le tappe

  • KIEV.

Segnalazione di abuso

Tutte le segnalazioni sono da ritenersi strettamente confidenziali e anonime

di Luca Frassi

POMERIGGIO UCRAINO. PASSEGGIATA A KIEV.

kiev.

POMERIGGIO UCRAINO

giorno 11/04/2013

Troppo lunga l'attesa all'aeroporto di Kiev. Il volo per Tbilisi parte tra 6 ore. Perchè annoiarsi? Molto meglio goderci una passeggiata nel centro di Kiev, capitale dell'Ucraina. Ci facciamo lasciare dal nostro amico Serghey all'entrata della Cattedrale di Santa Sofia. L'emblema religioso di Kiev, sito Unesco patrimonio dell'Umanità. E da qui inizia la nostra passeggiata. Da questa chiesa bellissima con le cupole dorate e l'austerità dei vecchi tempi. Una piazza pedonale ed un viale trafficato la separano dal monastero di San Michele dalla cupola dorata. Si chiama esattamente così. Un altro edificio religioso di rara bellezza che si contrappone a Santa Sofia. Come se a distanza i loro sguardi si incrociassero. E' un pò nuvolo a Kiev ma la temperatura è gradevole e si passeggia serenamente. Tra bellissime ragazze tacchi a spillo e palazzi storici ristrutturati. Per fortuna che i vecchi palazzi sovietici hanno contaminato solo la periferia. Terminiamo immancabilmente il nostro percorso nella piazza dell'indipendenza. Luogo di ritrovo degli ucraini della capitale. Il cuore pulsante della città. Fontane, palazzi, la grande colonna, lo storico hotel Ucraina. Il traffico. Tanto traffico che confluisce nella piazza. Tra chioschi, bancarelle, venditori ambulanti e gente che si scambia due chiacchere. E che si è lasciata alle spalle la triste storia degli ultimi decenni