Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

Le norme che regolano l'ingresso nelle Hawaii sono quelle vigenti nel resto degli Stati Uniti, anche se il viaggio dall'Italia alle isole non prevedesse altre tappe nel territorio degli Stati Uniti. Il passaporto deve avere una validità residua di almeno sei mesi oltre il periodo di permanenza nelle isole. Il nuovo Visa Waiver Program consente ai cittadini italiani e di molti paesi di visitare le isole Hawaii per un periodo massimo di 90 giorni senza il visto statunitense, presentando il solo passaporto valido. Per poter usufruire del Visa Waiver Program, il passaporto deve essere del nuovo tipo (ossia, a lettura ottica se rilasciato entro e non oltre il 25 ottobre 2005; a lettura ottica con foto digitale se rilasciato entro e non oltre il 25 ottobre 2006; elettronico, ovvero dotato di microchip integrato su cui vengono immagazzinati tutti i dati del titolare, se rilasciato a partire dal 26 ottobre 2006). Anche i minorenni, neonati compresi, per rientrare nel programma di esenzione dal visto dovranno avere il loro personale passaporto con le stesse caratteristiche descritte sopra. In base al Visa Waiver Program occorre anche essere in possesso del biglietto aereo di andata e ritorno. Tenuto conto che le disposizioni cambiano di frequente vi consigliamo di consultare il sito del Dipartimento di Stato americano (http://travel.state.gov/visa).

Quando andare e clima

È in inverno (da dicembre a febbraio) che nelle Hawaii si registra il maggior afflusso turistico, più che altro per le condizioni climatiche dei paesi da cui provengono i turisti che, come uccelli migratori, sfuggono ai freddi inverni di casa loro. Le temperature medie differiscono di poco tra inverno ed estate. Il periodo più caldo va da giugno a ottobre, mentre i mesi più piovosi sono quelli da dicembre a marzo, ma né le temperature né le precipitazioni sono mai eccessive. Le tariffe degli alberghi sono più convenienti da aprile a metà dicembre. Se siete appassionati di surf, non potete mancare all'appuntamento natalizio presso la North Shore di Oahu, se invece preferite il windsurf o le attività subacquee, cercherete le acque più calme del periodo di piena estate (da luglio ad agosto).

Come arrivare

L'Honolulu International Airport (HNL), sull'isola di Oahu, è il principale aeroporto del Pacifico e uno scalo intermedio per molti aerei in volo tra gli Stati Uniti continentali e l'Asia, l'Australia, la Nuova Zelanda e il Pacifico meridionale. Se desiderate arrivare dal mare, approfittare degli occasionali viaggi dalla California o da Vancouver.

Trasporti locali

Le isole sono collegate tra loro da numerosi voli interni in partenza da Honolulu (Oahu) e diretti a Lihue (Kauai), Kahului (Maui), Kona e Hilo (Hawaii). La principale compagnia è la Hawaiian Airlines; i servizi per i pendolari sono gestiti dalla Island Air e dalla Air Molokai. Esiste anche un servizio di traghetti tra Lahaina (Maui) e Manele (Lanai), e tra Lahaina e Kaunakakai (Molokai). Oahu è l'unica isola che può essere esplorata in modo soddisfacente con gli autobus pubblici. Maui, la Big Island e Kauaʻi hanno un servizio poco frequente tra le città principali e con una scarsa copertura delle mete turistiche. Per girare le altre isole è necessario noleggiare un'auto. Alle Hawaii si guida a destra ed è considerato sconveniente suonare il clacson, se non per motivi di sicurezza. La bicicletta è un ottimo mezzo, ma preparatevi a salite e a stradine molto trafficate.