Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

I cittadini italiani possono entrare in Guatemala senza visto e trattenersi nel paese per 90 giorni. Sarà sufficiente essere in possesso del passaporto con una validità di almeno sei mesi e di un biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio. Per ulteriori informazioni è consigliabile contattare l'ambasciata di Guatemala in Italia (via Colli della Farnesina, 128 - 00194 Roma - Tel. 06/36307392; Fax 06/3291639

Quando andare e clima

Dal punto di vista climatico, il periodo migliore per visitare il Guatemala è la stagione secca, compresa tra la fine di dicembre e la metà di aprile che, insieme all'estate, rappresenta il periodo di maggiore affollamento. Benché la pioggia possa limitare le vostre attività, è consigliabile visitare il paese anche durante la stagione umida, soprattutto perché sono maggiori le possibilità di trovare alloggi a buon prezzo. Se intendete recarvi in Guatemala intorno a Pasqua, fate in modo di assistere ai riti della Semana Santa, il principale evento religioso dell'anno.

Come arrivare

Le principali linee aeree servono gli scali di Città del Guatemala e Flores. Gran parte dei voli passano attraverso i nodi americani di Dallas-Fort Worth, Los Angels, Houston, Miami o Città del Messico. L'unica compagnia aerea europea che effettua voli per il Guatemala è l'Iberia, con scalo a Miami. Per raggiungere il Guatemala da nord via terra è necessario entrare nel paese dal Messico compiendo lunghi viaggi in autobus o in treno. Esiste un collegamento diretto di autobus tra El Salvador e Città del Guatemala; le corriere dirette nell'Honduras si fermano al confine. Intraprendere il viaggio partendo dal Belize significa percorrere una strada polverosa in pessime condizioni attraverso montagne dalla ricca vegetazione. Potete anche arrivare in Guatemala via mare, viaggiando da Punta Gorda, nel Belize, a Puerto Barrios o Lívingston. Da quest'ultima città esiste inoltre un collegamento per Omoa, nell'Honduras. Se volete passare il confine, vi consigliamo di partire molto presto: nel pomeriggio i bus per le frontiere si diradano e, verso sera, queste zone non sono molto sicure. In teoria una volta arrivati in Guatemala non dovreste pagare nessuna tassa d'ingresso, ma gli ufficiali alla dogana potrebbero approfittarne: per sicurezza chiedete sempre un recibo, uno scontrino; se sono nel torto, li farà desistere.

Trasporti locali

Città del Guatemala e Flores sono le uniche località servite da collegamenti aerei. Un servizio di autobus garantisce collegamenti economici abbastanza agevoli tra quasi tutte le città, per quanto le strade di El Petén spesso si trasformino in veri e propri pantani o addirittura scompaiano durante la stagione delle piogge. Esiste poi un servizio di minibus che collega alcuni dei maggiori centri turistici del paese. Diversi parchi nazionali del Guatemala sono raggiungibili soltanto via mare. E' possibile affittare auto e biciclette. E' sconsigliao fare l'autostop, ma nel caso in cui voi siate in qualche zona fuori mano è possibile chiedere un passaggio, senza correre troppi rischi: i conducenti di camion e truck vi daranno uno strappo allo stesso prezzo del biglietto degli autobus pubblici.