Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

Ai viaggiatori di nazionalità italiana, così come ai visitatori della maggior parte dei paesi, viene richiesto un visto d'ingresso che può essere ottenuto direttamente all'arrivo, sia all'aeroporto, sia presso i confini terrestri (a eccezione di quello con Israele, dove non vengono rilasciati visti). Il visto ha una validità di sei mesi. Ai fini del rilascio occorre presentare una fototessera e il passaporto, che dovrà avere una validità minima di sei mesi. Il visto potrà essere richiesto anche prima della partenza. Per maggiori informazioni sui tempi, costi e procedure di rilascio dei visti contattate la sezione consolare dell'Ambasciata della Giordania in Italia (tel. 06 8620 5303; fax 06 860 6122; embroma@jordanembassy.it; Via Giuseppe Marchi 1/b, 00161 Roma).

Quando andare e clima

Il periodo migliore per visitare la Giordania è la primavera o l'autunno, quando potete evitare il sole cocente dell'estate e i freddi venti invernali. Anche se l'inverno nella maggior parte del paese è terribilmente freddo, nella zona del Mar Rosso e di Aqaba il clima è temperato. Se avete in programma di viaggiare nel resto del Medio Oriente, cercate di dirigervi a nord verso la Turchia in primavera, e a sud verso l'Egitto in autunno.

Come arrivare

La compagnia aerea nazionale, Royal Jordanian (www.rja.com.jo, www.rj.com), ha molti collegamenti aerei con le città del Medio Oriente e dell'Europa. Royal Wings (www.royalwings.com.jo), un'affiliata di Royal Jordanian, gestisce aerei più piccoli per brevi viaggi da Amman a Tel Aviv, Aqaba e Sharm el-Sheikh. Ci sono pochi collegamenti diretti tra il paese e gli Stati Uniti e nessuno con Canada, Australia e Nuova Zelanda. Il moderno Queen Alia International Airport (06 4452000), a 35km da Amman, è il principale aeroporto del paese. Ci sono due terminal, a 100m di distanza l'uno dall'altro. Il Terminal 1 è usato soprattutto da Royal Jordanian, mentre le altre compagnie usano soprattutto il Terminal 2. L'ex base militare di Marka, a nord-est di Amman, è usata da Royal Wings per alcuni voli diretti per Aqaba e Tel Aviv. L'unico altro aeroporto internazionale (e domestico) della Giordania è ad Aqaba. Alcuni voli internazionali fanno scalo qui prima di arrivare ad Amman; ci sono anche alcuni voli charter tra Aqaba e le città europee. Attraversare il confine tra Arabia Saudita e Giordania via terra è praticamente impossibile per i non residenti e la frontiera con l'Iraq per il momento è chiusa, quindi gran parte dei viaggiatori passa via terra dalla Siria o da Israele e i territori palestinesi, oppure con un traghetto dall'Egitto. Andare in Iraq al momento è vivamente sconsigliato; se volete andare lo stesso, Jordan Regular Transport (4622652) gestisce un servizio di minibus dalla stazione Abdali in Amman per Baghdad, che è però pensato soprattutto per i cittadini iracheni. Ci sono tre punti di frontiera aperti tra Giordania e Israele: King Hussein Bridge, Sheikh Hussein Bridge e Wadi Araba. Numerose città della Giordania sono collegate regolarmente a città in Israele e nei territori palestinesi. Viaggiare su un autobus diretto Amman-Tel Aviv vi eviterà la trafila alla frontiera, ma è più costoso. Da Amman, i pullman della Trust International Transport (06 5813427) partono diretti a Tel Aviv, Haifa e Nazareth passando la frontiera allo Sheikh Hussein Bridge. Comprate i biglietti il giorno prima. Gli autobus partono dall'ufficio della Trust a Irbid (02 7251878) intorno alle 10 del mattino. Se viaggiate in macchina e arrivate da Israele e i territori palestinesi, attraversate la frontiera allo Sheikh Hussein Bridge o a Wadi Araba/Rabin. Ottenere un visto (anche solo di transito) per l'Arabia Saudita è molto difficile. Quasi tutti i mezzi pubblici diretti in Arabia Saudita passano il confine a Al-Umari, situato lungo la grande strada a sud di Azraq. Gli altri due punti di frontiera sono Ad-Durr, a sud di Aqaba, e Al-Mudawwara, ancora più a est. Sono molte le compagnie che collegano in autobus Amman con Jeddah e Riyadh. Se volete andare direttamente da Amman a Damasco, conviene prendere un autobus diretto o un taxi; rivolgetevi a Jordan Express Travel & Tourism (JETT; 5664146; Al-Malek al-Hussein St, Shmeisani), che ha anche autobus per Alepo, oppure ad Afana(4614611). Anche il Palace Hotel ha un servizio di collegamento con autobus tra Damasco e Amman, via Jerash, Bosra e Shaba. Ci sono poi servizi che collegano Damasco con Irbid e Ramtha con Amman e Irbid. Se volete entrare in Siria dalla Giordania, assicuratevi di avere un visto prima di arrivare alla frontiera. Se viaggiate in auto, il punto migliore per attraversare la frontiera con la Siria è Der'a/Ramtha. L'altro punto di frontiera tra Giordania e Siria è Nasib/Jabir. Amman è collegata a Damasco anche da una linea ferroviaria della Hejaz Railway, ma sono pochi i viaggiatori che ne fanno uso, visto che è molto più lenta dei taxi. I biglietti costano JD3. Ci sono due servizi che collegano Aqaba a Nuweiba (Egitto) via mare. Per informazioni aggiornate sugli orari, che sono spesso soggetti a cambiamenti, chiamate il terminal per passeggeri del porto di Aqaba (03 2013240; www.abmaritime.com.jo/english) prima del giorno di partenza. Sporadicamente, c'è anche un catamarano che va da Aqaba a Sharm el-Sheikh.

Trasporti locali

Dal momento che Ramtha, nel nord, e Aqaba, nel sud, sono separate solo da 430km, la Giordania ha solo un volo domestico, che fa la spola tra Amman e Aqaba. I minibus e, in misura minore, gli autobus pubblici rappresentano il modo più comune di spostarsi per turisti e gente del posto. In genere partono quando sono pieni, quindi potrebbe capitarvi di dover aspettare anche un'ora. Restare in piedi di norma non è permesso. I biglietti dei mezzi pubblici si comprano in genere direttamente a bordo del mezzo. Per gli autobus privati, invece, dovete di solito rivolgervi all'apposito ufficio presente nel luogo di partenza (comprateli un giorno prima). Le compagnie private come JETT (5664146; Al-Malek al-Hussein St, Shmeisani; da Amman a Aqaba), Trust International Transport (06 5813427; da Amman a Aqaba) e Hijazi (4638110; da Amman a Irbid) sono le più affidabili e garantiscono i collegamenti più veloci, perché non si fermano durante il tragitto per far salire altri passeggeri. Le due città più grandi, Amman e Irbid, hanno una rete di autobus pubblici cittadini piuttosto economici, ma sono pochi i mezzi che hanno la destinazione scritta in inglese. Non ci sono orari fissi e le fermate degli autobus possono essere davvero caotiche. I taxi, invece, sono molto più efficienti pur rimanendo economici. Dove il sistema dei trasporti pubblici è limitato o inesistente, le uniche alternative sono noleggiare un'auto oppure fare l'autostop. La seconda opzione non è mai completamente sicura, in nessun paese del mondo. Per segnalare che state cercando un passaggio, indicate con l'indice la direzione in cui volete andare. Se volete noleggiare un'auto, vi farà piacere sapere che non avete bisogno di una patente internazionale; la vostra patente dovrebbe essere sufficiente, a meno che non guidiate una macchina di vostra proprietà e abbiate intenzione di attraversare il confine di un altro stato. Avrete anche bisogno di un'assicurazione, dei documenti di registrazione del veicolo e di un "Carnet de passage en douane', ovvero un passaporto per il veicolo. Al confine con la Giordania (e al terminal per traghetti di Nuweiba) vi sarà richiesto di stipulare un'assicurazione locale aggiuntiva di JD35, più una tassa di JD5 per la "registrazione di un'auto straniera'. Tenete presente che, se doveste avere un incidente, potreste non trovare le parti di ricambio o l'aiuto tecnico di cui avete bisogno. Noleggiare un'auto può essere costoso. Ci sono molte agenzie ad Amman, qualcuna ad Aqaba e un paio di uffici all'aeroporto Queen Alia e alla frontiera a King Hussein. Le tariffe migliori le trovate ad Amman. Tra le agenzie presenti vi segnaliamo Avis (www.avis.com.jo; ad Amman, Aqaba e King Hussein Bridge); Budget (budget@go.com.jo); Eagle Rent-a-Car (eaglerentacar@wanadoo.jo); Europcar (www.europcar.jo); Firas Car Rental (alamo@nets.com.jo); Hertz(www.hertz.com.jo); National Car Rental (www.1stjordan.net/national; ad Amman e Sheikh Hussein Bridge); Reliable Rent-a-Car (www.reliable.com.jo). La bici è un'opzione popolare, ma non è sempre divertente. I periodi migliori per visitare la Giordania pedalando sono da marzo a maggio e da settembre a novembre.