Isole Canarie:

    Mete interessanti

    Las Palmas de Gran Canaria

    Las Palmas, la più grande cittadina delle Canarie, ha sicuramente l'atmosfera di una città. È situata all'estremità nord' orientale di Gran Canaria e ha cominciato a espandersi verso La Isleta, una piccola isola situata a nord della città. L'antico centro storico si sviluppa intorno ai quartieri meridionali di Vegueta e Triana e la città abbraccia la costa con lunghi viali che si susseguono per oltre 3 km, fino all'animata Santa Catalina e a Puerto de la Luz. La spiaggia Playa de las Canteras, lunga 3 km, si trova all'estremità occidentale della striscia di terra che porta a La Isleta e presso questa spiaggia si trovano l'ufficio turistico, l'agglomerato degli alberghi, bar e ancora bar, negozi e ancora negozi. Questa è probabilmente l'unica città delle Canarie dove è il caso di prendere l'autobus per spostarsi.
    La Casa/Museo de Colón è un magnifico esempio di architettura canaria, con belle balconate in legno che si affacciano su due patio. Nonostante il nome, non vi è la certezza che Colombo vi abbia vissuto e nel passato la casa è stata utilizzata come residenza da vari governatori. All'interno sono esposti uno strano assortimento di carte nautiche e di manufatti latinoamericani risalenti all'epoca pre colombiana, alcuni modelli di navi e ritratti della scuola ispanico-fiamminga. La Catedral de Santa Ana è il luogo di culto principale per i fedeli e per il suo completamento vennero impiegati 350 anni. Nelle vicinanze, il Museo Diocesano, costruito su due livelli intorno al Patio de los Naranjos, contiene una collezione standard di arte e cimeli religiosi, comprendente antichi manoscritti e sculture in legno.
    Il Museo Canario è il museo principale della città ed è dedicato alla cronaca della storia di Gran Canaria prima della conquista. Il museo vanta la più grande collezione del mondo di teschi di Cro-Magnon ed espone utensili che appartenevano ai guanche e una collezione di vasellame. Il Centro Canario de Arte Moderno è il principale museo della città di arte moderna e ospita mostre temporanee. Il Calle Mayor de Triana, che tradizionalmente era la via commerciale principale di Las Palmas, è diventò un centro commerciale pedonale. La Ciudad Jardín è un curioso reperto della fine del XIX secolo, quando gli inglesi dominavano la vita economica dell'isola, e presenta uno strano insieme di stili architettonici, che vanno dallo stile coloniale inglese a quello andaluso.
    Gli alberghi di tutte le categorie sono concentrati intorno alla spiaggia di Santa Catalina e al porto, ma anche a Vegueta e Triana se ne trova una buona scelta (anche se di livello leggermente inferiore). Vegueta, Triana, Santa Catarina e il porto sono anche i luoghi più indicati in cui cercare un posto per mangiare bene. Ci sono bar e ristoranti per tutti i gusti, dal più economico al più lussuoso, che offrono un grande assortimento di cibo, dalla cucina bulgara alle bistecche di manzo argentine e ai fast food internazionali.

    Santa Cruz de Tenerife

    Santa Cruz de Tenerife è uno dei porti più trafficati della Spagna. Il lungo porto vede sfilare innumerevoli cargo, navi da crociera e una moltitudine di traghetti e aliscafi che si spostano da un'isola all'altra. Tutte le attrazioni si trovano nel raggio di circa 1 km da Plaza de España. La cittadina ha tre musei e il più interessante è indubbiamente il Museo de la Naturaleza y El Hombre. Questo museo ospita diversi teschi e mummie guanche, qualche manufatto e una sezione dedicata alle scienze naturali. Il Museo de Bellas Artes conserva un insieme eclettico di pitture eseguite da artisti canari e fiamminghi, tra cui anche Breughel. Probabilmente i patiti della guerra apprezzeranno il Museo Militar de Almeyda, in cui è esposto il cannone che, si suppone, recise il braccio di Nelson quando attaccò Santa Cruz.
    La Iglesia de San Francisco è una splendida chiesa barocca costruita nei secoli XVII e XVIII; l'austera facciata del Teatro Guimerá, nelle vicinanze, nasconde un interno sontuoso. La chiesa più antica della città è la Iglesia de la Concepción, con la sua bella torre campanaria. La tratta degli schiavi africani si svolgeva al Castillo de San Juan, un edificio del XVII secolo situato lungo la banchina. Quando siete stanchi di fare visite turistiche, il Parque de García Sanabria è un ottimo posto in cui rilassarsi: potete anche sedervi all'ombra e prendere un caffè al tavolo. In ogni parte della città troverete caffetterie con déhors.
    A Tenerife ci sono tre aeroporti, raggiungibili con i voli in partenza dagli aeroporti internazionali della Spagna continentale e da tutte le altre isole dell'arcipelago. Ci si arriva anche con i traghetti, con gli aliscafi o con gli aliscafi a idrogetto dalle altre isole e da Cadice, nella Spagna continentale. Santa Cruz si trova 95 km a nord-ovest di Las Palmas de Gran Canaria.

    Playa del Inglés e Maspalomas

    Questa è la zona più animata delle Canarie, dove tutto l'anno milioni di nordeuropei affamati di sole si radunano per abbronzarsi, nuotare e divertirsi .Sono tutti qui, lungo un paio di chilometri di spiaggia intrisa di abbronzante: sullo sfondo una città di condomini, in cui abbondano i tour operator. Quando vi siete stancati di acqua e sabbia potete visitare uno dei molti parchi a tema della zona, come il Palmitos Park, un'oasi subtropicale in cui si concentrano flora esotica e 230 specie di uccelli Mundo Aborigen, in cui 100 modelli di guanche appaiono nelle diverse posture tipiche di questo popolo e Sioux City in cui, credeteci o no, buoni e cattivi si sparano a vicenda per intrattenere il pubblico. Le dune di Maspalomas sono una delle attrattive della spiaggia e fanno parte di un parco protetto.
    Nel cuore della Playa del Inglés si trova Yumbo Centrum, una giungla commerciale a quattro piani dove si può trovare cibo internazionale, prime colazioni tradizionali di diversi paesi europei e qualsiasi tipo di merce. Intorno all'isolato troverete banche, dottori, supermercati, uffici telefonici, fax e lavanderie. Di notte la zona si trasforma nella capitale gay dell'Europa in vacanza, con bar gay, spettacoli di travestiti, saune e sex shop che lavorano a pieno ritmo.
    L'autobus 66 va all'aeroporto otto volte al giorno, in più ci sono altri autobus che percorrono la costa meridionale dell'isola fino a Las Palmas. La Playa del Inglés si trova sulla punta meridionale di Gran Canaria, poco più di 40 km a sud di Las Palmas.

    Parque Nacional de Garajonay

    L'attrazione naturale più evidente dell'isola di La Gomera è l'antica laurisilva (foresta di allori) situata al centro di un parco nazionale di 4000 ettari. I freschi alisei atlantici che si scontrano con le correnti di aria più calda creano nella densa foresta un costante flusso di nebbia; la poca luce che riesce a penetrare attraverso il tetto di foglie fa crescere ovunque muffe e licheni. Foreste come questa crescevano in buona parte delle terre mediterranee, fino a quando vennero cancellate dall'ultima era glaciale. Molti visitatori si recano all'Alto de Garajonay, la cima più alta dell'isola, da cui si può godere di bellissimi panorami. Un altro luogo interessante in cui fare una tappa è La Laguna Grande, non lontana dalla strada statale.
    Il parco si trova circa 13 km a ovest della capitale, San Sebastian de la Gomera, e ci sono autobus giornalieri che servono tutte le principali destinazioni sull'isola. È possibile raggiungere La Gomera in aereo (dal 18 luglio al 30 settembre, con voli della compagnia Naysa, da e per Gran Canaria e Tenerife Norte), in traghetto o in aliscafo da tutte le altre isole.

    Isla de Lanzarote

    Non piove quasi mai a Lanzarote, quindi è probabile che tutta l'acqua potabile sia acqua di mare desalinizzata. È un posto incredibilmente arido e a prima vista pare non offrire molto, ma l'UNESCO ha dichiarato l'intera isola riserva della biosfera. Il suo terreno vulcanico è piuttosto singolare, e vale la pena di visitare l'isola con calma, allontanandosi dai tre resort principali. Non merita dedicare molto tempo ad Arrecife, la capitale, in quanto le principali attrazioni sono Cueva de los Verdes e Jameos del Agua. La prima è una voragine di 1 km di lunghezza che rappresenta la parte più spettacolare del tunnel di lava, lungo 8 km, formato da un'eruzione di 5000 anni fa. Nel mezzo di Jameos del Agua, un altro tunnel di lava, c'è un bel lago azzurro. Intorno al lago sono stati installati bar e ristoranti, oltre a un teatro per i concerti, dall'ottima acustica, che può accogliere 500 persone. Nell'acqua vivono piccoli granchi ciechi.
    Il Parque Nacional de Timanfaya, nella parte meridionale dell'isola, nel 1730 fu teatro di una delle più grandi eruzioni vulcaniche del mondo, che durò per sei anni e rigettò nell'aria migliaia di tonnellate di roccia fusa. Esteso su un'area di 52 kmq, caratterizzata da cumuli contorti di lava solidificata a forma di mulinello e da coni vulcanici, il parco sembra quasi la scenografia di un film di fantascienza. Il ristorante al suo interno è rinomato per i piatti cucinati su una griglia alimentata da un vulcano. Qualche chilometro a sud, percorrendo la strada che attraversa l'estremità orientale del parco, si trova il Museo de las Rocas, un museo geologico che vi darà dettagliate informazioni sul parco.
    Lanzarote si trova 200 km a nord-est di Gran Canaria, ed è raggiungibile con parecchi voli internazionali e con i voli provenienti dalle altre isole dell'arcipelago. I traghetti collegano regolarmente l'isola con la vicina Fuerteventura e più saltuariamente con Las Palmas de Gran Canaria.


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati