Strada Colonnata

Da vedere  / strada antica

Scendendo lungo il versante della collina dal Teatro, vedrete la Strada Colonnata , la via centrale di Petra. Costruita sui resti di una preesistente arteria nabatea intorno al 106 d.C. (all'incirca nello stesso periodo in cui fu realizzata una strada simile a Jerash), essa costituisce, secondo il classico modello urbanistico romano, il decumano orientato in direzione est-ovest; da notare, tuttavia, l'assenza del cardo massimo (ovvero l'asse nord-sud). In origine la strada, larga 6 m, era delimitata da colonne di arenaria rivestite di marmo; su entrambi i lati si affacciavano i portici che davano accesso alle botteghe.

All'inizio della Strada Colonnata c'è il Ninfeo, una fontana pubblica costruita nel II secolo d.C. e alimentata dalle acque provenienti dal Siq. Oggi è rimasto ben poco della fontana, che tuttavia è riconoscibile grazie alla presenza di un gigantesco albero di pistacchio, che da ben 450 anni offre un gradito riparo dal sole estivo.

Sempre lungo la Strada Colonnata sorgono gli scarni resti della zona del mercato e le rovine ormai irriconoscibili del Palazzo Reale .

La strada termina presso la Porta del Temenos. Costruita nel II secolo d.C., la porta in origine aveva enormi porte di legno e torri laterali. Segnava l'ingresso al temenos (recinto sacro) del Qasr al-Bint, separando la zona commerciale della città dal recinto sacro del tempio. Osservando attentamente i pochi fregi rimasti, tra cui le decorazioni floreali e una figura armata di freccia, si intuisce facilmente che questa struttura doveva essere in origine davvero grandiosa. Di fronte si trovano le esigue rovine delle terme nabatee .