le tappe

Segnalazione di abuso

Tutte le segnalazioni sono da ritenersi strettamente confidenziali e anonime

di Alvaro Bellini

Puglia: Lucera- Manfredonia- Trani

weekend dell'immacolaata in puglia. primo step: la grandiosa lucera

Lucera ci colpisce per le tradizioni e la storia vissuta che si respirano ad ogni passo. Uno scrigno prezioso dal valore inestimabile

giorno 06/12/2015

Partiamo da Ancona domenica mattina alla buon ora, percorriamo con la nostra fedelissima Fiat Punto l’A14, usciamo al casello di Foggia, seguiamo le indicazioni per la S.S. 17 (Foggia – Campobasso), ci immettiamo sulla S.S. 17 per Lucera e in quattro ore spaccate raggiungiamo la nostra prima meta: Lucera. Fidandoci delle ottime recensione di tripadvisor (confermate anche da booking) avevamo prenotato una struttura nuovissima appena fuori il centro abitato, circondata dalla meravigliosa campagna pugliese che ci ha completamente catturato: Le Nicchie Guest House ci aveva riservata una camera meravigliosa con caminetto e terrazzo privato. Prenotando abbiamo chiesto se fosse possibile mangiare uno snack veloce al nostro arrivo e ci hanno servito direttamente in terrazza un tagliere di ottimi salumi, mozzarelle di bufala e friselle. Dopo la breve pausa ristoro abbiamo chiesto al sig. Francesco di indicarci il miglior itinerario per visitare Lucera e in men che non si dica ha buttato giù un ottimo itinerario che abbiamo seguito più o meno alla lettera. Con la macchina abbiamo raggiunto una delle porte che racchiude il dedalo di viuzze del centro storico e da lì abbiamo proseguito a piedi. Ci culliamo passeggiando in un centro storico immacolato, qualche anziana signora stende il bucato profumato a livello della strada, in alcuni angoli ammiriamo delle nicchie contenenti statue sacre, la pavimentazione è quella originaria (scomoda per chi volesse passeggiare a passo svelto) e piccoli pilastri neri sbarrano l’accesso alle auto in alcuni tratti esclusivamente pedonali. Attraversiamo un paio di vie più ‘moderne’ con negozi e attività commerciali varie e giungiamo in piazza Duomo. Visitiamo l’imponente Cattedrale e la corte del Museo diocesano (si trovano l’una di fronte all’altro) e proseguiamo alla ricerca del Castello di Federico II. Lo raggiungiamo con facilità seguendo l’itinerario che ci avevano indicato in albergo e dopo una passeggiata di 10\15 minuti arriviamo sul colle che accoglie la bellissima e ben tenuta fortezza. La visitiamo, dopodiché abbastanza stanchi facciamo una pausa con birra e patatine (preventivamente acquistati in un supermercato del centro). Riacquistate le forze scendiamo a recuperare l’auto e torniamo in camera a riposarci. Nel tardo pomeriggio torniamo in centro, ma vi accediamo da un altro ingresso e vediamo altre piazzette, una bellissima chiesetta barocca e altre caratteristiche viette. Ceniamo nel pub AR e poi passeggiatina.