Lituania:

    Cultura

    La Lituania ha la popolazione più omogenea dei paesi baltici, dal punto di vista etnico. I lituani moderni discendono dalle tribù dei balti e la diaspora dei lituani è sicuramente quella che nella regione baltica si è manifestata in maggiori proporzioni. Le emigrazioni, avvenute soprattutto tra il XIX secolo e l'inizio del XX secolo e durante la seconda guerra mondiale, sono state indotte da ragioni politiche ed economiche. I lituani sono generalmente socievoli, ospitali ed emotivi e danno più importanza ai contatti e ai favori che al metodo e al calcolo. I più freddi estoni e lettoni considerano i lituani delle imprevedibili 'teste calde'. La campagna per l'indipendenza della fine degli anni '80 e dell'inizio degli anni '90 ci fa capire la differenza tra i lituani e i loro vicini del Baltico. In Lituania la lotta fu passionale, ardita, piena di suspense e rischiosa: si contarono almeno 20 morti. In Estonia fu graduale, calcolata e senza spargimenti di sangue. Queste caratteristiche hanno fatto nascere il poco piacevole detto che 'gli estoni darebbero la vita per la libertà... ma solo dopo l'ultimo lituano'.

    Il lituano è una delle due lingue del ceppo baltico della famiglia delle lingue indoeuropee che sono sopravvissute fino ai nostri tempi. Il basso lituano, parlato nella zona occidentale del paese, è una forma dialettale diversa dall'alto lituano, parlato nel resto del territorio. La chiesa cattolica è una forza conservatrice presente nella società lituana, ed è capeggiata dall'arcivescovo di Kaunas. Anche la religione ortodossa russa è praticata nel paese, in cui sono presenti anche i 'vecchi credenti', una setta della chiesa ortodossa russa che è stata vittima di varie persecuzioni sin dal XVII secolo. In Lituania ci sono poi i pagani, uniti nel movimento di Romuva, che ha congregazioni a Vilnius, Knaus e tra le comunità lituane d'oltreoceano. Il movimento mira a riaccendere le antiche tradizioni spirituali e folcloriche.

    La prima grande opera di narrativa lituana fu il poema Metai (Le Stagioni) di Kristijonas Donelaitis, che descrive la vita dei servi della gleba del XVIII secolo. Jonas Maciulis, conosciuto come Maironis, viene considerato il fondatore della letteratura lituana moderna grazie alle poesie che scrisse all'inizio del XX secolo. La Lituania ha anche dato le origini ad alcuni importanti scrittori polacchi; ricordiamo Czeslaw Milosz, vincitore del premio Nobel per la letteratura nel 1980.

    Un'interessante tradizione folclorica e artistica lituana è l'intaglio nel legno di grandi croci, soli, banderuole e figure di santi che vengono montati su lunghi pali e collocati agli incroci, nei cimiteri, nelle piazze dei villaggi o nei luoghi in cui accaddero eventi straordinari. Nel periodo sovietico questi lavori vennero proibiti, ma la tradizione sopravvisse comunque come dimostra la Collina delle Croci vicino a Siauliai.

    I prodotti caseari e le patate sono la base della dieta dei lituani; anche le frittelle sono particolarmente popolari. Un pasto tradizionale (e indimenticabile) è il cepelinai, una sostanza glutinosa modellata a forma di zeppelin (che si presume sia pasta di patate), con una pallina di formaggio, carne o funghi al centro e coperta da una salsa a base di cipolle, burro, panna acida e pezzetti di pancetta. Il sakotis è una grande torta a forma di albero di Natale che di solito viene servita ai matrimoni, mentre la cena di Natale consiste di 12 portate vegetariane. Le migliori birre locali sono la Utenos e la Kalnapilis, ben più gradevole del midus (l'idromele) che può arrivare a gradazioni altissime (più di 60°). Coloro che preferiscono qualcosa di più leggero possono provare lo stakliskes, un liquore di miele.

    Articoli correlati


    Coste europee: 10 destinazioni da favola ma possibili - 2░ parte
    Altre cinque celebri localitÓ di mare del vecchio continente da scoprire nella loro dimensione pi¨ accogliente e a misura d'uomo. Per non correre il rischio di pensare: "╚ troppo bella, non fa per me!".
    Leggi l'articolo completo >

    Europa, spiagge insolite. Anche fuori stagione.
    Le coste mediterranee di Italia, Francia e Spagna sono molto battute dai viaggiatori, quindi se cerchi luoghi alternativi, ma ugualmente splendidi, punta l'ago della bussola un po' pi¨ a nord sulla carta d'Europa. Se viaggi lontano dall'estate o del tutto fuori stagione, portati un maglione. L'abbronzatura meno intensa, per altro, sarÓ ricompensata da panorami, dune e magiche incursioni nella storia.
    Leggi l'articolo completo >

    Forum - Lituania - Idee e consigli dai viaggiatori

    Lettere - Lituania - Suggerimenti, mete, curiositÓ

    Prima in convento, poi in enoteca
    di Lorenzo Allovisio
    Ottobre 2011
    Cena al parco
    di Antonella Salvo e Adriano Sscala
    Ottobre 2010
    Non solo hotel
    di Guido Testai
    Marzo 2010
    Per un appartamento a Vilnius
    di Gerda Danieli
    Giugno 2007

    Foto dei viaggiatori - Lituania


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati