le tappe

Segnalazione di abuso

Tutte le segnalazioni sono da ritenersi strettamente confidenziali e anonime

di Elisabetta Bogge

NY e Toronto: viaggio fai da te!

new york

lo sbarco nella grande mela

giorno 26/05/2011

viaggio fai da te, organizzato con internet....volato con delta air line, compagnia semplice ma efficiente e con personale cortese. alle 13,30 ora locale, in perfetto orario sbarchiamo, con il solo bagaglio a mano per essere leggeri e scattanti! prendiamo il primo taxi, primo di una lunga serie, e con piacere scopriamo che fuori dall'aeroporto l'accesso ai taxi è regolato dagli addetti delle compagnie che hanno una sorta di monopolio, ma che già a terra ti dicono quanto sarà il costo della corsa, evitando contrattazioni infinite con i conducenti.
arrivati a manhattan, ci sistemiamo nell'hotel prenotato via internet: comfort hinn 343 - 44 street, e scopriamo essere superiore alle aspettative: semplice ma pulito e confortevole, gestito da una gentilissima famiglia pakistana.
la sera stessa si esce alla scoperta, ecco NY è come l'abbiamo vista nei film: colorata, rumorosa, piena di gente che cammina, vestita in maniera assolutamente strana, si è invasi di profumi.....siamo a 10 min a piedi da time square e la nostra via è piena di teatri ( l'actor studio's) è quasi di fronte....NY va visitata a piedi, tant'è che dotati di comode scarpe da ginnastica e abbiagliamento a cipolla ( più che altro per i climatizzatori che nei negozi e locali in genere sparano aria gelida!), la si può percorrere a piedi. noi il venerdì siamo andati a zonzo con il naso all'insù...tutta la 5° fino all'empire che merita una visita perchè la vista da lassù è impagabile, poi si prosegue e si costeggia il flatiron building, il più antico grattacielo, di "appena" 28 piani!, spostandosi verso chelsea è assolutamente da vedere il chelsea market, mercato di generi alimentari all'interno dell'ex stabilimento dei biscotti oreo....prendete la high line e riposatevi sulle sdraio in legno....perdendovi per soho ( piena di splendidi negozietti)..arrivate a chinatown e proseguite per il ponte di brooklyn, attenzione alla viabilità, abbiamo assitito ad alcuni incidenti bici/bici, bici/pedone.
noi abbaimo assistito ad un musical "billy elliot" e nonostante il nostro inglese maccheronico abbiamo apprezzato molto l'esperienza per la bellezza delle scenografie, dei balli e l'abilità dei ballerini, penso che sia un'esperienza da fare...
se volete un po' di riposo cper le orecchie ( niente frastuono) ma non per gli occhi che vanno nutriti di cose belle andate alla Public library sulla 5° la biblioteca, il cui accesso è libero, siate curiosi e visitate tutte le sale: silenziose in penobra con le lampade sui tavoli....anndate nella sala della mappe dove segnerete il vostro paese d'origine con una bandierina su di un planisfero ad uopo utilizzato...lasciando così una traccia del vosttro passaggio!
è importante sapere che NY può essere visitata a piedi senza troppo sforzo, in caso di stanchezza si possono usare i taxi che sono piuttosto economici (ma ricordate di aggiungere il tip per il conducente) o la metro che è efficiente ma se si è in 3 diventa meno conveniente del taxi ( il biglietto costa 2,25 dollari ed è un po' complicato l'utilizzo).
è possibile mangiare con poco ( i piatti sono sempre piuttosto abbaondanti!) insalate, hamburger, ecc....
assolutamente da visitare il meatpacking district che alla sera si popola di giovani.
una visita speciale al museo delle twin towers ed alla chiesa di "saint paul", unico edificio a cui sono rimasti intatti i vetri l'11/09/2001e che ora, oltre a svolgere la sua funzione religiosa, conserva i ricordi di quei tragici giorni e di coloro che sono scomparsi.