Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

I cittadini italiani e dei restanti paesi UE possono visitare il Lussemburgo con la carta d'identità valida per l'espatrio o il passaporto. Il Lussemburgo fa parte dello "spazio Schengen". La conseguenza più evidente delle disposizioni di Schengen per le persone è che non sono più tenute a mostrare il documento d'identità quando attraversano i confini degli stati firmatari.

Quando andare e clima

Il periodo migliore per visitare il Lussemburgo è la primavera, quando la campagna si riempie di fiori e si tengono un gran numero di celebrazioni e feste folcloristiche in tutta la nazione. Dalla primavera all'autunno le condizioni atmosferiche sono generalmente buone per praticare le attività all'aperto, sempre che non vi disturbi la pioggia. L'inverno in Lussemburgo non è così rigido come nei paesi vicini, per cui, se pensate di visitare il paese durante i mesi più freddi, non avrete bisogno di equipaggiarvi contro il freddo polare.

Come arrivare

L'aeroporto internazionale, Findel, si trova 6 km a est della capitale ed è servito da autobus frequenti. La compagnia di bandiera, Luxair, vola su diverse località europee, fra cui Amsterdam, Atene e Londra. Altre compagnie aeree gestiscono voli per Cuba, Islanda, Marocco, Russia, Tenerife e Stati Uniti. La tassa d'imbarco è compresa nel prezzo del biglietto. Eurail, Inter-rail, Europass e Flexipass sono validi su tutta la rete ferroviaria del Lussemburgo, così come il pass Benelux Tourrail, che si può utilizzare anche sugli autobus delle ferrovie del Lussemburgo. Autobus e treni collegano la capitale a tutte le principali città europee e a molte cittadine e villaggi limitrofi. Fra i principali itinerari automobilistici per entrare e uscire dal Granducato segnaliamo la A4 per Bruxelles e Parigi, la A31 diretta in Francia via Dudelange e la A48 diretta in Germania via Trier. In estate la motonave turistica Princesse Marie-Astrid percorre la Mosella da Schengen, all'estremità meridionale del Lussemburgo, a Bernkastel e Trier, in Germania.

Trasporti locali

A differenza degli altri due paesi del Benelux, il Lussemburgo non ha una rete ferroviaria molto estesa, per cui gli spostamenti al di fuori della principale linea nord-sud richiedono più tempo. La rete degli autobus, in compenso, è ottima e il sistema tariffario è semplice in entrambi i casi, con biglietti giornalieri a percorrenza illimitata e tariffe standard in base alla distanza. Quasi tutte le stazioni ferroviarie hanno un deposito bagagli, ma molti terminal degli autobus ne sono sprovvisti. La rete stradale del Lussemburgo è molto buona. Gli automobilisti devono per legge portare la cintura di sicurezza allacciata. Il prezzo del carburante è tra i più economici dell'Europa occidentale, al punto che molti automobilisti belgi e tedeschi vanno a fare il pieno in Lussemburgo. Al contrario le automobili a noleggio sono care, anche se spesso rappresentano la scelta migliore per soggiorni di breve durata. Ricordatevi di chiedere informazioni a proposito di assicurazione, tasse (TVA) e chilometraggio illimitato. Al di fuori della capitale i collegamenti sono per lo più garantiti dai taxi, che la domenica applicano un sovrapprezzo del 25%. In alternativa potete noleggiare una bicicletta, anche se in Lussemburgo quest'ultimo mezzo di trasporto non è così popolare come nel resto dell'Europa occidentale.