Isole Marshall:

    Ambiente

    Se si potessero fondere le oltre 1200 isole e gli atolli delle Marshall in un'unica terraferma, questa occuperebbe una superficie all'incirca delle dimensioni di Washington DC o dell'isola caraibica di Aruba. Le isole sono raggruppate in due catene principali, Ratak ('alba') a est e Ralik ('tramonto') a ovest; entrambe corrono da nord a sud e insieme si estendono per circa 1.942.500 kmq nel centro dell'Oceano Pacifico.

    Il gruppo si trova circa 4100 km a sud-est del Giappone, 4100 km a sud-ovest delle Hawaii e 3000 km a nord-est della Papua Nuova Guinea. I paesi più vicini sono Pohnpei e Kosrae, altri due stati micronesiani situati rispettivamente 1000 e 650 km a sud, e il Guam e le Isole Marianne settentrionali, circa 2500 km a ovest.

    Le Isole Marshall sono costituite da basse isole e isolette di calcare corallino e sabbia, gran parte delle quali forma atolli lontani tra loro. Le isole singole sono soltanto cinque. Le Marshall sono isole particolarmente strette. La più ampia, Wotje, misura meno di 2 km di larghezza. Il terreno coltivabile è scarso e non ci sono fiumi. I punti più bassi sono le spiagge, mentre quello più alto, una collinetta senza nome sull'isola di Likiep, misura soltanto 10 m e si nota appena all'orizzonte. Il paese ha un'altitudine media di 2 m sul livello del mare.

    A Majuro, la temperatura diurna media è di 27°C. Le temperature più basse si registrano durante la stagione delle piogge, che va da settembre alla fine di novembre. Il periodo più secco va da gennaio alla fine di marzo. I mesi più caldi sono giugno, luglio e agosto. La temperatura dell'acqua si mantiene intorno ai 26°C tutto l'anno. I miti alisei e gli acquazzoni tropicali sono la norma, mentre sono rari i tifoni e le violente tempeste tropicali.

    Negli atolli delle Marshall si trovano centinaia di specie di corallo, oltre a 250 specie di pesci delle barriere e tutte e cinque le specie di tartaruga esistenti al mondo. Anche balene, delfini e focene visitano le calde acque dell'arcipelago. Sulle isole sono state identificate circa 70 specie di uccelli, tra cui oltre 30 specie di uccelli marini. Il ratto polinesiano è l'unico mammifero indigeno, mentre per quanto riguarda i rettili, sono presenti circa sei specie di lucertola e una specie di Ramphotyphlops braminus. I granchi terrestri giganti sono diffusi e apprezzati per la loro carne.

    La palma da cocco è la più importante specie arborea della Micronesia. La copra, la polpa essiccata della noce di cocco dalla quale si ricava l'olio di cocco, è uno dei principali prodotti d'esportazione del paese. La flora delle Marshall comprende inoltre alberi del pane, pandani, taro, marante, ignami, zucche, manioche e banani. Poiché quasi tutte le terre delle isole appartengono a clan o famiglie, non esistono parchi o riserve nazionali.

    Da quando il governo americano ha interrotto gli esperimenti nucleari, il Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti e il Lawrence Livermore Laboratory della California hanno compiuto ricerche approfondite a Bikini. I loro rapporti sostengono che non vi sono più rischi per la salute dei visitatori.

    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati