Malta:

    Altre mete

    Cottonera

    Le 'tre città' di Malta - Vittoriosa, Senglea e Cospicua - formano la Cottonera, nome che deriva dalle fortificazioni secentesche costruite allo scopo di proteggere la zona, centro di costruzioni navali per tutto il Medioevo. La Cottonera non è generalmente compresa negli itinerari turistici di Malta, ma una visita a questo complesso consente di farsi un'idea della vita quotidiana e lavorativa dell'isola. Il Maritime Museum (Museo Marittimo) illustra la storia navale di Malta, ma chi ha una predilezione per il macabro potrà dirigersi verso Vittoriosa e visitare il museo ingannevolmente chiamato Folk Museum (Museo del folclore), situato nel Palazzo dell'Inquisitore. Oltre agli strumenti 'di lavoro' dell'inquisitore, il museo propone la visita alla Sala del Giudizio e al torrione in cui venivano rinchiusi i prigionieri. Procedendo per alcuni chilometri verso sud-ovest, alla periferia di Paola si trova l'Hypogeum (Ipogeo), una rete di grotte, gallerie e sale sotterranee risalenti a 4400 anni fa e scavate nella roccia con utensili di selce.

    Mare interno

    Questo tratto di costa occidentale di Gozo vanta una delle più belle spiagge del Mediterraneo. Il Mare interno (Inland Sea) è in realtà un bacino isolato di acqua cristallina e di sabbia di ciottoli protetta da scogliere a picco. L'elemento più spettacolare della zona, concentrato intorno alla Dwejra Point, è costituito dalla Azure Window (Finestra azzurra), un gigantesco arco scavato naturalmente nella roccia.

    Comino

    Comino è l'isola più piccola dell'arcipelago maltese, ed è anche la più tranquilla; non circolano auto e vi è un unico albergo. A parte un numero molto limitato di viaggiatori, l'unica presenza umana sull'isola è costituita da un gruppetto di contadini. A Comino non c'è altro da fare che arrampicarsi sulle rocce che costeggiano il litorale, nuotare o armarsi di maschera e pinne ed esplorare i fondali delle numerose insenature costiere.

    Mosta

    Mosta è famosa per la sua chiesa imponente che vanta una delle cupole senza sostegno più grandi al mondo (40 m di diametro). La chiesa fu progettata dall'architetto maltese Giorgio Grognet de Vassé, ispiratosi al Pantheon di Roma.

    Forum - Malta - Idee e consigli dai viaggiatori

    Foto dei viaggiatori - Malta


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati