Auckland:

    Attività

    Grazie al clima mite e agli straordinari paesaggi naturali da cui sono circondati, gli aucklander sono soliti condurre uno stile di vita sano e dedito alle attività all'aria aperta. La navigazione è uno dei fondamenti dell'esistenza a Auckland, dove si trovano oltre 80.000 imbarcazioni da diporto. Le numerose spiagge, poi, consentono di praticare il nuoto il surf e altri sport acquatici.


    Escursioni a piedi

    Sono disponibili numerosi opuscoli gratuiti che descrivono itinerari a piedi a Auckland e dintorni. I percorsi variano da quelli estremamente agevoli a quelli molto impegnativi. In genere, i dépliant sono reperibili presso i centri visitatori, ma anche presso i consigli comunali delle località visitate e il Department of Conservation.

    Jogging

    La distesa verde dell'Auckland Domain e il bush che lo orla sono mete ideali per una corsa. Un percorso pianeggiante e molto battuto è quello che si snoda lungo Quay St fino al Tamaki Drive, e da qui a St Heliers Bay (circa 7 km/4 miglia solo andata).

    Nautica da diporto

    Uno dei modi migliori per godersi la 'città delle vele' è naturalmente uscire in mare. Vi sono numerose compagnie che offrono crociere, traversate in traghetto, escursioni e noleggi. La maggior parte delle compagnie di noleggio mette a disposizione imbarcazioni con skipper, con equipaggio e skipper, oppure a scafo nudo (significa che dovete fare voi da skipper), e inoltre propone lezioni. Per godervi una delle esperienze più affascinanti che si possano fare sull'acqua, prendete parte a un'escursione sulla nave d'alto bordo Soren Larsen, uno splendido brigantino a vele quadre del XIX secolo con 12 vele.

    Nuoto

    Ad Auckland vi sono molte spiagge facilmente raggiungibili dalla zona del centro. Fra queste figurano Okahu Bay, Mission Bay, Kohimarama Beach e St Heliers Bay, che sono situate lungo il Tamaki Drive e offrono le condizioni più adatte al nuoto durante l'alta marea. In città vi sono anche numerose piscine pubbliche, alcune delle quali aperte soltanto in estate.

    Surf

    Buone onde per il surf a meno di 50 km (30 miglia) dalla città si trovano presso Te Henga (Bethells Beach), sulla costa occidentale, dove il mare è spesso molto agitato. Vi consigliamo inoltre le località di Piha, Karekare, Muriwai e Whatipu. Presso la maggior parte delle spiagge in cui si pratica il surf sono presenti circoli dedicati a questo sport e bagnini.



    IN GIRO: Two Volcanoes Walk

    L'escursione dei due vulcani è un percorso di 5 km (3 miglia) che richiede 2,5 ore di cammino, ma si può allungare fino a 6 km (3,5 miglia) con tre ore di cammino, includendo la visita al Navy Museum.Prendete il traghetto che dal centro di Auckland serve Devonport, un tranquillo sobborgo di villette in legno vittoriane quasi completamente circondato dal mare. Potete fare una deviazione a sinistra, superando la base navale, per visitare il Navy Museum (Museo della Marina Militare), se siete interessati, oppure potete dirigervi lungo Victoria Rd, fiancheggiata da edifici storici ben conservati, caffè e gallerie d'arte e artigianato, librerie e negozi d'antiquariato in cui curiosare. Salite poi sul Mt Victoria, il cono di un vulcano spento per raggiungere il punto panoramico e le postazioni d'artiglieria nascoste sulla cima.Ritornate quindi in Kerr St e percorrete Vauxhall Rd fino alla sabbiosa Cheltenham Beach. Godetevi la vista della Rangitoto Island (il vulcano più giovane di Auckland) mentre camminate lungo la spiaggia, prima di girare a destra in Cheltenham Rd e poi a sinistra verso il North Head. Questo è un altro cono vulcanico disseminato di vecchie postazioni difensive che offre vedute della costa dalla sommità. Scendete e tornate indietro lungo King Edward Pde, ammirando lungo il tragitto le vedute del centro cittadino, fino al molo dei traghetti.


    GIORNATA IDEALE PER Sally O'Brien

    Una bella giornata a Auckland inizia con una sostanziosa prima colazione e un'ottima tazza di caffè, quindi mi dirigo verso Sheinkin, in Lorne St per provvedere. Poi mi viene voglia di andare a comprare qualche souvenir, il che significa un'autentica maglietta con marchio Flying Nun da Little Brother, in High St, seguita da un perfetto paio di pantaloni di Karen Walker. Finiti gli acquisti è tempo per andare a vedere una mostra temporanea all'Auckland Art Gallery, che espone opere di artisti contemporanei locali emergenti e affermati. Quindi, poiché non si può visitare la Nuova Zelanda senza cimentarsi con uno sport estremo di un qualche genere, vado alla Sky Tower per provare lo Sky Jump - una discesa di 192 m. Dopo questa scarica di adrenalina, ho sicuramente bisogno di mangiare qualcosa, e un pranzo al Soul, sul Viaduct Harbour, è d'obbligo. Le frittelle di bianchetti (da accompagnare con un Sauvignon Blanc neozelandese) sono le migliori della città, e l'atmosfera del locale è sempre molto vivace. Proseguo la giornata nello spirito marinaresco con una visita al Maritime Museum, e più tardi vado a concedermi un cocktail del dopo lavoro (beh, è l'ora del dopo lavoro per chiunque altro) in qualche posto lungo Vulcan Lane - magari alla Gin Room. La sera un gruppo della mia comitiva esce per andare a mangiare a un giapponese o per sperimentare un barbecue coreano e per fare il giro dei vari bar e dei concerti di rock 'n' roll lungo la sempre animata K' Rd. Pianifichiamo di trascorrere l'indomani sulla splendida Waiheke Island, quindi mi sembra saggio tornare in albergo prima che il sole sorga, a differenza di molti degli altri nottambuli intenti a far baldoria lungo questa via di divertimenti.

    Articoli correlati


    Assicurazione di viaggio: perché conviene averla
    Poche cose come i cavilli legali o il linguaggio burocratico hanno il potere di smorzare lo slancio di un viaggiatore. Come sono in molti a sostenere, però, è anche vero che senza quel documento che si chiama 'assicurazione' non è consigliabile affrontare l'esperienza di un viaggio.
    Leggi l'articolo completo >

    Le 10 destinazioni migliori per un matrimonio gay
    Ad oggi sono 16 i paesi ad ammettere matrimoni tra persone dello stesso sesso, così come li ammettono 17 stati USA e il District of Columbia canadese. Le coppie LGBT (Lesbian, Gay, Bisexual, Transgender) possono quindi scambiarsi l'anello alle pendici di un vulcano, nel mezzo di un ghiacciao o in una chiesetta di campagna della Scandinavia o di Bora Bora.
    Leggi l'articolo completo >

    Foto dei viaggiatori - Auckland


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati