Isole Marshall:

    Altre mete

    Atollo di Mili

    Mili può essere una buona meta per coloro che desiderino visitare uno degli atolli più esterni, poiché ha una popolazione cordiale e splendide spiagge e arrivarvi non costa troppo caro. Dopo Kwajalein, Mili è l'atollo delle Marshall con la superficie più ampia. Gli abitanti sono 1100.
    Nel 1937, la celebre aviatrice americana Amelia Earhart scomparve in questa zona del Pacifico a metà del suo volo intorno al mondo. Il mistero che circonda la sua sparizione non è ancora stato svelato, ma sembra che sia stata vista a Mili, scortata da giapponesi, molto tempo dopo che il suo aereo fu dichiarato disperso.
    Mili è stata un'importante base giapponese durante la seconda guerra mondiale, vi si trovano quindi numerose armi abbandonate, aerei militari ed edifici distrutti dalle bombe. Le spiagge dell'atollo lambite dall'oceano sono ideali per chi ama raccogliere le conchiglie, mentre la sabbia bianca della laguna è perfetta per trascorrere pigramente le giornate prendendo il sole e nuotando. Le acque nei dintorni dell'isola offrono zone incontaminate per le immersioni.

    Atollo di Maloelap

    L'isola di Taroa (Tarawa), dell'atollo di Maloelap, fu la principale base aerea giapponese nelle Marshall orientali durante il secondo conflitto mondiale e la maggior parte dei visitatori oggi vi si reca per vedere le sue arrugginite reliquie di guerra. Vi sono numerosi relitti contorti di bombardieri Zeros e Betty, fortini, un campo d'aviazione, cannoni antiaereo e un obice con ruote. Gran parte di questi rottami si trova adesso sepolta sotto una fitta volta di foglie nella giungla, ma ci sono alcuni isolani disposti a condurre i visitatori nei luoghi in cui sono ubicati, quindi se siete interessati potete chiedere in giro.
    Nei pressi della spiaggia della laguna di Taroa, giace mezzo sommerso nel punto in cui fu colpito dai bombardieri americani il relitto del mercantile giapponese Toroshima Maru. È stato ormai quasi completamente svuotato, fatta eccezione per i suoi periscopi, alberi e alcune bombe di profondità. Nuotando nei pressi, potrete vedere una cernia che si dice sia grande quanto un uomo. E ricordate di fare attenzione agli squali!

    Atollo di Aur

    Situato circa 120 km a nord di Majuro, l'atollo di Aur ha una popolazione di 570 abitanti equamente divisa tra le isole di Tobal e Aur. Le altre isole dell'atollo sono quasi completamente disabitate, benché vengano utilizzate per la produzione della copra. L'atollo ha conservato lo stile di vita tradizionale e si possono vedere uomini e donne intenti alle stesse attività che hanno svolto per secoli. Le specialità dell'artigianato locale sono i modelli di canoe e i grandi arazzi.
    L'incantevole laguna di Aur è un posto magnifico per dedicarsi allo snorkelling. C'è una discreta varietà di corallo e pesci tropicali e non è raro vedere tartarughe e piccoli squali.


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati