Parigi:

    Trasporti locali



    Quadro generale

    Girare a piedi è il modo migliore per scoprire Parigi - attenti, però, alle strisce pedonali, non sempre rispettate. Il trasporto pubblico è efficiente. Comprende Métro, RER (Réseau express régional), tram e autobus diurni e notturni. Il Métro fluvial, noto come Voguéo ( www.vogueo.fr ), è in servizio lungo la Senna, è attualmente in fase di riprogettazione e dovrebbe tornare attivo nel 2013. La bicicletta è in grande ripresa, grazie a iniziative come il Vélib' ( www.velib.paris.fr ), un sistema di noleggio automatico.

    Autobus

    Il servizio bus di Parigi è gestito dalla RATP con i seguenti orari: dalle 5.30 alle 20.30 lunedì-sabato; dopo, altre 20 linee del service en soirée (servizio serale) subentrano fino alle 00.30. Le corse sono drasticamente ridotte la domenica e nei giorni di festa quando i pullman viaggiano dalle 7 alle 20.30. Oltre ai bus serali ci sono anche i notturni. Le tariffe rimangono invariate per tutto l'arco della giornata. Gli autobus notturni iniziano le loro corse quando il métro smette di funzionare (intorno all'1 da domenica a giovedì, e alle 2.15 venerdì e sabato). I bus partono ogni ora dalle 00.30 alle 5.30. La RATP offre 47 linee di bus notturni ( www.noctilien.fr ), inclusi servizi diretti e semidiretti per la periferia. I bus passano per le principali stazioni ferroviarie e sono tutti equipaggiati con sistemi di sorveglianza collegati con la polizia locale. I servizi Noctilien sono gratuiti se avete la tessera Mobilis o Paris Visite. Le tariffe sono calcolate per zone: per una o due zone basta un biglietto; per percorsi più lunghi ci vogliono 2 biglietti. Non si può passare da un bus all'altro o al métro con lo stesso biglietto. Andare in periferia può costarvi 3 biglietti.

    Automobile

    Se non lo avete capito, guidare a Parigi è il modo migliore per farvi saltare i nervi - se non volete rischiare l'esaurimento, servitevi dei mezzi pubblici, che in genere sono molto efficienti e poco costosi.

    Bicicletta

    Andare in bici in città non è mai stato così facile da quando hanno istituito il Vélib' (vélo, bici in francese + liberté), una rete di griglie self-service dove si possono prendere a noleggio delle bici, pedalare per la città e riposizionarle in un altro punto. Iniziativa dal successo incredibile fin dal suo esordio nel 2007 il Vélib' (tel: 01 30 79 79 30; www.velib.paris.fr ); ha rivoluzionato il modo in cui i parigini si spostano. In tutta la città, ci sono 1451 stazioni Vélib' per un totale di 23.300 biciclette e sono accessibili 24/24. Per noleggiarne una, dovrete avere un abbonamento Vélib': sul momento se ne può attivare uno giornaliero o settimanale con carta di credito dotata di microchip presso tutti i distibutori automatici. Come cauzione si versa un deposito di 150 euro, che vengono trattenuti se la bici che si noleggia non viene restituita o risulta rubata. Se arrivate a una griglia e questa fosse piena, potete inserire la tessera nell'apparecchio dell'interfaccia multilingue per ottenere altri 15 minuti di noleggio gratis per trovare un deposito vuoto. Le bici sono completamente equipaggiate e hanno il lucchetto, ma non il casco.

    Imbarcazioni

    Per un servizio flessibile, 'sali e scendi' alternativo alle crociere inamidate sulla Senna, utilizzate la Compagnie de Batobus (tel: 0 825 050 101; www.batobus.com ; 10-21.30 fine Maggio-Agosto, 10-19 Settembre-inizio Novembre e metà Marzo-fine Maggio, 10.30-16.30 metà Novembre-inizio Gennaio e inizio Febbraio-metà Marzo, chiuso inizio Gennaio-inizio Febbraio). La sua flotta di trimarani con copertura in vetro si ferma su piccoli pontili lungo la Senna e i biglietti vengono venduti alle fermate e negli uffici turistici.

    Metropolitana

    Potete dire quello che volete sul guidare a Parigi, ma i trasporti pubblici cittadini sono davvero di ottima qualità. La scelta più interessante è rappresenta dalla Métropolitain (e dalla RER, rete di trasporto suburbana che si interseca, all'interno della città, con la rete della metropolitana), un sistema di comunicazione davvero gigantesco. In qualunque posto della città vi troviate, state certi di avere una stazione della metropolitana a pochi isolati. Ogni linea ha i suoi orari ma generalmente le corse iniziano alle 5.30 e terminano alle 00.35-1.00 (2.15 sabato e domenica).

    Taxi

    I taxi addebitano 2.20 euro alla 'chiamata'. Ci sono differenti tipi di tariffe: la A, con luce bianca sul tetto del taxi e sul tassametro, in utilizzo dalle 10 alle 17 lunedì-venerdì; di notte (dalle 17 alle 10), la domenica e nella prima periferia si applica la tariffa B, luce arancione; infine, per la periferia esterna si applica la tariffa C, luce blu. Si paga un supplemento di 1 euro per ogni bagaglio oltre il primo. A Parigi è facile imbattersi in taxi non autorizzati soprattutto dopo l'1 del mattino. Non se ne garantiscono né le tariffe, né la sicurezza. Per chiamarne uno al call center centralizzato tel: 01 45 30 30 30, passeggeri con problemi di mobilità tel: 01 47 39 00 91; 24/24) oppure, online, Alpha Taxis (tel: 01 45 85 85 85; www.alphataxis.com ), Taxis Bleus (tel: 01 49 36 29 48, 0 891 701 010; www.taxis-bleus.com ) o Taxis G7 (tel: 01 47 39 47 39; www.taxisg7.fr ).

    Articoli correlati


    Aprile 2014: festival in viaggio. Dalla Thailandia a New Orleans
    Una grande festa dedicata all'acqua dalla quale è impossibile uscire asciutti o le note jazz e i sapori cajun di New Orleans? Sono solo alcune delle opportunità per divertirsi e viaggiare nel mese.
    Leggi l'articolo completo >

    Marzo 2014: le mete del mese. Da Casablanca a Safranbolu
    La bellezza del Marocco, talmente varia da affascinare ogni tipo di viaggiatore, o uno degli angoli in cui Parigi si sveste della propria 'grandeur' per diventare intima e accogliente? Sono solo alcune delle esperienze che è bello vivere in questo mese.
    Leggi l'articolo completo >

    Foto dei viaggiatori - Parigi


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati