UMM AL-BIYARA

Attività

Egli, il re dei Giudei, Amaziah, sconfisse gli Idumei nella Valle del Sale uccidendone diecimila. In tale guerra occupò Sela...

2 Re 14, 7

Umm al-Biyara è una montagna dalla cima piatta (1178 m), situata nella parte sud-occidentale di Petra. Secondo la leggenda, era qui che sorgeva la capitale edomita di Sela. Si narra che da questa altura il sovrano giudeo Amaziah (che regnò dal 796 al 781 a.C.) abbia gettato 10.000 prigionieri nel precipizio. In cima alla montagna si trovano le rovine di un villaggio edomita del VII a.C., insieme a diverse cisterne. Alla base del versante orientale dell'altura vi sono anche numerose tombe non ancora portate alla luce.

Il tragitto di andata e ritorno da Qasr al-Bint a Umm al-Biyara (la Madre delle Cisterne) richiede all'incirca tre ore e offre la possibilità di ammirare alcuni scorci pittoreschi di Petra (riuscirete a scorgere persino il Monastero). Costituito da centinaia di gradini, il percorso da seguire è piuttosto faticoso ma agevole. Iniziate l'escursione a metà pomeriggio, quando gran parte del sentiero è all'ombra, ma non partite troppo tardi per non rischiare di scendere al buio.

Partendo da un punto alle spalle del Qasr al-Bint, dirigetevi verso la Colonna del Faraone e scendete fino alla strada che conduce lungo il Wadi Thughra verso il Monumento del Serpente. In sentiero che si arrampica sulla parete rocciosa inizia a sinistra della più grande tra le tombe scavate nella roccia sul versante sud-orientale della montagna.