Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

Chiunque visiti il paese necessita del passaporto. Non è richiesto il visto ai cittadini di Regno Unito, Unione Europea, Stati Uniti, Canada, Australia e Nuova Zelanda. In caso di viaggi di gruppo organizzati da un tour operator è sufficiente la carta d'identità valida per l'espatrio. Si può richiedere l'estensione del periodo di validità dei permessi turistici di tre mesi presso l'Immigration Bureau o il Bureau des Etrangers di quasi tutte le città più grandi.

Quando andare e clima

Le stagioni più indicate per visitare la città sono la primavera e l'autunno, quando le temperature si aggirano in media attorno ai 20-25°C. Negli altri periodi dell'anno, è possibile incontrare un freddo gelido o un caldo torrido. Chi ha in progetto un'escursione nel deserto farà meglio a evitare aprile, perché è il mese in cui si verificano con maggior frequenza le tempeste di sabbia.

A Marrakech e nell'entroterra del Marocco l'estate può essere caratterizzata da un caldo soffocante, con temperature che superano facilmente i 40°C (104°F). Queste zone pianeggianti si estendono a ridosso del deserto e sono pertanto soggette anche a tempeste di sabbia primaverili (solitamente nel mese di aprile), quando il vento di scirocco (chiamato chergui o irifi) soffia a velocità che possono raggiungere i 10 km orari sollevando la polvere e la sabbia finissima e trasportandole attraverso le pianure. Anche nel periodo invernale può fare caldo nei bassopiani, dove la colonnina di mercurio può salire fino a 30°C (86°F), ma le temperature scendono rapidamente dopo il tramonto.

Come arrivare

treno

La stazione ferroviaria (tel: 024 447768, 090 203040; www.oncf.ma; cnr Ave Hassan II e Blvd Mohammed VI, Guéliz), si trova sul lato occidentale di Guéliz. Per raggiungerla prendete dal centro un taxi o i bus 3, 8, 10 e 14). Sono operativi nove treni al giorno per Casablanca e alcuni treni diretti per Fès (via Meknès), Safi e Rabat. I treni notturni per Tangeri effettuano una partenza al giorno.

aereo

Presso l'aeroporto di Ménara, situato 6 km (3,7 miglia) a sud-ovest della città, si trovano un ufficio informazioni e alcune banche con sportello per il cambio della valuta. Royal Air Maroc (RAM) ha diversi voli giornalieri per/da Casablanca (40 minuti) e un volo diretto la settimana per Agadir (35 minuti). RAM gestisce anche voli giornalieri per Parigi e voli settimanali per Londra e Ginevra. Fra le compagnie aeree internazionali che operano da questo scalo vi sono British Airways, che garantisce almeno cinque collegamenti settimanali con Londra, e Air France, che serve Parigi con un volo al giorno. Per coloro che possono permetterselo, Maint Aero offre un servizio charter con una flotta di velivoli leggeri Cessna per varie destinazioni all'interno del Marocco.

autobus

L'autostazione principale si trova a 20 minuti di cammino da Djemaa el-Fna. Da qui partono bus per to Fès (8 ore e mezza, più di sei al giorno) e Meknès (6 ore, almeno tre al giorno). I biglietti sono reperibili anche presso l'ufficio CTM (Sportello 10, stazione dei bus, Bab Doukkala; tel: 024 434402) che offre corse per Ouarzazate (4 ore, una al giorno), Fès (8 ore e mezza, una al giorno), Casablanca (4 ore, tre al giorno) e Essaouira (3 ore, uno al giorno). Gli autobus Supratours partono dall'ufficio della compagnia accanto alla stazione ferroviaria.

Trasporti locali

autobus

Gli autobus locali partono da Place de Foucauld, nei pressi di Djemaa el-Fna. L'autobus n. 11 serve l'aeroporto, mentre l'autobus n. 14 raggiunge la stazione ferroviaria.

taxi

I petit taxi color crema che circolano in città in teoria dovrebbero utilizzare il tassametro, ma è possibile che dobbiate insistere perché il conducente lo metta in funzione, specialmente per le corse verso la città dall'aeroporto o dalla stazione ferroviaria. Il tragitto dall'aeroporto non dovrebbe costarvi più di 5 euro mentre per brevi spostamenti in città il budget è fra i 0,40 centesimi e 1,15 euro. Se viaggiate in un gruppo formato da più di tre persone, dovrete concordare una tariffa per noleggiare un grand taxi.I grand taxi (taxi collettivi) standard che servono destinazioni dell'Alto Atlante, fra cui Asni, Ijoukak, Ouirgane e Setti Fatma, partono dall'esterno di Bab er-Rob, la porta cittadina situata nei pressi del Palazzo Reale.

automobile

Sebbene alcune zone siano troppo anguste per consentire il passaggio, spostarsi in auto nella medina è relativamente semplice. I parcheggi si trovano con facilità, ma naturalmente si pagano. Si possono noleggiare motociclette e scooter presso il Marrakech Motos, in Ave Mohammed Abdelkrim el-Khattabi, a circa 2 km (1,2 miglia) dalla città, sulla strada per Casablanca.

a cavallo/carrozza

Le carrozze trainate da cavalli (calèche) talvolta costano meno dei taxi e rappresentano un mezzo molto piacevole per spostarsi fra i vari siti d'interesse della città.

Orientarsi

La città vecchia e la ville nouvelle (città nuova) di Marrakech hanno all'incirca le stesse dimensioni. Occorrono grossomodo 30 minuti per recarsi a piedi dal centro della ville nouvelle a Djemaa el-Fna, la piazza principale, situata nel cuore della città vecchia, ma volendo si può ricorrere a trasporti pubblici per spostarsi fra le due zone.I due quartieri principali della ville nouvelle sono Guéliz e Hivernage, e quest'ultimo ospita buona parte degli alberghi di categoria media ed elevata. A Guéliz si trova invece la maggior concentrazione di uffici, ristoranti, caffè e negozi, oltre ad alcuni alberghi, lungo l'arteria principale, Ave Mohammed V, oppure nelle immediate vicinanze. La stazione ferroviaria è situata a sud-ovest di Guéliz, seguendo Ave Hassan II dalla centrale Place du 16 Novembre. La stazione degli autobus principale è vicina a Bab Doukkala (una delle porte della città), una decina di minuti a piedi a nord-est della medesima piazza, e a circa 20 minuti da Djemaa el-Fna.Gli alberghi economici sono ubicati perlopiù nelle strette vie che si diramano a est e a sud-est di Djemaa el-Fna. I souq e i luoghi di culto più importanti sorgono a nord e i palazzi a sud. A sud-ovest si staglia l'edificio più caratteristico della città, il minareto della Moschea Koutoubia.

Salute e sicurezza

Per quel che concerne la salute, il Marocco si può considerare di norma uno dei paesi dell'Africa che comportano meno rischi. Va tenuto presente, tuttavia, che le cure mediche possono essere molto costose.Le strutture medico-sanitarie pubbliche non sono pari al livello europeo. Prima della partenza si consiglia la stipula di una assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche il rimpatrio aereo o il trasferimento in altro paese, poichè le spese medico-ospedaliere sono molto costose in Marocco. I casi di epatite e più raramente di tifo sono ancora numerosi quindi è bene fare attenzione a cosa si mangia (ben cotto) e soprattutto bere solo bibite in bottiglia evitando il ghiaccio. Nel caso abbiate bisogno di una farmacia rivolgetevi alla Pharmacie de l'Unité (tel: 024 435982; Ave des Nations Unies, Guéliz; 8.30-23). Per problemi di salute più seri: Polyclinique du Sud (tel: 024 447999; cnr Rue de Yougoslavie e Rue ibn Aicha, Guéliz; 24/24 pronto soccorso) una clinica privata molto utilizzata dagli espatriati.

Fate attenzione alle guide non autorizzate che bazzicano vicino alle entrate principali dei souq in Djemaa el-Fna. Pur rischiando l'arresto se colte sul fatto, molte continuano a impegnarsi in questa attività illegale perché non hanno mezzi di sussistenza alternativi. In ogni caso, si tratta in genere di persone che conoscono bene la zona e i mercati, e se decidete di accettare i loro servigi il compenso medio si aggira sui MAD 25,00 per due ore. Spesso queste guide sono molto insistenti, e va ricordato che il loro interesse principale consiste nel farvi acquistare articoli per i quali ricevono in cambio una commissione. La soluzione migliore è comportarsi come gli altri marocchini, ignorando completamente le attenzioni non richieste, ma soprattutto mantenere il senso dell'umorismo.Va detto che per coloro i quali non hanno mai visitato un souq prima, l'esperienza può rivelarsi opprimente. Se intendete fare acquisti, dovete essere preparati a metodi di vendita che possono risultare anche molto aggressivi. I proprietari dei negozi riescono a inquadrare molto in fretta i loro potenziali clienti, e non v'è dubbio che applichino prezzi differenti a seconda di quanto denaro pensano che possediate o di quanto vi giudichino in grado di discernere. Cercate di rimanere sempre gentili e calmi, ma fermi, tenendo presente che non avete alcun obbligo di acquistare nulla. Evitate però di trascorrere troppo tempo in un negozio a meno che non siate seriamente intenzionati a prendere qualcosa, perché altrimenti potreste andare incontro a richieste e contrattazioni assai stressanti. Se davvero avete l'impressione di essere stati raggirati o semplicemente non riuscite a sbarazzarvi di qualcuno che cerca di imporsi come vostro amico, potete rivolgervi alla Brigade Touristique (tel: 044 384601; Rue Sidi Mimoun), a sud della Moschea Koutoubia. Questo corpo di polizia è in grado di intervenire in qualsiasi situazione del genere molto efficacemente.