Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

Per i cittadini italiani che intendano recarsi in Nuova Zelanda per turismo è necessario soltanto un passaporto valido per almeno tre mesi dalla data in cui si prevede di ripartire e il biglietto andata e ritorno. Il periodo di permanenza consentito è di 90 giorni.

Dogana

I funzionari doganali sono ovviamente meticolosi nei controlli sulle droghe - dichiarate qualsiasi medicinale portiate con voi e lasciate a casa bong, narghilè e mozziconi di spinelli. Biosicurezza è un altro termine doganale da tenere presente, perché le autorità sono molto rigorose nel svolgere il loro compito di tenere lontana qualsiasi malattia possa danneggiare l'importante industria agricola del paese. L'equipaggiamento per l'escursionismo, come scarponi e tende, viene sempre controllato, e può darsi che vada ripulito prima di ottenere il permesso di farlo passare. Lo stesso vale per le mazze da golf e le biciclette. Bisogna poi dichiarare qualunque prodotto vegetale o animale si abbia con sé, inclusi oggetti fatti di legno e alimenti di qualsiasi tipo. Sono poi soggetti a ispezioni più attente i visitatori che arrivano dall'Africa, dal Sud-est asiatico o dal Sud America. È generalmente vietato introdurre armi da fuoco o di altro genere, oppure si possono portare con un permesso e dopo essere state sottoposte a test di sicurezza.

Duty free

All'arrivo in Nuova Zelanda, si può portare quasi tutto ciò che si ha con sé senza pagare dazi, a condizione che i funzionari della dogana ritengano che le vostre cose siano per l'uso personale, e che le porterete via con voi quando ripartirete. Ciascun visitatore, inoltre, può introdurre senza pagare tasse 1125 ml di superalcolici, 4,5 l di vino o birra, 200 sigarette (o 50 sigari o 250 g di tabacco) e beni tassabili per un valore massimo di NZD 700 .

Quando andare e clima

L'alta stagione turistica a Auckland coincide con l'arrivo del caldo, da novembre ad aprile, e raggiunge il culmine nel periodo delle vacanze scolastiche estive (dal 20 dicembre alla fine di gennaio). Sebbene in misura minore, la città registra un buon afflusso di visitatori anche nei periodi del fine settimana pasquale, in quello della Festa dei lavoratori (fine ottobre) e durante le vacanze scolastiche di metà anno. Gennaio e febbraio sono i mesi più adatti alle attività balneari, e dicembre e marzo registrano solitamente un clima mite, persino caldo alle volte. Novembre e aprile sono leggermente più freschi, quindi non proprio ideali per godersi le spiagge, ma sono anche molto più tranquilli, e la disponibilità di alloggi è maggiore.

Auckland gode di un clima marittimo, dunque le temperature non raggiungono mai gli estremi che invece toccherebbero se la città non avesse sbocchi sull'acqua. In genere il termometro oscilla attorno ai 25° gradi centigradi (attorno ai 70°F) in estate, e raramente scende vicino allo zero in inverno (da giugno ad agosto), anche se il terreno in alcune aree pianeggianti riparate può talvolta ricoprirsi di uno strato di gelo. In estate il tempo può diventare piuttosto umido.

Come arrivare

quadro generale

La maggior parte dei voli internazionali per la Nuova Zelanda fa scalo a Auckland. La città è collegata da voli diretti con la costa occidentale degli Stati Uniti; con Perth e la costa orientale australiana; con Londra e Francoforte e con diverse città asiatiche. Per tutti i voli internazionali in partenza da Auckland vige una tassa d'imbarco, che si può pagare all'aeroporto. Diverse compagnie aeree nazionali collegano Auckland con altri grandi centri della Nuova Zelanda.Vi sono regolari servizi d'autobus che collegano Auckland con gran parte delle città maggiori e delle zone turistiche partendo dallo Sky City Coach Terminal di Hobson St. Ogni giorno, inoltre, vi sono un treno al mattino presto e uno notturno per Wellington.Noleggiare un'automobile e spostarsi guidando in Nuova Zelanda è facile, anche se i viaggi lungo le strade possono talvolta essere rovinati da conducenti imprudenti.

treno

Il servizio ferroviario Tranz Metro copre tre tratte partendo dalla stazione Britomart (tel: 0800 872 467; www.tranzscenic.co.nz; Queen St), la più grande stazione sotterranea di treni diesel del mondo. Fate le vostre prenotazioni on-line. L' Overlander (tel: 0800 872 467; www.tranzscenic.co.nz ) parte da Auckland alle 7.25am e arriva a Wellington alle 19.20. I viaggi brevi sono cari, ma quelli un po' più lunghi hanno prezzi ragionevoli. Sono disponibili sconti per turisti.

aereo

L'Auckland International Airport (tel: 09-275 0789; www.auckland-airport.co.nz ) dista 21km a sud del centro città. Ha un terminal sia nazionale che internazionale, entrambi con un centro informazioni per i turisti. I due terminal distano un kilometro uno dall'altro ed è a disposizione uno shuttle per raggiungerli. Al terminal internazionale c'è un telefono gratuito per le prenotazioni dei pernottamenti.

autobus

Le principali linee d'autobus offrono tessere di viaggio scontate valide per un periodo variabile dai 14 giorni ai tre mesi. La principale compagnia di bus a lunga percorrenza di Auckland e della NZ, è la InterCity (tel: 09-623 1503; www.intercity.co.nz ) e la sua affiliata che si occupa di tour, la Newmans Coach Lines ( www.newmanscoach.co.nz ). I loro bus vanno dovunque. Partono dallo Sky City Coach Terminal (tel: 09-623 1504; 102 Hobson St). I bus della Naked Bus ( www.nakedbus.com ) viaggiano lungo la SH1 fino a Whangarei (3 ore) e Wellington (12 ore), e anche alle Waitomo Caves (3 ore e un quarto), Whitianga (3 ore e un quarto), Tauranga (tre ore e mezza), Gisborne (nove ore) e Napier (12 ore). La Dalroy Express (tel: 0508 465 622; www.dalroytours.co.nz ) offre giornalmente una corsa fra Auckland e New Plymouth (5 ore e mezza). La Main Coachline (tel: 09-278 8070; www.maincoachline.co.nz ) ha sei corse a settimana fra Auckland e Dargaville (3 ore). Tutti questi bus fermano su Quay St, di fronte al Ferry Building. La Go Kiwi (tel. 0800 446 549; www.go-kiwi.co.nz ) ha shuttle quotidiani da/per Auckland, Rotorua, Tauranga, Hamilton, Waitomo e la penisola di Coromandel.

automobile

Se avete intenzione di noleggiare o acquistare una vettura, ricordate che è necessaria una patente di guida valida e priva di limitazioni rilasciata nel vostro paese, e tenete anche presente che in Nuova Zelanda si tiene la sinistra. Per noleggiare una moto, invece, rivolgetevi a: NZ Motorcycle Rentals (tel: 09-360 7940; www.nzbike.com; 35 Crummer Rd; 9-18 lunedì-venerdì, 10-17 sabato, 10-15 domenica). Offrono anche tour guidati.

Trasporti locali

quadro generale

L'aeroporto di Auckland si trova 21 km (13 miglia) a sud-ovest del centro cittadino, e le navette che servono lo scalo raggiungono diversi alberghi e Aotea Square in città. La corsa in taxi costa circa USD 30,00 .Il Britomart Transport Centre è un comodo centro dove si possono prendere autobus, treni e traghetti, e avere informazioni di carattere generale sui trasporti. Se volete pianificare tutto in anticipo l'Auckland Regional Council gestisce l'eccellente servizio informazioni Maxx (tel: 09-366 6400; www.maxx.co.nz ), che vi darà aiuto con bus, treni e traghetti.Essendo una città di dimensioni così vaste, l'automobile è il mezzo di trasporto più utilizzato a Auckland, dove operano svariate agenzie di autonoleggio. Se preferite spostarvi in bicicletta, potete noleggiarne una e percorrere i piacevoli itinerari sul lungomare. I taxi si possono fermare facilmente presso i posteggi o anche in strada. I traghetti collegano il centro cittadino con varie località della North Shore e le isole del golfo.

treno

Il servizio ferroviario Tranz Metro copre tre tratte partendo dalla stazione Britomart: una fino a Waitakere e due verso Pukekohe. Il Discovery Pass vi consentirà di viaggiare con lo stesso documento su bus, treni e i traghetti della North Shore. Altrimenti pagate il bigliettaio sul treno.

autobus

Le tratte dei bus si dipanano per la città come i tentacoli di un'enorme piovra e molti si fermano nell'area di Britomart station. I bus hanno spesso schermi elettronici che vi daranno i tempi di attesa, ma purtroppo mentono. L'ecologico Link Bus e un servizio comodo che viaggia in senso orario e antiorario attorno al raccordo che include Queen St, Sky City, Victoria Park Market, Ponsonby Rd, K Rd, Newmarket, Parnell e la Britomart station. Il bus rosso City Circuit fornisce trasporto gratuito all'interno del centro dalla Britomart station, lungo Queen St, superando Albert Park verso la Auckland University, fino alla Sky Tower e di nuovo alla Britomart.

automobile

Si possono spuntare alcune buone tariffe per il noleggio di vetture per periodi prolungati, ma ricordate che le automobili più economiche non sono sempre le migliori. Inoltre, parcheggiare in città può essere una vera impresa.

Orientarsi

Dal punto di vista amministrativo, Auckland è costituita da una serie di cittadine che insieme formano una vasta area urbana. L'Auckland City propriamente detta si estende fra i porti di Waitemata e Manukau. North Shore City, che comprende i sobborghi di Takapuna e Devonport, si estende subito al di là del ponte sul porto. Manukau City si trova invece a sud di Auckland, mentre Waitakere City è a ovest.Il vivace lungomare, con l'elegante zona del Viaduct Harbour e del Princes Wharf, è un buon punto da cui iniziare una visita della città. Il cuore commerciale è Queen St, che si snoda da Queen Elizabeth II Square, vicino alla salita del lungomare, fino alla cosmopolita Karangahape Rd (K Rd), superando lungo il suo tracciato Aotea Square.Parnell, immediatamente a est del centro cittadino, è una zona alla moda con villette di legno rimodernate e un gran numero di ristoranti e boutique. Tamaki Drive (talvolta chiamata Waterfront Drive) parte da qui e prosegue verso est fino a St Heliers Bay, oltrepassando le spiagge di Okahu Bay e Mission Bay, dove si può nuotare. Al largo, l'Hauraki Gulf è costellato di isole. A sud-est del centro si estende il vastissimo spazio verde dell'Auckland Domain, uno dei 22 parchi cittadini. A ovest vi sono Ponsonby, una zona di caffè molto in voga, e l'esclusiva Herne Bay. E, visibile quasi da ogni angolo di Auckland, sul centro cittadino si staglia la Sky Tower.

Salute e sicurezza

Anche se la situazione sanitaria è ottima, si consiglia comunque la stipula di una assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche il rimpatrio aereo o il trasferimento in altro paese. Nel caso di seri problemi di salute potete rivolgervi a: Auckland City Hospital (tel: 09-379 7440; Park Rd, Grafton; 24hr) e l'Auckland Metro Doctors and Travelcare (tel: 0508 306 306; livello 1, 125 Queen St; 9-17.30 lunedì-venerdìi, 10-17 sabato) specializzato in medicina per i viaggiatori.

I crimini violenti non sono comuni in Nuova Zelanda e sebbene Auckland sia considerata la 'capitale del crimine' del paese, è comunque un luogo molto sicuro se paragonato agli standard della maggior parte delle città internazionali. Tuttavia i furti, principalmente dalle automobili, possono essere un problema, è quindi bene evitare di lasciare qualsiasi oggetto di valore all'interno di un veicolo, indipendentemente da dove è parcheggiato. I posti peggiori in cui tentare la sorte sono le aree di parcheggio turistiche e i posteggi situati all'inizio degli itinerari escursionistici.Non sottovalutate i rischi posti dal clima marittimo imprevedibile e sempre variabile della Nuova Zelanda nelle zone ad alta quota.La Nuova Zelanda non è afflitta dalla profusione di creature velenose che popolano la vicina Australia (ragni, serpenti, meduse e via dicendo). Nelle acque neozelandesi sono presenti gli squali, ma sono soddisfacentemente nutriti dall'abbondante fauna marina, ed è raro che rappresentino una minaccia per gli esseri umani; va dettò però che gli attacchi contro persone si verificano di quando in quando. Assai più pericolosi nell'oceano sono i flutti di fondo e le correnti di risucchio, che sono in grado di trascinare in nuotatori al largo - fate attenzione a qualsiasi avviso notiate sul posto quando vi recate a nuotare o fare surf o immersioni.Le strade secondarie delle isole sono spesso rese insidiose dai guidatori locali che vanno a tutta velocità, dai camper che svoltano con manovre ampie e dalle pecore ignare del traffico. Anziché andare di gran carriera in giro per il paese, stabilite un itinerario ragionevole e cercate di fare attenzione alla strada, nonostante la bellezza dei paesaggi possa comprensibilmente costituire una distrazione.Quanto a capacità di infastidire, è difficile eguagliare i pappataci, minuscoli insetti simili alle zanzare. Munitevi di repellente di provata efficacia nelle zone costiere, a meno che non vogliate ritrovarvi a imitare un derviscio rotante quando questi piccoli diavoli iniziano a mordere.

Consigli ai viaggiatori

Donne

Auckland è generalmente un luogo molto sicuro per le viaggiatrici, anche se è comunque saggio osservare le consuete precauzioni dettate dal buonsenso. È preferibile evitare di camminare da sole a notte inoltrata, e se si esce è bene avere sempre a portata di mano denaro a sufficienza per prendere un taxi per rientrare in albergo. Quando i pub e i bar chiudono, e ci sono persone un po' brille che barcollano in giro, non è il momento ideale per starsene fuori. Le donne sole dovrebbero anche evitare di alloggiare presso i pub alla buona, a meno che non sembrino davvero sicuri e ben gestiti. Le molestie sessuali non sono un problema molto diffuso in Nuova Zelanda, ma ciò non significa che il paese ne sia esente. Non date per scontato che il maschilismo o gli atteggiamenti puramente aggressivi siano prerogativa delle cosiddette zone depresse rurali - anche gli uomini di città e dintorni possono agire da idioti.

Gay/Lesbiche

L'industria del turismo omosessuale in Nuova Zelanda non è così in primo piano come nel paese situato al di là del Mar di Tasmania, ciò nonostante Auckland ospita nutrite comunità di gay e lesbiche, e c'è un centro Pride proprio nel cuore della città. Il fulcro della comunità gay di Auckland è K Rd. Express è una rivista quindicinale che contiene una gran quantità di informazioni sul mondo omosessuale di Auckland. Ogni anno, nel mese di febbraio, la città ospita il festival HERO, due settimane di eventi, tra cui il Big Gay Out, la sfilata HERO e laboratori di drag king.

Diversamente abili

Le strutture alberghiere di Auckland sono generalmente ben predisposte per accogliere i viaggiatori disabili, e un cospicuo numero di ostelli, alberghi, motel e B&B dispone di camere accessibili agli ospiti in sedia a rotelle e bagni confacenti; tuttavia, le camere davvero prive di barriere sono ancora poche. Anche molte mete d'interesse turistico sono accessibili ai visitatori in carrozzella, e facendone richiesta in anticipo nei siti più importanti spesso si possono avere le carrozzelle direttamente sul posto.Vi sono anche tour operator provvisti di veicoli accessibili ai disabili - chiamate in anticipo per informarvi. Alcuni degli autobus in circolazione a Auckland sono dotati di elevatori, e le compagnie di taxi hanno furgoncini su cui si possono caricare le sedie a rotelle.

Bambini

Auckland è piena di strutture in cui è possibile cambiare i pannolini ai propri bimbi, e la maggior parte dei locali e dei siti turistici dovrebbe essere in grado di venire incontro alle esigenze dei genitori.Culle, seggioloni e vaschette per il bagno non sempre sono facilmente reperibili presso gli alberghi di categoria economica e media, ma quasi tutti quelli di categoria elevata sono in grado di fornirli, e i più lussuosi offrono generalmente anche il servizio di baby-sitting.Le riduzioni per i bambini (e le tariffe per famiglie) sono ampiamente disponibili per una gamma di servizi, come le sistemazioni alberghiere, le escursioni, i biglietti di ingresso ai siti d'interesse e i viaggi in aereo, autobus o treno. In alcuni casi, lo sconto può arrivare al 50% della tariffa intera. Va detto, però, che la definizione di 'bambino' può comprendere una fascia d'età che va dai 12 ai 18 anni (da compiere); i minori di quattro anni di solito possono accedere gratuitamente ai luoghi d'interesse e ai mezzi di trasporto.