Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

I cittadini di nazionalità italiana, così come i viaggiatori di altri paesi, non necessitano del visto d'ingresso per soggiorni a scopo di turismo inferiori ai tre mesi. All'arrivo occorre esibire la seguente documentazione: passaporto con una validità di tre mesi al momento della partenza dalla Nuova Zelanda, il biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio, una polizza di assicurazione sanitaria privata valida per tutta la durata del soggiorno e una somma di denaro sufficiente per il periodo di soggiorno (si calcolano 1000 dollari neozelandesi a persona, al mese, o frazione di mese; questa cifra può essere in contanti, travellers'cheques o su carta di credito Visa/Mastercard).

Quando andare e clima

Il clima non è mai tanto sfavorevole da sconsigliare un viaggio in Nuova Zelanda: tutti i periodi dell'anno offrono cose da vedere e da fare. I mesi più caldi (da novembre ad aprile) sono i più affollati, specialmente nel periodo delle vacanze scolastiche, dal 20 dicembre alla fine di gennaio. Naturalmente, le località sciistiche sono più attive nei mesi invernali. Se viaggiate in alta stagione (soprattutto a Natale) è preferibile prenotare in anticipo tanto l'albergo quanto il viaggio. Sarebbe comunque preferibile visitare il paese prima o dopo questo periodo congestionato, quando fa ancora abbastanza caldo e non ci sono troppi turisti in giro.

Come arrivare

La stragrande maggioranza dei turisti arriva in aereo. Ci sono sette aeroporti internazionali: Auckland (AKL; 0800 247 767, 09-275 0789; www.auckland-airport.co.nz), Christchurch (CHC; 03-358 5029; www.christchurch-airport.co.nz), Dunedin (DUD; 03-486 2879; www.dnairport.co.nz), Hamilton (HLZ; 07-848 9027; www.hamiltonairport.co.nz), Palmerston North (PMR; 06-351 4415; www.pnairport.co.nz), Queenstown (ZQN; 03-450 9031; www.queenstownairport.co.nz) e Wellington (WLG; 04-385 5100; www.wellington-airport.co.nz). Sono molte le compagnie che propongono collegamenti con l'Asia, l'Europa e il Nord America - tra cui anche la compagnia di bandiera neozelandese, Air New Zealand (airline code NZ; 0800 737 000; www.airnz.co.nz; hub Auckland International Airport) - quindi i prezzi variano, ma alla fine pagherete comunque parecchio per raggiungere la Nuova Zelanda in aereo, a meno che non partiate dall'Australia. La grande popolarità della Nuova Zelanda fa sì che gli aeroporti siano molto affollati quasi tutto l'anno, quindi vi conviene prenotare con largo anticipo. Alcune navi da crociera fanno scalo in Nuova Zelanda, ma non esiste un regolare servizio via mare. È possibile, ma di certo né sicuro né facile, spostarsi in nave dalla Nuova Zelanda all'Australia e ad altre isole del Pacifico chiedendo un passaggio oppure diventando membro di un equipaggio - informatevi in giro nei porti e nei circoli di navigazione.

Trasporti locali

Anche se la Nuova Zelanda è piccola e spostarsi via terra non è difficile, volare è una buona soluzione, specialmente per vedere dall'alto montagne e vulcani. È anche una soluzione economica, grazie alle numerose offerte. La compagnia di bandiera Air New Zealand (0800 737 000; www.airnz.co.nz) ha una rete di collegamenti che copre quasi tutto il paese; anche l'australiana Qantas (0800 808 767; www.qantas.co.nz) collega le principali aree urbane. Diversi operatori più piccoli si occupano degli essenziali servizi di trasporto per le piccole isole al largo del paese, come la Great Barrier, la Stewart e le Chathams. La Nuova Zelanda ha anche una sviluppata rete di autobus, ma spostarsi in questo modo può essere lungo e costoso, oltre che noioso. L'operatore principale è InterCity (in Auckland 09-623 1503, in Wellington 04-385 0520, in Christchurch 03-365 1113, in Dunedin 03-471 7143; www.intercity.co.nz), con la sua affiliata Newmans Coach Lines (www.newmanscoach.co.nz), che gestisce un servizio di pullman extra-comodi per fare il giro delle mete turistiche più interessanti. InterCity effettua servizi sia sull'Isola del Nord sia sull'Isola del Sud. Un'alternativa conveniente può essere quella di rivolgersi alle compagnie degli autobus locali, che dispongono di autobus più piccoli, più economici e con un'atmosfera più cordiale rispetto a quelli delle grandi compagnie. Alcuni autobus sono destinati specialmente ai turisti stranieri e a quanti viaggiano con lo zaino in spalla e offrono tanti piccoli 'extra' che li rendono particolarmente allettanti; altre compagnie possono scarrozzarvi in giro per la Nuova Zelanda su autobus 'alternativi' che spesso offrono un modo rilassato di vedere il paese, senza fretta. Le rotte ferroviarie principali sono poche, anche se in treno si viaggia piuttosto velocemente. Le vetture sono moderne e confortevoli e le tariffe spesso inferiori a quelle degli autobus, per un uguale tragitto. Tranz Scenic (0800 872 467, 04-495 0775; www.tranzscenic.co.nz) propone diversi percorsi mozzafiato, come l'Overlander tra Auckland e Wellington, il TranzCoastal tra Christchurch e Picton e il TranzAlpine tra Christchurch e Greymouth; Tranz Scenic gestisce anche il servizio per pendolari Capital Connection che collega Palmerston North a Wellington. Viaggiare in auto (in Nuova Zelanda si tiene la sinistra) è molto consigliato, dato che le strade sono buone, ben segnalate e le distanze sono brevi. Si possono facilmente noleggiare auto e moto, ma il camper è l'ideale per esplorare - se ne volete noleggiare uno, potete rivolgervi a Britz (0800 831 900, 09-275 9090; www.britz.co.nz), Kea Campers (0800 520 052, 09-441 7833; www.keacampers.com/newzealand) o Maui (0800 651 080, 09-275 3013; www.maui.co.nz). La Nuova Zelanda sarà anche in mezzo al mare, ma i trasporti marittimi a lunga distanza sono praticamente inesistenze. Fanno eccezione l'Interislander (che fa servizio tra Wellington, sull'Isola del Nord, e Picton, sull'Isola del Sud), le navi che collegano Auckland e molte isole dell'Hauraki Gulf e quelle che collegano Bluff e Oban. Molti turisti descrivono la Nuova Zelanda come il paradiso dei ciclisti, pulita, verde, non affollata e incontaminata. I posti dove campeggiare e trovare una sistemazione economica sono numerosissimi e la scelta degli itinerari è limitata solo dalla vostra immaginazione. Le biciclette si possono affittare per un giorno, per una settimana o per un mese a prezzo modico.