Schloss

Da vedere  / palazzo
Luogo
Germania  ,  Heidelberg
Web
Sito web: www.schloss-heidelberg.de
Prezzi
interi/ridotti Bergbahn compresa €6/4, audioguida €4, 1 h 30 min
Orari
24 h su 24, ingresso con biglietto 8-17.30

Il castello di Heidelberg, in parte in rovina, si erge sull'Altstadt proprio come in un libro di fiabe ed è uno dei luoghi più romantici della Germania. Questa fortezza rinascimentale è stata teatro di molte e rocambolesche vicende, che hanno visto protagonisti principi del Palatinato, invasori svedesi, francesi pronti alla battaglia, riformatori protestanti e devastanti incendi provocati dai fulmini. I suoi tumultuosi trascorsi storici, la sua austera bellezza e le sue alterne fortune furono motivo ispiratore, due secoli fa, del movimento romantico che dalla Germania si diffuse in tutta Europa.

Per raggiungere l'imponente complesso in arenaria rossa, arroccato circa 80 m sopra l'Altstadt, potete percorrere a piedi la ripida e acciottolata Burgweg in una decina di minuti, oppure optare per la Bergbahn (funicolare; www.bergbahn-heidelberg.de; ogni 10 min 9-17 circa), in attività dal 1890, dalla stazione di Kornmarkt. Nel biglietto d'ingresso per il castello è compresa la Bergbahn - o, se preferite, il biglietto della Bergbahn comprende l'ingresso al castello. Il cortile e la terrazza del castello sono accessibili 24 ore su 24, ma l'ingresso è a pagamento solo dalle 8 alle 17.30.

Presso la biglietteria, a destra dopo l'ingresso ai giardini per chi proviene dalla stazione della Bergbahn, si possono noleggiare le audioguide con le citazioni tratte dai poemi di Goethe e dai racconti di Mark Twain; sono disponibili in otto lingue, tra cui cinese, giapponese e coreano. Occorre lasciare in deposito un documento di identità.

Ad eccezione del museo, il castello è quasi interamente accessibile con sedia a rotelle, anche se l'acciottolato può creare qualche difficoltà di scorrevolezza.

Lo Schlosshof (24 h su 24), il cortile centrale della rocca, è inquadrato da edifici gotici e rinascimentali così sontuosamente decorati da lasciare molti visitatori letteralmente a bocca aperta, come accade anche davanti alla vista mozzafiato dell'Altstadt e della valle del Neckar che si può ammirare dalla terrazza (attraverso l'arcata in fondo al cortile). Le panchine della terrazza si prestano bene a una pausa picnic.

Se desiderate visitare l'interno del Friedrichsbau, il palazzo di Federico, un edificio non esattamente sfolgorante ricostruito (o, per essere precisi, costruito) un secolo fa, avrete come unica alternativa una visita guidata (€4). Da notare, sulla facciata, i versetti del Salmo 118 iscritti in ebraico e in latino.

Con una capacità di circa 228.000 litri e costruita a metà del XVIII secolo con il legno di 130 alberi di quercia, la Grosses Fass (Grande Botte) è la più grande botte per vino del mondo. Mark Twain, che ne deplorò l'assenza di contenuto, rifletté sul suo possibile utilizzo come pista da ballo o gigantesco recipiente per montare la panna.

L'adiacente caffè serve birra, vino e, in inverno, Glühwein (vin brulè). La degustazione di tre diversi vini costa €5,50.

Sorprendentemente interessante, il Deutsches Apotheken-Museum (10-18), a lato dello Schlosshof, illustra la storia e l'evoluzione della farmaceutica occidentale, in cui la Germania ebbe un ruolo fondamentale. Sono esposte farmacie risalenti all'inizio del Seicento e al periodo napoleonico. I bambini potranno divertirsi a usare mortaio e pestello per preparare la propria miscela di erbe per il tè (informazioni all'ingresso). La maggior parte delle didascalie sono in inglese.

La verdeggiante distesa fiorita dello Schlossgarten (Giardino del castello; 24 h su 24), lungo il pendio a sud e a est del castello, offre una cornice incantevole per una passeggiata o un picnic. La Pulver Turm (Torre della polveriera) fu danneggiata dalle forze francesi nel 1693.