Istanbul:

    Il viaggio



    Quadro generale

    Pur non essendo la capitale della Turchia, Istanbul è di fatto la città più importante del paese ed è quindi facile da raggiungere. Due sono gli aeroporti internazionali, due le otogar (stazioni degli autobus), e due le stazioni ferroviarie.

    Aereo

    L'aeroporto Atatürk di Istanbul (tel: 212-463 3000; www.ataturkairport.com ) è il più grande e il più trafficato del paese. Moltissimi voli di linea provenienti da Medio Oriente, Stati Uniti, Australia ed Europa atterrano qui. La compagnia aerea nazionale, Turkish Airlines (THY; www.turkishairlines.com ), gestisce collegamenti regolari con le principali città dell'Europa e dell'Asia. Ricordatevi che in questo scalo i carrelli portabagagli sono utilizzabili solo inserendo un euro o una lira turca. Nel 2001 è stato inaugurato il Sabiha Gokçen International Airport a Kurtköy (tel: 216-585 5000; www.sgairport.com ), sul lato asiatico della città, che gestisce soprattutto voli provenienti dall'Europa con compagnie low-cost, oltre ad alcuni voli dal Medio Oriente. La tassa d'imbarco di solito è compresa nel prezzo del biglietto. L'aeroporto Atatürk si trova 23 km a ovest di Sultanahmet. Prendere un taxi che vi porti in centro città è la soluzione più rapida (impiegherete circa mezz'ora). Un'opzione più economica è fare gruppo con altri viaggiatori oculati (assicuratevi che il tassametro sia attivato), per arrivare fino al banliyo tren istasyonu (stazione ferroviaria) della vicina città di Yesilkoy. Da lì potrete prendere un treno vecchio e rumoroso fino alla stazione di Sirkeci, in città. Un'altra soluzione economica è prendere un autobus dell'aeroporto che vi porterà in 35-60 minuti a Piazza Taksim. Se siete diretti a Sultanahmet, scendete alla fermata Yenikapı, all'interno del sottopassaggio.

    Autobus

    Diverse compagnie locali di autobus fanno servizio verso alcune destinazioni europee, ma si tratta di opzioni più lente e a volte più care rispetto ai voli. All'interno della Turchia, invece, l'autobus è il mezzo di trasporto più diffuso e popolare: ne troverete diretti ovunque, con partenze a tutte le ore. La stazione principale degli autobus, chiamata semplicemente la otogar, (Büyük İstanbul Otogarı; tel: 212-658 0505; www.otogaristanbul.com ) è una città nella città, con 168 biglietterie, ristoranti, moschee e negozi. Di qui partono gli autobus diretti verso destinazioni nazionali e internazionali. Molte compagnie offrono un passaggio gratuito in navetta (servis) fra la otogar e piazza Taksim o Sultanahmet. Se siete in centro basterà presentarsi un'ora prima della partenza in uno degli uffici della compagnia e farvi portare gratuitamente alla stazione dei bus. C'è una stazione degli autobus anche sulla costa asiatica del Bosforo, a Harem (tel: 216-333 3763). Se arrivate da qualsiasi destinazione asiatica a questa stazione valutate di fermarvi prima dell'arrivo alla stazione e prendere un traghetto per Sirkeci/Eminönü. Si risparmia quasi un'ora di pullman.

    Traghetto

    Il modo più popolare per esplorare il Bosforo è con il traghetto. La maggior parte delle gite di un giorno si fanno su quello che va da Eminönü a Anadolu Kavağı che parte dal molo Boğaz İskelesi. Le fermate intermedie sono: Beşiktaş, Kanlıca, Yeniköy, Sarıyer e Rumeli Kavağı. Non si può scendere e risalire nelle fermate intermedie con lo stesso biglietto. In estate i traghetti sono affollatissimi quindi comprate i biglietti almeno 45 minuti prima della partenza. Durante il tragitto vi offriranno, a pagamento, tè, spremute d'arancio e altre bibite. Un'alternativa è prendere il traghetto che porta a Anadolu Kavağı e tornare in bus fermandosi a Emirgan e Rumeli Hisarı oppure a Ortaköy, al palazzo di Çırağan o di Dolmabahçe. Il viaggio a Anadolu Kavağı dura 1 ora e 3/4 e e il traghetto ritorna nel pomeriggio. Per prendere il bus, la fermata è a est dell'attracco del traghetto. Un'altra opzione sono i tour del Bosforo organizzate da compagnie private. Attorno al molo Eminönü troverete sempre delle persone che cercheranno di vendervi in biglietti. Cercate di contrattare. Le escursioni sono su barche più piccole da 60-100 posti. Vanno fino a Rumeli Hisarı senza fermarsi e effettuano una sosta per pranzo prima di ritornare in città. La gita dura 3 ore in totale. Il vantaggio di questi traghetti è che sono più veloci e che vanno più vicino alla costa, gli svantaggi sono che partono quando sono pieni a partire dalle 11 del mattino e che non vedrete tutto il Bosforo. Tutti i giorni 14 traghetti partono dal molo Kabataş' 'Adalar İskelesi' per le isole. Per controllare gli orari: www.ido.com.tr . Nel viaggio verso le isole godrete, sulla parte destra della splendide vedute sul Topkapi, Aghia Sophia, la Moschea Blu; sulla sinistra Üsküdar e Haydarpaşa. Canakkale è una buona base di partenza per visitare i campi di battaglia di Gallipoli e/o Troia. Sono disponibili sia tragitti in autobus, per esempio con la Truva Turizm ( www.truvaturizm.com ), che con l'aereo (Atlas Jet, www.atlasjet.com ).

    Treno

    Tutti i treni provenienti dall'Europa arrivano alla stazione Sirkeci (tel: 212-527 0051; Ankara Caddesi, Sirkeci), vicino a Eminönü. Fuori dalla stazione c'è, su per la collina, un comodo tram che porta a Sultanahmet, Beyazıt e Zeytinburnu e al di là del ponte Galata fino Kabataş, da dove potete prendere la funicolare per piazza Taksim. In treno ci sono collegamenti internazionale con Budapest (33 ore) e con Salonicco (16 ore) dove potrete cambiare per Atene. I treni che arrivano e partono per la parte asiatica lo fanno dalla stazione Haydarpaşa (tel: 216-336 4470; Haydarpaşa İstasyon Caddesi, Kadıköy). Per spostarvi prendete il conveniente, comodo e veloce traghetto attraverso il Bosforo ed evitate il taxi. Dalla stazione di Haydarpaşa partono treni per Ankara, Teheran e Aleppo. Sono a vostra disposizione un deposito bagagli, ristoranti, negozi, banche e un piccolo ufficio postale.

    Articoli correlati


    Gli hotel pių straordinari per il 2014. La top 10
    Ricorda dove hai alloggiato nel tuo ultimo viaggio. Č stato soltanto un cuscino su cui appoggiare la testa o un'immersione nel colore locale, a tu per tu con la fauna selvatica e in grado di accendere l'immaginazione? Abbiamo chiesto agli autori e agli editor di Lonely Planet di citare gli hotel e gli ostelli pių straordinari in giro per il mondo.
    Leggi l'articolo completo >

    Marzo 2014: le mete del mese. Da Casablanca a Safranbolu
    La bellezza del Marocco, talmente varia da affascinare ogni tipo di viaggiatore, o uno degli angoli in cui Parigi si sveste della propria 'grandeur' per diventare intima e accogliente? Sono solo alcune delle esperienze che č bello vivere in questo mese.
    Leggi l'articolo completo >

    Foto dei viaggiatori - Istanbul


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati