Informazioni pratiche

Quando andare e clima

La Sardegna ha un clima mediterraneo, con estati lunghe, molto calde e secche e temperature invernali piuttosto moderate, che si mantengono attorno ai 10°C. Le stagioni migliori per visitare l'isola sono la primavera e l'autunno: la dolcezza del clima consente di fare il bagno e, nello stesso tempo, di non soffrire il caldo afoso durante le escursioni. In estate, invece, parte delle spiagge vengono invase da orde di vacanzieri e inoltre i prezzi salgono notevolmente.

Come arrivare

La Sardegna dispone di tre scali aeroportuali: Cagliari Elmas (www.sogaer.it), Olbia Costa Smeralda (www.geasar.it), Alghero Fertilia (www.aeroportodialghero.it). Un quarto, più piccolo, è quello di Arbatax-Tortoli (www.aeroportotortoliarbatax.it). Tutti collegano la Sardegna con le principali città italiane ed europee. Oltre che dalle principali compagnie aeree internazionali, la Sardegna è servita anche da diverse compagnie low-cost, anche se alcuni collegamenti sono disponibili solo da aprile a ottobre. L'isola è raggiungibile in traghetto da Genova, Savona, La Spezia, Livorno, Piombino, Civitavecchia, Fiumicino, Napoli, Palermo, Trapani, Bonifacio (Corsica) e Proto Vecchio (Corsica). I traghetti francesi che partono da Marsiglia e Tolone a volte si fermano ad Ajaccio e Propriano (in Corsica) prima di approdare in Sardegna. I porti della Sardegna sono Olbia, Golfo Aranci, Palau, Santa Teresa di Gallura e Porto Torres nella parte settentrionale, Arbatax sulla costa orientale e Cagliari nel sud. La principale compagnia di traghetti italiana è la Tirrenia (www.tirrenia.it), che gestisce traghetti in partenza da tutti i porti italiani citati sopra (tranne Savona, La Spezia, Livorno e Piombino) e diretti a Porto Torres, Golfo Aranci, Olbia, Arbatax e Cagliari. Tra le altre compagnie vi segnaliamo: Grandi Navi Veloci (www1.gnv.it), con traghetti di lusso che collegano per tutto l'anno Genova a Porto Torres e Olbia; La Mèridionale (www.cmn.fr), con due navi alla settimana che vanno da Marsiglia a Porto Torres; Moby Lines (www.moby.it), che collega per tutto l'anno Genova e Livorno con Olbia, e stagionalmente Piombino e Civitavecchia con olbia, Genova con Porto Torres e Santa Teresa di Gallura con Bonifacio (Corsica); Sardinia Ferries (www.sardiniaferries.com), che unisce Civitavecchia e Livorno a Golfo Aranci e Civitavecchia a Cagliari; Saremar (www.saremar.it) con un servizio regolare di traghetti tra Santa Teresa di Gallura (Sardegna) e Bonifacio (Corsica); SNCM (www.sncm.fr) che collega Marsiglia a Porto Torres passando per la Corsica (in agosto, alcune navi partono anche da Tolone).

Trasporti locali

La principale compagnia di autobus è l'Azienda Regionale Sarda Trasporti (ARST; 800 86 50 42; www.arst.sardegna.it), che gestisce un'estesa rete di servizi che copre tutta l'isola. Le principali linee ferroviarie di Trenitalia (www.trenitalia.it), affidabili, anche se un po' lente, collegano Cagliari con Oristano, Sassari e Olbia. Da aprile a settembre il Trenino Verde (www.treninoverde.com) percorre alcune strade panoramiche che da tempo sono state abbandonate dai treni più moderni. Arbatax-Mandas è tra i percorsi più belli. Gli altri itinerari sono: Palau-Tempio Pausania, Tempio Pausania-Nulvi (da dove potete passare ai treni regolari per Sassari e Alghero), Bosa-Macomer (che è collegata alla linea Macomer-Nuoro) e Sorgono-Isili (collegata alla linea per Cagliari). Se vi interessa esplorare davvero la Sardegna, l'unico modo per farlo è viaggiare in automobile. Se volete noleggiare un'auto: Avis (www.avisautonoleggio.it); Budget (www.budgetautonoleggio.it); Hertz (www.hertz.it); Maggiore (www.maggiore.it).