Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

I cittadini di nazionalità italiana non necessitano di visto per soggiorni inferiori ai 90 giorni. All'arrivo in Marocco presentando il passaporto, che dovrà avere una validità di almeno sei mesi, verrà apposto un timbro. In caso di viaggi di gruppo organizzati è sufficiente la carta d'identità valida per l'espatrio. Per motivi di lavoro, studio, ecc.. è necessario ottenere il relativo visto, da richiedere ad un ufficio diplomatico/consolare marocchino presente in Italia (Roma, via Spallanzani 8/10; Tel. 00213 37 219 730 - 06/4402506; Fax.06/4402695).

Quando andare e clima

Sulla costa il tempo è piacevole per buona parte dell'anno, ma nel nord l'inverno può portare freddo e pioggia. I mesi preferiti dai turisti che si recano nelle pianure sono quelli compresi tra ottobre e aprile, ossia i più freschi; in questo periodo durante il giorno la temperatura è piacevolmente tiepida o calda (intorno ai 30°C) e di notte fresca (intorno ai 15°C). Chi invece ha intenzione di visitare le zone montuose, sappia che durante l'inverno bisogna essere attrezzati per un clima rigido e che la stagione sciistica dura da dicembre a marzo. Per i trekking in alta stagione (dal 15 giugno al 15 settembre) è necessario prenotare.

Come arrivare

Il Marocco ha buoni collegamenti con l'Europa, l'Africa e il Medio Oriente e dispone di tre aeroporti internazionali (Casablanca, Tangeri e Agadir). Se volete raggiungere il paese con la vostra auto non avrete alcuna difficoltà: ci sono molti aliscafi e traghetti adibiti al trasporto degli automezzi in servizio tra Algeciras in Spagna e Tangeri e Ceuta. Esiste anche un ottimo servizio di pullman che collega il paese con l'Europa, la Compagnie de Transports Marocains (CTM; in Casablanca 022 458080). Segnaliamo inoltre che al momento della stesura della guida il confine con l'Algeria era chiuso per questioni politiche e raccomandiamo massima attenzione per chi intende recarsi in Mauritania passando dal Maroccco, vista la presenza di mine anti-uomo.

Trasporti locali

Se avete poco tempo e non avete problemi economici, potete prendere in considerazione l'idea di uno o più voli interni per visitare in modo approfondito il paese. La compagnia aerea Royal Air Maroc (RAM; in Casablanca 022 912000; www.royalairmaroc.com) offre prezzi speciali per studenti e under-26. L'Office National des Chemins de Fer (ONCF) marocchino gestisce una delle reti ferroviarie più moderne dell'Africa che collega la maggior parte dei centri principali. I treni in genere sono confortevoli e veloci e sono una soluzione migliore degli autobus, se non altro perché su molti convogli notturni ci sono i vagoni letto. Le linee si spingono a sud fino a Marrakech. Se perdete il treno, gli autobus sono comunque un'alternativa accettabile e in quasi tutte le zone i servizi sono numerosi ed efficienti. L'autonoleggio non costa poco, ma rivolgendosi alle società più piccole è possibile trovare qualche occasione conveniente. La benzina è reperibile pressoché ovunque. Tenete presente che sulle strade marocchine la polizia e i doganieri effettuano molti controlli. E sappiate che nella maggior parte delle città esistono parcheggiatori, che custodiscono le vostre auto e si aspettano una mancia prestabilita. Le città più grandi hanno un servizio di autobus pubblici. In molti centri urbani circolano i petit taxi, che possono trasportare al massimo tre passeggeri e possono essere utili per evitare un colpo di calore e/o guide e venditori insistenti.