Samoa Americane:

    Mete interessanti

    Pago Pago

    Nelle giornate peggiori, tutto ciò che si riesce a notare è costituito dagli stabilimenti per l'inscatolamento del tonno. Guardandosi intorno, con molta probabilità salteranno agli occhi un porto inquinato, un mucchio di rifiuti e - forse la cosa peggiore - quell'orrore che è il famigerato Rainmaker Hotel. Sebbene negli ultimi tempi la sua fama sia migliorata, tuttavia dovranno passare ancora alcune generazioni prima che questo complesso di proprietà del governo faccia dimenticare la sua reputazione di peggiore albergo del Pacifico meridionale. Generalmente, tuttavia, la città (o, più correttamente, le città), piccola e poco industrializzata, offre ai visitatori un soggiorno abbastanza piacevole.

    National Park of American Samoa

    Istituito nel 1988 (una delle ultime decisioni prese da Ronald Reagan durante il suo mandato presidenziale), questo parco nazionale si estende su tre isole. La sezione di Tutuila, la più facile da raggiungere, protegge tratti di barriera corallina e differenti tipi di foreste pluviali.

    Ta'u Island

    Questa isola di grande rilevanza storica, appartenente al gruppo delle Manu'a, era la 'capitale' spirituale della Polinesia prima della colonizzazione occidentale. Ta'u ospita molti siti importanti per la tradizione delle isole, tra cui le tombe degli ultimi Tu'i Manu'a (i sommi capi di queste isole) e meravigliosi paesaggi naturali. È possibile raggiungere l'isola in aereo partendo da Tutuila - una distanza di circa 120 km - ma vi consigliamo di portarvi da mangiare perché sull'isola avrete difficoltà a procurarvene.

    Aunu'u Island

    A quindici minuti di traghetto da Tutuila si trova la minuscola e tranquilla Aunu'u. Quest'isola, facilmente esplorabile in una sola giornata (ma non andateci di domenica, non sareste i benvenuti), costituisce un'accessibile rifugio dal traffico caotico di Pago Pago. Pala Lake è una splendida distesa di sabbie mobili di colore rosso fuoco, magnifica se ammirata dalle sponde, ma mortale ad attraversarla. Al capo opposto dell'isola, rispetto al porto dei traghetti, si trova Ma'ama'a Cove, un connubio di cavalloni, spruzzi d'acqua e rocce. È uno spettacolo naturale piacevole e selvaggio, nonché un posto ideale per godersi un pranzo al sacco.


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati