Informazioni pratiche

Quando andare e clima

Le stagioni migliori per visitare la Sicilia sono la primavera e l'autunno, durante le quali la dolcezza del clima consente di fare il bagno e nello stesso tempo non sarete oppressi dal caldo mentre visitate i siti di maggiore interesse. D'estate, infatti, le spiagge vengono invase da orde di vacanzieri e i prezzi tendono a salire.

Come arrivare

Il mezzo migliore e più rapido per raggiungere la Sicilia è l'aereo. Sull'isola ci sono tre aeroporti: quello di Punta Raisi, il Falcone-Borsellino, dista 32 km da Palermo, il Fontanarossa si trova a soli 7 km da Catania e il Vincenzo Florio di Trapani Birgi dista circa 15 km sia da Trapani sia da Marsala. I servizi navetta assicurano il collegamento con il centro città. Fra le compagnie aeree che servono la regione segnaliamo: Air Italy, Air One, Alitalia, Blue Panorama, EasyJet, Meridiana, Ryanair e Wind Jet. Se volete viaggiare via terra, potete utilizzare agli autobus, anche se in alcuni casi il viaggio sarà molto lungo. Tra le compagnie che gestiscono collegamenti da Roma o Napoli alla Sicilia c'è anche la Interbus (Segesta; 091 616 79 19; www.interbus.it). Se preferite il treno, ci sono linee che collegano Milano, Firenze, Roma, Napoli e Reggio Calabria a Messina e da lì a Palermo, Catania e le altre province siciliane - i treni sono trasportati dalla penisola con il traghetto da Villa San Giovanni. I treni Eurostar sono più costosi, ma più veloci e puntuali degli Intercity (www.trenitalia.it). L'isola è raggiungibile anche via mare. Da Villa San Giovanni (Calabria) partono traghetti diretti a Messina (potete anche imbarcare la vostra automobile, se viaggiate per conto vostro). Un servizio di aliscafi collega Messina a Reggio Calabria. La Sicilia è anche raggiungibile in traghetto da Napoli, Genova, Livorno e Cagliari in Italia, oltre che da Malta e dalla Tunisia. I prezzi dei biglietti si alzano tra giugno e settembre, e conviene prenotarli con largo anticipo. Tra le compagnie di traghetti che hanno come meta la Sicilia vi segnaliamo: Grimaldi Ferries (www.grimaldi-ferries.com), con due traghetti la settimana tra Tunisi e Palermo; Siremar (www.siremar.it), un operatore locale con servizi da Palermo a Ustica e le isole Eolie, da Milazzo alle isole Eolie, da Trapani alle isole Egadi e Pantelleria; Tirrenia (www.tirrenia.it), le cui rotte comprendono Cagliari-Palermo e Napoli-Palermo; TTT Lines (www.tttlines.it), con traghetti da Napoli a Catania; Ustica Lines (www.usticalines.it), che ha aliscafi da Napoli, Palermo e Cefalù alle isole Eolie, da Reggio Calabria a Messina, da Trapani e Marsala alle Egadi, da Mazara del Vallo e Marsala a Pantelleria; Virtu Ferries (www.virtuferries.com), con un servizio giornaliero di aliscafi che collega Malta e Pollazzo, a sud di Siracusa.

Trasporti locali

In Sicilia sarebbe preferibile disporre di un'automobile (o di una motocicletta): viaggiare con i mezzi pubblici è complicato e richiede tempo, ma non è impossibile. I collegamenti tra le città principali e le località turistiche costiere sono buoni, ma se volete allontanarvi dai percorsi più battuti potreste incontrare qualche difficoltà. Generalmente gli autobus sono da preferire ai treni, di solito molto lenti. Fra le compagnie che servono la regione segnaliamo: AST (www.aziendasicilianatrasporti.it), SAIS Autolinee (www.saisautolinee.it) e SAIS Trasporti (www.saistrasporti.it). Tuttavia, il treno è un'alternativa da prendere in considerazione quando si viaggia tra le città principali dell'isola. I servizi sono limitati e i treni regionali sono lenti, ma in compenso sono economici e generalmente affidabili. La rete ferroviaria è gestita da Trenitalia (www.trenitalia.it), tranne per i treni che fanno servizio lungo il circuito dell'Etna, gestiti da una società privata la Ferrovia Circumetnea (www.circumetnea.it). Un sistema efficiente di traghetti e aliscafi garantisce i collegamenti con le isole al largo della costa. La frequenza dei servizi diminuisce in modo considerevole d'inverno, quando molte delle isole rimangono praticamente deserte. Per quanto riguarda Pantelleria e le Isole Pelagie, l'aereo rappresenta probabilmente la soluzione migliore, perchè più economico e molto più veloce rispetto ai traghetti.