Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

I cittadini italiani possono entrare in Spagna senza alcuna restrizione con la sola carta d'identità valida per l'espatrio o il passaporto in corso di validità. Invitiamo coloro in possesso della carta d'identità rinnovata con timbro di proroga a verificare se la Spagna ne riconosce la validità. I minori di 15 anni devono essere muniti della 'carta bianca' oppure del passaporto personale; per ulteriori dettagli rivolgetevi al vostro comune di residenza o alla questura che vi indicheranno il documento più adatto per un viaggio all'estero.

Duty free

Chi entra in Spagna da un paese esterno all'Unione può portare (in regime duty-free) una bottiglia di liquore, una di vino, 50 ml di profumo e 200 sigarette.Le tariffe duty-free per i viaggi da un paese all'altro dell'Unione Europea sono state abolite nel 1999. Per le merci acquistate senza agevolazioni nei normali negozi di un paese dell'Unione e portate in un altro, le quantità consentite ammontano a 90 l di vino, 10 l di liquori e 800 sigarette; la quantità di profumo esportabile è illimitata.

Quando andare e clima

Come per il resto del paese, la primavera (da marzo a maggio) e il mese di ottobre sono i periodi migliori per visitare Madrid. Il clima è generalmente gradevole, la città ha un'atmosfera rilassata e non è completamente invasa dai turisti. Se amate le feste, il periodo che fa per voi è il mese di maggio, quando cade la più importante ricorrenza cittadina. In questo caso vi consigliamo di prenotare con largo anticipo, perché è difficile trovare un alloggio.

Da fine giugno alle prime settimane di settembre il caldo estivo può essere soffocante: la colonnina di mercurio può arrivare a superare i 30°C. I mesi invernali sono rigidi, con temperature comprese tra 2° e -11°C, ma a febbraio è possibile imbattersi in giornate di cielo sereno in cui il termometro sale fino a 17°C circa.

Come arrivare

quadro generale

L'aereo è spesso il miglior modo per raggiungere la città e per lasciarla: i treni, infatti, sono spesso altrettanto costosi dei voli, e gli autobus impiegano tempi biblici. L'automobile rappresenta una valida opzione, perché le principali autostrade spagnole passano per Madrid, ma guidare nella capitale può mettere a dura prova i conducenti poco esperti.

treno

Atocha, a sud di Madrid, è la più grande stazione ferroviaria cittadina; l'altra è Chamartín, a nord. La maggior parte dei treni diretti in altre località spagnole parte da Atocha; da Chamartín, invece, transitano i servizi internazionali. Esiste una vasta scelta di collegamenti ferroviari nazionali e internazionali, con varie tariffe, che spesso, tuttavia, non sono più economiche di quelle degli aerei. Il sistema ferroviario spagnolo è uno dei migliori in Europa. Per informazioni su orari e tariffe contattate la Renfe (tel: 902 240 202; www.renfe.es ). Il servizio offerto ha diverse tipologie, ma ricordatevi che risparmiare un paio di ore su di un treno più veloce può voler dire pagare un biglietto molto più caro. Le classi sui treni si dividono in preferente (prima classe) e turista (seconda classe); molti hanno il servizio ristorante. L'Alta Velocità spagnola (AVE) unisce Madrid con Siviglia (via Cordova), Valladolid (via Segovia), Toledo, Málaga e Barcellona (via Saragozza). I treni AVE raggiungono la velocità di 350km/h.

aereo

Madrid è il principale nodo di trasporti spagnolo, quindi è molto facile raggiungerla da qualsiasi parte del mondo. L'aeroporto di Barajas ( www.aena.es ), sempre affollato e in continua espansione, si trova 12 km a nord-est della città. A Madrid non è facile trovare biglietti scontati, ma talvolta si riesce ad approfittare di offerte vantaggiose per le principali capitali europee. Le tasse di partenza variano a seconda della destinazione e sono comprese nel prezzo dei biglietti.Madrid ha probabilmente i migliori collegamenti aeroportuali di tutte le capitali europee. Il collegamento con la metropolitana è stato inaugurato nel 2002 ed è comodo e comfortevole. Dall'aeroporto, prendete la linea 8 fino a Nuevos Ministerios (12 min) e poi avrete altri 15 min fino al centro città. Una navetta va da Plaza de Colón fino al centro città, anche se il traffico può essere un problema, rendendo la metro un'opzione migliore. Il taxi è un'altra opzione, oppure potete prendere l'AeroCITY minibus dal centro città, il cui prezzo scende se i passeggeri aumentano. Il Terminal 4 è collegato al resto dell'aeroporto dalla metro e da una navetta.

autobus

Madrid è raggiungibile anche in autobus, ma si tratta probabilmente del mezzo di trasporto terrestre più scomodo. La città dispone di otto autostazioni dislocate in punti diversi, e di compagnie che servono diverse zone della Spagna, l'Europa e il Marocco. La Estación Sur de Autobuses (tel: 91 468 42 00; www.estaciondeautobuses.com; Calle de Méndez Álvaro 83; Méndez Álvaro), a sud della M-30, è la principale stazione dei pullman della città. Eurolines, in collaborazione con altre compagnie ha destinazioni per tutta l' Europa, e il Marocco. Per informazioni contattate: Eurolines Peninsular (tel: 902 405 040; www.eurolines.es ). Un altro operatore internazionale è: ALSA Internacional (tel: 902 422 242; www.alsa.es ). Anche i pullman per le destinazioni nazionali, partono dalla Estación Sur. Alcuni operatori utilizzano anche da altri terminal sparsi per la città come l'Intercambiador de Autobuses de Moncloa e l'Intercambiador de Avenida de América. ALSA effettua partenze prevalentemente dalla Estación Sur ma alcuni pullman con destinazioni a nord (per es. Barcellona, Bilbao e Saragozza) lasciano Madrid dall'Intercambiador de Avenida de América. La Sepulvedana (tel: 91 541 32 83, 91 559 89 55; www.lasepulvedana.es; Paseo de la Florida 11; Príncipe Pío) ha pullman per Segovia e La Granja de San Ildefonso. La Veloz (tel: 91 409 76 02; Avenida del Mediterráneo 49; Conde de Casal) ha bus ogni mezz'ora (linea 337) per Chinchón che partono da 100m a ovest di Plaza del Conde de Casal.

automobile

Raggiungere Madrid in automobile dal Portogallo o dalla Francia è facile, perché le principali autostrade spagnole passano per la capitale. Tanto per darvi un'idea queste sono le distanze dai principali centri europei, Madrid è a 1889km da Milano, 2622km da Berlino, 2245km da Londra, 1836km da Parigi, 1470km da Ginevra, 690km da Barcellona e 610km da Lisbona.

Trasporti locali

quadro generale

La metropolitana è il mezzo più rapido e semplice per spostarsi in città, seguita dai cercanías (treni regionali) e dagli autobus. La compagnia dei bus è al Empresa Municipal de Transportes de Madrid (EMT; tel: 902 507 850; www.emtmadrid.es ) che viaggiano dalle 6.30 alle 23.30. Di notte, fra mezzanotte e le 6.00 viaggiano 26 bus notturni che passano tutti per Plaza de la Cibeles. Grazie all'efficiente sistema di trasporti pubblici e alle dimensioni ridotte del centro, percorribile a piedi, l'automobile non è necessaria, anche se procurarsene una a noleggio e affrontare il traffico cittadino è relativamente semplice. I taxi sono economici e in genere rapidi.

a piedi

Camminare, d'altra parte, è il modo migliore per spostarsi nel compatto centro di Madrid, ma le automobili imperversano, perciò prestate molta attenzione quando attraversate le strade, anche sulle strisce pedonali.

treno

Il modo migliore per muoversi a Madrid è la metropolitana, rapida ed efficiente. Le poche zone non coperte dalla rete della metropolitana sono servite dai cercanías (treni regionali). Se contate di rimanere più giorni potete acquistare un biglietto Metrobús (10 tratte a 9 euro) o un Abono Transporte Turístico (per 1/2/7 giorni 5.20/8.80/23.60 euro).

taxi

Per gli standard europei, il servizio taxi è poco costoso e ben organizzato. Per chiamare un taxi 24/24: Radio-Taxi (tel: 91 405 55 00, 91 445 90 08, 91 447 51 80) e Tele-Taxi (tel: 91 371 21 31, 902 501 130). Radio-Teléfono Taxi (tel: 91 547 82 00, 91 547 86 00; www.radiotelefono-taxi.com) offre taxi per persone disabili.

automobile

Se proprio volete noleggiare un'automobile, il traffico di Madrid è meno terrificante rispetto a quello di altre città latine, ed esistono numerose compagnie di autonoleggio, dai grandi nomi ai piccoli operatori locali. Molti abitanti utilizzano i ciclomotori: fate attenzione.

Orientarsi

Madrid è la capitale europea situata all'altitudine più elevata (650 m), e la sua estensione è sorprendentemente modesta. La principale arteria di collegamento nord-sud, Paseo de la Castellana (che diventa Paseo de los Recoletos e successivamente Paseo del Prado), collega le due principali stazioni ferroviarie cittadine, Chamartín e Atocha. I quartieri più vecchi sono schiacciati tra Paseo del Prado (dove si trovano le più importanti gallerie d'arte) e il Palacio Real a ovest. A metà strada, i barrios che si estendono a sud-est di Puerta del Sol fino al quartiere popolare di Lavapiés sono un susseguirsi apparentemente infinito di ristoranti, bar e caffè. Nella zona di Puerta del Sol e Plaza de Santa Ana e nei quartieri di Malasaña e Chueca si concentrano pensiones e hostales, mentre numerosi alberghi si affacciano sulla Gran Vía.

Salute e sicurezza

La Spagna ha accordi sanitari reciproci con gli altri paesi dell'UE, e quindi i cittadini di questi paesi potranno utilizzare la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM). Tale tessera è stata inviata a domicilio a tutti i cittadini italiani assistiti dal Servizio Sanitario Nazionale e consente di usufruire dell'assistenza sanitaria gratutita nelle strutture pubbliche del paese per la maggior parte delle prestazioni (anche se non urgenti). La Tessera Europea non copre invece il rimpatrio in caso di emergenza. Ogni membro della famiglia dovrà avere la propria tessera. In caso di smarrimento potete richiederne un duplicato alla vostra ASL. Per trovare una farmacia di turno consultare El País o altri quotidiani locali. Di solito la maggior parte delle farmacie espone in vetrina la lista di quelle di turno. Una farmacia aperta 24/24 è la Farmacia del Globo (tel: 91 369 20 00; Calle de Atocha 46; Antón Martín). Per problemi più seri: Hospital General Gregorio Marañón (tel: 91 586 80 00; www.hggm.es, Calle del Doctor Esquerdo 46; Sainz de Baranda).

Esistono 50 modi di perdere il portafogli a Madrid. La microcriminalità e i furti, che 'privilegiano' i turisti, rappresentano un serio problema nella capitale, e la polizia può/vuole fare ben poco per risolverlo. Tenete gli occhi aperti per evitare scippatori e borseggiatori nelle zone più turistiche della città, soprattutto in Plaza Mayor, Puerta del Sol e al Prado. Prestate molta attenzione nelle zone di Malasaña, Huertas, Lavapiés e Plaza de Santa Ana quando passate da un bar all'altro, e siate molto prudenti nel mercato delle pulci di El Rastro.Se avete un'automobile straniera o a noleggio, potrebbe essere una buona idea lasciare il vano portaoggetti aperto per mostrare che all'interno non c'è nulla di valore.

Consigli ai viaggiatori

Donne

Le donne che intendano visitare Madrid devono prepararsi a ignorare le occhiate, i fischi e i commenti inutili, anche se le molestie vere e proprie sono meno frequenti di quanto si possa pensare. Riflettete bene prima di avventurarvi lungo strade deserte la notte. È fortemente sconsigliabile per una donna fare l'autostop da sola - ed è meglio evitarlo anche quando si è in due.

Gay/Lesbiche

Il quartiere di Chueca, nel centro di Madrid, è stato per lungo tempo il luogo di ritrovo della comunità gay della capitale, che però ora si sta espandendo sempre di più. Ristoranti, caffè e bar chiaramente rivolti a una clientela gay continuano a diffondersi lontano dall'epicentro, mentre nuove librerie, videoteche e sexy shop spuntano come funghi a Chueca. In questa zona sorgono anche numerosi alberghi che accolgono senza difficoltà clienti omosessuali.I viaggiatori omosessuali si sentiranno ben presto a loro agio in questa vivace comunità. I rapporti tra partner omosessuali ed eterosessuali sono considerati legali a partire dai 16 anni di età. Una legge del governo Zapatero ha concesso agli omosessuali la possibilità di contrarre matrimonio.

Diversamente abili

Sebbene i disabili abbiano ottenuto qualche facilitazione in più, la città rimane per la maggior parte una corsa a ostacoli. Alcuni alberghi e istituzioni pubbliche sono accessibili alle carrozzine. Le linee della metropolitana costruite a partire dalla fine degli anni '90 in genere dispongono di ascensori per le carrozzine, mentre le più vecchie di solito non sono attrezzate. Anche alcuni pisos bajos (autobus urbani) sono accessibili alle carrozzine. L'Ayuntamiento de Madrid pubblica una Guía de Accesibilidad che racchiude informazioni sull'accessibilità di ogni luogo cittadino, dai cinema agli edifici pubblici. È stata concepita soprattutto per i madrileni disabili.

Bambini

Uno dei grandi pregi di Madrid (e della Spagna in generale) è il fatto che i bambini possono partecipare a molte attività in apparenza rivolte solo agli adulti. Uscire a cena o a bere una birra in una tarda serata estiva presso una terraza (caffè o bar all'aperto) non significa necessariamente dover lasciare i bambini a una baby-sitter: gli abitanti del posto portano sempre con sé i loro figli e non si preoccupano di tenerli svegli fino a tardi.A prima vista sembra che Madrid offra poche attrazioni per i bambini, ma non è del tutto vero. I più piccoli si annoiano in fretta a forza di visitare chiese e musei, ma esistono alternative che possono attirare maggiormente la loro attenzione. I giochi interattivi del Museo del Libro, per esempio, sono molto divertenti, e anche il Museo de Cera (Museo delle cere) di solito è apprezzato dai bambini.In genere i più grandicelli adorano il Museo del Ejército (Museo dell'esercito), il Museo del Ferrocarril (Museo della ferrovia) e il Museo Naval (Museo navale). Anche una corsa in ascensore fino alla sommità del Faro o nel Teleférico può essere un'ottima idea. Infine, non sottovalutate mai le risorse dei parchi, in particolare del Parque del Buen Retiro, dove, soprattutto nei fine settimana e durante le vacanze, i bambini si divertiranno a correre dappertutto. Potrà anche capitarvi di assistere a uno spettacolo di burattini o di vedere giocolieri e altri pittoreschi personaggi. Ovviamente potete sperimentare i parchi dei divertimenti, scegliendo tra il più tradizionale Parque de Atracciones e il Warner Brothers Movie World, fuori città.Se i vostri figli amano gli animali, visitate insieme a loro il Parque Biológico.Nei torridi mesi estivi, poi, li farete senza dubbio felici portandoli in una delle piscine municipali.