avremmo mai trovato posto, ma così non è stato perché abbiamo mangiato in un tradizionale ristorante bulgaro di cui purtroppo non ricordo il nome. 60 euro per uno, non voglio commentare una cosa così soggettiva come il gusto culinario ma solo il fatto che dopo aver pagato quasi 600 euro non ci volevano far uscire perche mancavano 5 lev (più o meno 2,50 €) e nessuno aveva il resto in euro, moneta che pare da queste parti sia più aspra e disgustosa del vino locale. A mezzanotte in piazza si respirava l’aria fredda e gelida del vecchio regime comunista, pochissime persone che facevano girotondi al suono di musica bulgara. Strade ancora deserte, andiamo a ballare in un locale (sin club) che onestamente non era proprio male, ma se venite in questo posto spinti dal desiderio di facili conoscenze toglietevelo dalla testa a meno che non abbiate qualche soldo da spendere in qualcuno degli squallidi strip bar, la maggior parte dei quali è misteriosamente chiuso a Capodanno. Uniche note positive: qualche mercatino che vende antichità di guerra (da valutare ovviamente se siano copie o originali) e la cena della notte seguente alla Pizzeria Victoria (Tzar Osvoboditel 9) dove con 20 euro a persona si mangia molto bene, ma ovviamente non vi verrà mai offerto nemmeno mezzo caffè perché l’ospitalità è rimasta quella della cortina di ferro. Se avete intenzione di fare shopping mettetevi l’anima in pace perché il “centro commerciale” più grande è un desolato casermone dove vanno a ripararsi dal gelo mortale i senzatetto che vagano come zombie. Non riesco nemmeno a capire come abbiano fatto ad entrare nelle UE e lo testimonia, tra le altre cose, il fatto che ogni volta che si provi a pagare in euro si viene visti come marziani. Forse più spesso dovremmo ricordarci che abbiamo il privilegio e la fortuna di vivere in uno dei Paesi più belli del mondo e viaggi come questo sono il miglior promemoria. Home Sweet Home …