Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

I cittadini italiani che visitano la Guyana per turismo non necessitano di visto per una permanenza nel paese fino a 90 giorni. Il passaporto dovrà avere una validità di almeno sei mesi al momento dell'arrivo nel paese; potrebbe anche essere richiesto anche un biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio.

Quando andare e clima

I momenti migliori per visitare la Guyana coincidono con la fine delle due stagioni delle piogge, fine gennaio e fine agosto, quando le cascate di Kaieteur danno il meglio di sé. Alcuni abitanti del luogo suggeriscono il periodo che va da metà ottobre a metà maggio, forse piovoso, ma certamente meno caldo; se invece avete in programma di spostarvi verso l'interno via terra, optate senz'altro per la stagione secca.

Come arrivare

La maggior parte dei viaggiatori giunge in Guyana dall'America settentrionale o dai Caraibi, con meno frequenza da Venezuela (via Trinidad) e Suriname. I viaggiatori che raggiungono la Guyana con l'aereo atterrano al Cheddi Jagan International Airport, a sud della capitale. Non esistono voli diretti dall'Europa. Da Bonfim (Brasile) potete attraversare il fiume dino a Lethem, nella tranquilla Savana di Rupununi, in Guyana. La strada che collega Bomfin alla città brasiliana di Boa Vista è in ottime condizioni, ma quella che va da Lethem a Georgetown è accidentata e potrebbe essere impraticabile con la pioggia. Nell'aera nordorientale del paese, un servizio di traghetti collega Corriverton (Springlands) via Moleson Creek alla città di confine (con il Suriname) di Nieuw Nickerie via South Drain, da dove potete prendere una 4x4 per Paramaribo e la Guyana francese. Non ci sono nè collegamenti stradali né punti di confine legalmente aperti ad ovest del Venezuela. L'unico modo per attraversare il confine è passare dal Brasile, via Boa Vista e Bonfim.

Trasporti locali

Servizi aerei charter diretti alle zone interne sono disponibili dall'Ogle Aerdome di Georgetown. I traghetti attraversano quasi tutti i fiumi principali. C'è un servizio regolare sull'Essequibo tra Charity e Bartica, con una fermata a Parika. Un altro traghetto va da Rosignol a New Amsterdam, lungo la Eastern Hwy sulla strada per il confine con il Suriname. Un servizio di motoscafi, più frequente ma anche più caro, trasporta passeggeri da Parika a Bartica. Georgetown e la maggior parte delle città costiere sono collegate da minibus e taxi collettivi, ma il servizio non ha orari regolari. A Georgetown si possono anche noleggiare automobili. Per farlo, occorre avere una patente internazionale. Sconsigliamo vivamente di fare l'autostop - il rischio di essere rapinati è molto alto.