Segnalazione di abuso

Tutte le segnalazioni sono da ritenersi strettamente confidenziali e anonime

di Fabrizio Cantori

Cuba, la perla dei Caraibi

partenza e arrivo all' avana

Sotto lo sguardo del Che

giorno 27/02/2017

Quest'anno io e un mio amico, già compagni di numerosi viaggi, abbiamo deciso di visitare Cuba, perla dei Caraibi, avendo a disposizione un paio di settimane.
Ci affascinava questo Paese con una cultura e una società così distanti dalle nostre. L'isola che ha ospitato e stregato Hemingway, il cui volto troveremo ovunque, secondo solo a quello del Che. E poi il mare dei Caraibi, le spiagge di sabbia bianca e l'acqua cristallina, col sole caldo che ci concedesse tregua dall'inverno nostrano.

Si parte da Roma, con Air France. Volo lungo ma molto comodo, con breve scalo a Parigi. L'arrivo è in tarda serata, all'uscita dall'aeroporto ci accolgono palme, un gran caldo, una leggera pioggia e un autista coi nostri nomi su un foglio. A mandarcelo è stato Duménigo Ruiz, il padrone della casa particular che abbiamo prenotato per due notti prima di partire. Consiglio a tutti questa soluzione, non solo perché economica, ma anche perché dà modo di conoscere fin da subito le persone del luogo, genuine e simpatiche, oltre che disponibili.
Il taxi prende la strada per l' Avana Vecchia, che abbiamo scelto perché volevamo respirare l'aria più autentica della capitale, e ci offre subito i primi suggestivi scorci. Tra tutti, la facciata di un alto palazzo si illumina del volto di Che Guevara, che qui rappresenta qualcosa di simile a una divinità.
Il taxi ci lascia all'imbocco di una via stretta, un po' nascosta, mal illuminata, non molto incoraggiante, in cui si accalcano palazzine dall'aspetto fatiscente. Il civico 505, il nostro, è tra questi. Ma all' Avana, più che altrove, le apparenze possono ingannare. L'interno del palazzo si rivela ben tenuto, e il nostro appartamento molto confortevole. La via estremamente tranquilla, e a suo modo suggestiva. Duménigo ci fa gli onori di casa, e dopo tutti i convenevoli del caso ci dà una mano per organizzare i successivi giorni del nostro viaggio, offrendosi di chiamare i titolari di altre case nei luoghi che avremmo scelto per il nostro itinerario. Gentile ed efficiente, le case da lui indicate si riveleranno tutte affidabili e comode.
L'ora è già tarda e la stanchezza del viaggio si fa sentire. Decidiamo di andare a dormire e di rimandare la visita della città all'indomani.