Guam:

    Altre mete

    Cocos Island

    Circa 3 km al largo della punta meridionale di Guam si trova Cocos, un'isola circondata da una barriera corallina piuttosto ampia e ricca di magnifiche spiagge e lagune. La maggior parte dell'isola è di proprietà privata, ma la zona occidentale - un tempo base della Guardia Costiera statunitense - fa ora parte di un complesso di parchi territoriali. Il parco, chiamato Dano, è raggiungibile a piedi dal molo del centro turistico o noleggiando una barca privata ed è attrezzato per il picnic e il campeggio. Cocos è collegata a Guam grazie a barche che partono diverse volte al giorno dalla cittadina di Merizo.

    Pago Bay Vista Point

    Da un punto panoramico non segnalato lungo la costa centro-orientale di Guam e immediatamente fuori dal centro abitato di Yona, lo sguardo spazia sul tratto finale del corso del fiume Pago nel punto in cui sfocia nell'ampia ansa di Pago Bay. Qui sorgeva un tempo un villaggio spagnolo i cui abitanti nel 1856 furono interamente spazzati via da un'epidemia di vaiolo. Secondo la leggenda esisteva un tempo un pesce gigantesco che, avendo come obiettivo di spezzare l'isola in due nel suo punto più stretto, non smetteva di mordicchiare la terra proprio in quel punto; Guam fu salvata da una donna la quale, tessuta una rete con la sua lunghissima chioma, pescò il malefico pesce liberando l'isola dalla minaccia.

    Mt Jumullong Manglo e Mt Lamlam

    Il monte Jumullong Manglo (o Humuyung Manglu, 385 m) si trova all'interno di Cetti Bay. Sulla sua vetta si vedono grandi croci di legno, trasportate ogni anno in occasione della processione del Venerdì Santo dai tradizionali portatori di croci. Un sentiero più impegnativo e non chiaramente indicato porta ai 400 m della cima del monte Lamlam, il punto più alto di Guam. Lamlam significa 'lampo', quindi è forse meglio evitare di salirci durante un temporale.


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati