Segnalazione di abuso

Tutte le segnalazioni sono da ritenersi strettamente confidenziali e anonime

di Francesca Bertha

Un weekend di benessere alla Canonica di Corteranzo: gita tra le colline del Monferrato

presso la canonica di corteranzo

giorno 29/09/2017

Dall’amor profano di Paolo e Francesca la nostra gita ci porta verso il sacro, che nel nostro caso sarà inteso anche come riposo sacrosanto, presso una splendida dimora, l’Agriturismo Canonica di Corteranzo, situata nell’omonima frazione di Murisengo.
Abbracciato dai diciotto ettari di vigneti della Tenuta Isabella attorno alla collina di Corteranzo, il relais unisce magistralmente le tradizioni vitivinicole del territorio e i più elevati standard di ospitalità all’insegna del benessere. Scopriamo la storia avvincente di questa dimora scambiando due chiacchiere con i titolari Emma e Gabriele Calvo mentre sorseggiamo un bicchiere di buon vino sull’ampio terrazzo panoramico immerso nei fiori.
“Le origini della Canonica risalgono alla fine del Seicento quando l’edificio era la casa di caccia di una famiglia nobile milanese. Verso la metà dell’Ottocento la proprietà venne divisa tra due fratelli: uno di loro regalò la sua parte alla Curia di Casale Monferrato ed è così che si creò la Canonica, che fino agli anni ’70 fu la dimora del parroco di Corteranzo il quale ricevette spesso la visita del vescovo”, ci raccontano i titolari. Possiamo immergerci nelle atmosfere di quei tempi soggiornando nella sontuosa camera del vescovo i cui colori rosso e oro richiamano lo stile cardinalizio. Non è da meno neanche la scelta dei nostri amici che decidono di alloggiare nella suite papale dove a dominare sono le sfumature del giallo aureo e dell’avorio. Tutte le camere, anche quelle dedicate alle bellezze della natura come la stanza dei Tulipani o quella degli Agrumi, si distinguono per eleganza e ricercatezza lodando l’accurato lavoro di ristrutturazione effettuato dalla famiglia Calvo a partire dal 2003, e sono dotate di ogni comfort, compreso il wifi e il frigobar. La vista mozzafiato sulle colline che si apre praticamente da ogni finestra completa l’esperienza di full immersion nel fascino della natura. Il parroco non avrebbe potuto scegliere un luogo migliore per una vita all’insegna della contemplazione, ma anche volta a creare una comunità affiatata di cui tuttora si conservano ricordi come il teatrino di marionette che piaceva tanto ai bambini o i pomeriggi passati a giocare all’ombra della chiesa il cui sagrato si raggiungeva tramite una porta della Canonica. Questa vicinanza alla chiesetta, insieme all’ampiezza e al grande fascino degli spazi dello storico edificio rendono la Canonica la location ideale per matrimoni, cerimonie ed eventi di vario genere.