Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

Ai cittadini italiani non è richiesto alcun visto per visitare il Messico fino a 90 giorni di permanenza; è sufficiente il passaporto con una validità residua di almeno tre mesi al momento dell'ingresso in Messico. Al momento dell'arrivo viene richiesto al turista di compilare un formulario ("forma migratoria" FMT) disponibile presso gli uffici delle autorità locali locali, l'aeroporto o le compagnie aeree. Il visto è invece obbligatorio in caso di soggiorno per motivi diversi dal turismo. Inoltre, nel caso di attività di osservatori internazionali o di carattere umanitario, è nencessario richiedere un apposito "titolo di soggiorno" (FM3). Per informazioni più dettagliate consigliamo di contattare l'ambasciata messicana in Italia o rivolgervi alla vostra agenzia di viaggio di fiducia.

Quando andare e clima

Il clima del Messico varia a seconda della conformazione geografica: è molto umido e caldo lungo le pianure costiere su entrambi i lati del paese mentre si fa più asciutto e temperato a mano a mano che si procede nell'interno e si sale di quota (per esempio a Guadalajara e a Città del Messico). La stagione delle piogge, caratterizzata anche da temperature elevate, va da maggio a ottobre. Le regioni costiere meridionali possono risultare sgradevolmente calde e terribilmente umide nel periodo compreso fra luglio e settembre. A meno che non vogliate fare altro che crogiolarvi al sole su una spiaggia fuggendo solamente davanti a qualche occasionale acquazzone, dovreste evitare le coste meridionali del Messico durante questi mesi, soprattutto perché a luglio e ad agosto si registra il massimo afflusso di turisti stranieri e le località balneari sono molto affollate. Il periodo migliore per visitare il Messico va da ottobre a maggio, perché il clima è abbastanza asciutto e non fa ancora troppo freddo. I mesi da dicembre a febbraio sono in genere i più freddi dell'anno, ma nelle zone interne i venti settentrionali possono fare scendere di parecchio la temperatura, che a volte si avvicina allo zero. I momenti di alta stagione per il turismo interno sono la Semana Santa (ovvero la settimana prima di Pasqua) e il periodo fra Natale e Capodanno, quando gli alberghi hanno spesso il tutto esaurito.

Come arrivare

Quasi tutti coloro che visitano il Messico raggiungono il paese in aereo, approfittando di collegamenti aerei economici con il Canada, i Caraibi, gli altri paesi dell'America Latina e gli Stati Uniti. Le principali compagnie aeree messicane sono l'Aeroméxico e la Mexicana. I voli provenienti dall'Europa atterrano solitamente a Monterrey, Cancun e Città del Messico. È possibile entrare in Messico via terra dagli Stati Uniti utilizzando uno dei 20 valichi di confine ufficiali. Si può arrivare al confine con un autobus statunitense e passare su un mezzo messicano dopo aver sbrigato le formalità per l'ingresso nel paese. Fra il Messico e il Guatemala esistono tre valichi di confine stradali e ferroviari. È possibile anche utilizzare un paio di itinerari poco conosciuti e relativamente da brivido che passano nell'interno del paese e attraversano la giungla utilizzando autobus e imbarcazioni fluviali. Il primo parte dalla regione di Tikal in Guatemala ed entra in Messico a Corazal, mentre l'altro arriva da Fores nella regione del Petén in Guatemala e passa da Tenosique nello stato messicano del Tabasco. Entrambi gli itinerari terminano a Palenque nel Chiapas. Prima di tentare queste vie dovete contattare l'ambasciata italiana in Messico per avere informazioni aggiornate sulla situazione nel Chiapas. Fra il Messico e il Belize c'è un valico stradale di frontiera nei pressi di Chetumal e di Corozal.

Trasporti locali

I voli interni in Messico non sono più economici come una volta, ma questo modo di spostarsi offre ancora un buon rapporto fra qualità e prezzo, soprattutto se si considera che l'alternativa all'aereo potrebbe essere rappresentata da un torrido e interminabile viaggio in autobus. Negli ultimi anni le grandi compagnie aeree hanno abbandonato molte rotte interne a beneficio di società più piccole, che tuttavia non assicurano orari molto regolari. In questo panorama compaiono sempre nuovi operatori mentre quelli già esistenti falliscono a una velocità allarmante. Gli autobus sono il mezzo di trasporto più diffuso grazie anche a una capillare rete di collegamenti. Gli autobus a lunga percorrenza sono abbastanza confortevoli, hanno l'aria condizionata e sono ragionevolmente veloci. Gli autobus in servizio sulle linee minori nelle aree rurali sono in genere veicoli decrepiti, abbastanza malridotti e pressoché privi di sospensioni che agonizzano in cerca di una morte dignitosa lungo le strade sterrate. I minibus usati per i collegamenti locali vengono chiamati combi, colectivos oppure peseros. A Città del Messico l'uso degli autoveicoli è sottoposto a limitazioni per cercare di contenere l'inquinamento e a seconda del numero finale della targa si può circolare solo in certi giorni della settimana. Per esempio i veicoli la cui targa finisce con un 5 o un 6 non possono circolare il lunedì mentre quelli la cui ultima cifra è un 7 o un 8 devono restare fermi il martedì. Le polizze di assicurazione estere non sono valide in Messico. E' possibile stipulare una assicurazione a breve termine della durata di un giorno o di una settimana al prezzo di 10-20 US $ al giorno. È possibile stipulare questo tipo di polizza sia prima di arrivare in Messico che alla frontiera. Vi consigliamo inoltre di acquistare una cartina del paese: purtroppo la segnaletica stradale lascia molto a desiderare. La Baja California è collegata al resto del Messico da un servizio di traghetti per autoveicoli e passeggeri. Ci sono anche traghetti fra il continente e le isole caraibiche di Isla Mujeres e Cozumel. Le ferrovie messicane riscuotono giudizi contraddittori. I treni sono in genere più economici degli autobus, ma oscillano dal relativamente confortevole al decisamente pericoloso. L'unico viaggio viaggio in treno che vi consigliamo è il Ferrocarril Chihuahua al Pacífico che collega Los Mochis e Chihuahua, altresì conosciuto come il Copper Canyon Railway: è una delle maggiori attrattive del paese grazie al panorama mozzafiato. Gli amanti della bicicletta possono avventurarsi per paese, ma a loro rischio e pericolo: sono numerosi i racconti di furti ed aggressioni, senza contare il caldo torrido.