Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

I cittadini italiani e dei restanti paesi dell'Unione Europea non hanno bisogno di visto per visitare la Georgia. Sarà sufficiente essere muniti di passaparto con una validità residua di almeno sei mesi; potrebbe anche essere richiesto il biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio.

Quando andare e clima

La Georgia non ha periodi di alta o bassa stagione e i viaggiatori possono pertanto scegliere un periodo qualsiasi dell'anno per visitare il paese. Spostarsi durante l'estate è più semplice, poiché non c'è molta neve; in definitiva i mesi centrali dell'anno costituiscono una buona scelta. Se volete vedere la gente del posto in festa, visitate il paese durante il Giorno dell'Indipendenza, alla fine di maggio, o nel giorno della festa di Tbilisi, alla fine di ottobre, periodo in cui le aziende vinicole sono in grande attività.

Come arrivare

A causa della perenne crisi energetica della Georgia, a Tbilisi le interruzioni di corrente si verificano con una certa regolarità, specialmente in inverno. Se i blackout sono prolungati, preparatevi a lunghe attese in aeroporto. Tuttavia anche se le interruzioni di corrente hanno in passato impedito il funzionamento della segnaletica luminosa non si sono mai verificati incidenti gravi. Dall'aeroporto di Tbilisi due vettori locali, la Georgian Airlines e Air Georgia collegano con varie destinazioni locali. Altre compagnie internazionali come British Airways e Turkish Airlines operano da questo aeroporto; Aeroflot collega Tbilisi con molte destinazioni dell'ex Unione Sovietica. La strada che collega la Georgia e la Russia lungo la costa dell'Abkhazia attraverso il tunnel della catena montuosa del Caucaso è chiusa. Tra gli altri punti d'ingresso via terra si ricordano l'autostrada militare georgiana, che attraversa la gola di Dariali e si dirige a sud, arrivando in Turchia, Armenia e Azerbaijan. Alcuni viaggiatori ci hanno detto che spesso nei punti di confine le guardie si aspettano una mazzetta. Vi suggeriamo di viaggiare con qualche travellers' cheque e di dire che si tratta dell'unica valuta che avete portato con voi, perché le guardie non li possono utilizzare. Sulla zona costiera del Mar Nero ci sono tre grandi porti (Batumi, Poti e Sukhumi). Batumi e Poti sono i punti di partenza per le navi merci che salpano alla volta di Odessa, Sochi, Trabzon e Istanbul. Nonostante siano ormai finiti i tempi in cui le navi merci si offrivano di trasportare passeggeri, potreste avere fortuna se avete qualcosa da offrire in cambio del trasporto.

Trasporti locali

Troverete voli interni che collegano l'aeroporto centrale di Tbilisi a Kutaisi, Butami e Senaki. Se vi trovate vicino alle montagne potreste servirvi di un elicottero per gli spostamenti, ma considerate che si tratta di un mezzo di trasporto molto costoso. Fatta eccezione per Tbilisi, nella maggior parte dei casi le strade non versano in buone condizioni e sono prive di linee di mezzeria e di guardrail. Guidare di notte può essere molto pericoloso: ci è stato riferito di turisti rapinati e di auto rubate, anche se sicuramente questa non costituisce la norma; in ogni caso fermatevi solo di fronte ai soldati o alla polizia. Se volete noleggiare un'automobile con autista pagherete US$20 più il carburante. La linea principale della ferrovia transcaucasica collega due linee ferroviarie che provengono da Baku (Azerbaijan) e da Yerevan (Armenia). La linea principale passa per la Georgia, lungo la fascia costiera del Mar Nero, e arriva fino in Russia. Al momento questa linea è stata bloccata a causa del conflitto in Abkhazia, per cui viaggiare in treno in direzione nord o ovest è alquanto difficile. Potrete però spostarvi in qualsiasi altra direzione, anche se, nel caso di alcune destinazioni, le partenze non sono molto frequenti. Ci sono autobus che collegano con regolarità Tbilisi con i centri regionali della Georgia oltre che con l'Armenia, l'Azerbaijan, la Russia e la Turchia. I prezzi dei mezzi di trasporto pubblici sono ragionevoli e il servizio è abbastanza regolare nella capitale, che vanta una metropolitana, autobus, tram e funicolari. Di recente, la gente del luogo ha riportato episodi di furto nella metropolitana. I taxi sono quasi sempre gestiti da privati ma in alcune zone troverete taxi pubblici.