Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

I cittadini italiani che visitano il Perú per turismo non necessitano di visto per una permanenza nel paese fino a 90 giorni. Sarà sufficiente esibire il passaporto con una validità di almeno sei mesi e il biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio.

Quando andare e clima

La stagione turistica in Perú va da giugno ad agosto e coincide con la stagione secca, il periodo migliore per visitare il paese per chi intende fare escursioni. I viaggiatori si recano negli altipiani tutto l'anno, anche se durante i mesi più piovosi (da gennaio ad aprile) si rischia di fare trekking in mezzo al fango. Molte delle fiestas più importanti cadono nei mesi piovosi e le celebrazioni proseguono indisturbate nonostante la forte pioggia. Sulla costa, i peruviani vanno in spiaggia durante il periodo soleggiato, che va da fine dicembre a fine marzo, benché siano poche le spiagge particolarmente belle. Per il resto dell'anno, la zona costiera è avvolta nella nebbia. Nelle foreste pluviali orientali, ovviamente piove molto. I mesi più umidi vanno da dicembre ad aprile, sebbene i turisti non disdegnino anche questo periodo, dato che raramente piove per più di poche ore e resta ancora molto sole da godersi.

Come arrivare

I voli internazionali sono garantiti da compagnie aeree non peruviane, perché AeroPerú e Faucett non sono operative. L'aeroporto internazionale di Lima, il Jorge Chávez (codicee LIM; 01-517 3100; www.lap.com.pe), è lo scalo principale del Perú; qui partono e atterrano voli per l'Europa, l'America del Nord, quella Centrale e il resto dell'America Latina. Molte delle capitali del Sud America hanno voli diretti per Lima. I viaggiatori che arrivano da altri paesi in genere fanno scalo in una città statunitense o dell'America del Sud. Via terra, i punti di attraversamento del confine tra Perú e Bolivia si trovano a Desaguadero e nella vicina Yunguyo, sulle rive del lago Titicaca; tra Perú e Chile a Tacna; e tra Perú ed Ecuador a Tumbes. Dalla Colombia e dal Brasile, è possibile arrivare a Iquitos viaggiando lungo il fiume.

Trasporti locali

Il Perú è un paese molto vasto, quindi sono molti i viaggiatori che prendono voli interni se hanno poco tempo a disposizione. Gli orari e i costi dei voli interni cambiano spesso. Ogni anno aprono nuove compagnie aeree, mentre quelle con una brutta reputazione in fatto di sicurezza chiudono. Un sito utile per reperire informazioni è www.traficoperu.com, che riporta gli orari e i costi dei voli tra le città principali del paese. Le compagnie aeree che offrono i servizi domestici più estesi sono Aero Condor Perú (codice ARD; 01- 614 6014; www.aerocondor.com.pe), LAN (codice LPE; 01-213 8200; www.lan.com), LC Busre (codice LCB; 01-619 1300; www.lcbusre.com.pe), Star Perú (codice SRU; 01-705 9000; www.starperu.com) e TACA (codice TAI; 01-511 8222, 01-800 18222; www.taca.com). Gli autobus pubblici sono il mezzo di trasporto generalmente scelto per le lunghe distanze. Sono infatti economici, frequenti e abbastanza confortevoli, almeno quelli che percorrono le piste più battute. Se vi spostate da una città all'altra, assicuratevi di avere il passaporto con voi, perché dovrete mostrarlo ai posti di controllo di polizia. Le rapine a mano armata a danno di autobus notturni non sono episodi del tutto ignoti in Perú, vi consigliamo perciò di viaggiare di giorno, o di prendere un aereo se vi è possibile. Gli orari e i prezzi cambiano da compagnia a compagnia; per le compagnie più grandi, come Cruz del Sur (www.cruzdelsur.com.pe), Ormeño (www.grupo-ormeno.com) e Transportes Línea (www.transporteslinea.com.pe), potete controllarli ondine. I camion spesso svolgono il ruolo degli autobus nelle zone più remote. La tariffa è solitamente standard e dipende dalla distanza da percorrere, ma in ogni caso è meglio prendere accordi prima della partenza. Gli autobus locali sono poco costosi, lenti e affollati; al momento di scendere dovete semplicemente comunicarlo a gran voce al conducente. Le ferrovie peruviane sono state privatizzate. PeruRail (084-23 8722; www.perurail.com) attualmente collega giornalmente Cuzco e Aguas Calientes, conosciuta anche come Machu Picchu Pueblo, e ha servizi tra Cuzco e Puno, sulla costa del lago Titicaca tre volte alla settimana. Il servizio passeggeri fra Puno e Arequipa è stato sospeso definitivamente, ma viene organizzato come servizio charter per i gruppi. Gli amanti dei treni non possono perdersi il fantastico Ferrocarril Central Andino (FCCA; 01-361 2828; www.ferroviasperu.com.pe), che raggiunge una vertiginosa altitudine di 4829m. Di solito va da Lima a Huancayo ogni settimana da metà aprile a fine ottobre, ma controllate il sito www.incasdelperu.org/statusofthetrain.htm per aggiornamenti. Non vi sono servizi passeggeri lungo la costa peruviana. Nella regione delle Ande vi è un servizio sul lago Titicaca. Piccole imbarcazioni a motore collegano Puno a varie piccole isole sul lago, mentre catamarani e aliscafi arrivano in Bolivia. Nel bacino amazzonico, il trasporto in barca è importantissimo. I corsi d'acqua più ampli sono solcati da imbarcazioni più grandi, mentre quelli più piccoli sono percorsi da canoe a motore che funzionano come taxi d'acqua. Se pensate di utilizzare l'automobile dovrete mettere in conto lunghi spostamenti (è per questo che molti viaggiatori preferiscono prendere un aereo o un autobus). Le principali compagnie di autonoleggi sono presenti a Lima e in alcune altre città. Per noleggiare un veicolo bisogna avere più di 25 anni ed essere titolari di una carta di credito. Per quanto concerne le tariffe dei taxi, occorre contrattare perché non ci sono tassametri. Il pericolo più grande per i ciclisti in Perú è rappresentato dagli automobilisti; è molto più piacevole e sicuro, ma anche più faticoso, pedalare fuori dalle strade asfaltate. È possibile noleggiare una bici a prezzi ragionevoli in tutte le destinazioni popolari tra i turisti, tra cui Cuzco, Arequipa, Huaraz e Huancayo.